E-R | BUR

n.12 del 18.01.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione del tariffario delle prestazioni rese dai Dipartimenti di Sanità pubblica delle Aziende Unità Sanitarie Locali, di cui all’art. 14 della L.R. 4 maggio 1982, n. 19 (Norme per l'esercizio delle funzioni in materia di igiene e Sanità pubblica, veterinaria e farmaceutica). (Proposta della Giunta regionale in data 5 dicembre 2011, n. 1804)

L’ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale, progr. n. 1804 del 5 dicembre 2011, recante ad oggetto “Proposta all’Assemblea legislativa di approvazione del tariffario delle prestazioni rese dai dipartimenti di Sanità pubblica delle Aziende Unità Sanitarie Locali, di cui all’art. 14 della L.R. 4 maggio 1982, n. 19 e successive modificazioni”;

Preso atto del favorevole parere espresso dalla commissione referente “Politiche per la salute e politiche sociali” di questa Assemblea legislativa, giusta nota prot. n. 40743 in data 13 dicembre 2011;

Previa votazione palese, a maggioranza dei presenti,

delibera

:

- di approvare le proposte contenute nella deliberazione della Giunta regionale, progr. n. 1804 del 5 dicembre 2011, sopra citata e qui allegata quale parte integrante e sostanziale;

- di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamate:

  • la delibera del Consiglio regionale n. 2079 del 21 luglio 1994 “Approvazione della revisione delle tariffe delle prestazioni svolte dalle Unità sanitarie locali di cui all’art. 14 L.R. 4 maggio 1982, n. 19”;
  • la deliberazione del Consiglio regionale 2120/88 con cui è stato approvato il tariffario regionale per le prestazioni veterinarie rese nell’interesse di enti e privati dai servizi e presidi delle USL e le relative modalità applicative;
  • la propria deliberazione 2199/99 recante ”Integrazione elenco di prestazioni di cui alla delibera di Consiglio n. 2079 del 21 luglio 1994. “Approvazione della revisione delle tariffe delle prestazioni svolte dalle Unità sanitarie locali di cui all’art. 14 L.R. 4 maggio 1982 n. 19””, riguardante la definizione di tariffe per le attività istruttorie finalizzate al rilascio dell’autorizzazione all’esercizio delle strutture sanitarie;
  • la propria deliberazione 2353/01 di modificazione ed integrazione del tariffario regionale approvato con la sopra citata deliberazione del Consiglio regionale n. 2120/1988, in ragione della necessità di procedere alla rideterminazione delle tariffe previste con la conversione da lire in Euro a decorrere dall’anno 2002;
  • la deliberazione del Consiglio regionale n. 486/2003 “Approvazione del tariffario delle prestazioni rese dai Dipartimenti di Sanità Pubblica delle Aziende Unità Sanitarie Locali, di cui all’art. 14 della legge regionale 4 maggio 1982, n. 19 e successive modificazioni”, che prevedeva, nell’ambito dei principi e dei criteri applicativi stabiliti nell’Allegato 2 alla medesima deliberazione, l’aggiornamento periodico di tali tariffe;
  • la deliberazione dell’Assemblea legislativa 77/06 di approvazione dell’aggiornamento del tariffario delle prestazioni rese dai Dipartimenti di Sanità Pubblica delle Aziende Unità Sanitarie Locali ai sensi dell’art. 14 della legge regionale n. 19/82 e succ. modificazioni;

Ritenuto necessario procedere alla revisione dei diversi tariffari delle prestazioni rese dai Dipartimenti di Sanità Pubblica delle Aziende Unità sanitarie locali della regione Emilia-Romagna, erogate su istanza e nell’interesse dell’utente, come previsto dall’art. 14 della L.R. 4 maggio 1982, n. 19 e ss.mm., adeguandoli all’evoluzione normativa nazionale e comunitaria e accorpandoli in un unico tariffario, al fine di renderne più agevole la consultazione e più trasparente l’utilizzo;

Valutata la necessità di prevedere, ad integrazione delle voci previste nella richiamata deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 77/2006, le tariffe per l’espletamento delle verifiche di apparecchi e impianti in ragione della recente attribuzione di dette funzioni alle Aziende USL ad opera della normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, vale a dire il D.lgs 81/08 “Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro” e s.m.i. e il D.M. 11 aprile 2011 “Disciplina delle modalità di effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’All. VII del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, nonché i criteri per l’abilitazione dei soggetti di cui all’articolo 71, comma 13, del medesimo decreto legislativo”. Detta normativa, infatti, stabilisce che fino alla emanazione di un Decreto, da parte dei Ministeri del Lavoro e delle Politiche sociali, della Salute e dello Sviluppo economico, di definizione delle tariffe in parola, trovano applicazione le tariffe definite dai soggetti titolari della funzione;

Ritenuto di dover procedere all’adeguamento alle nuove disposizioni legislative in materia eliminando dal tariffario allegato alla propria delibera 2353/01 le tariffe corrispondenti alle voci relative alle autorizzazioni sanitarie nonché quelle successivamente ricomprese dal DLgs 194/08 ed integrandolo con nuove tariffe per l’espletamento di attività previste dalla normativa nazionale e comunitaria e segnatamente dai Regolamenti CE n.1831/2003, 852/2004, 853/2004, 882/2004, 183/2005 e 1069/2009;

Ritenuto di dover adeguare le voci previste dal tariffario di cui alla propria deliberazione 2199/99, aggiungendo le prestazioni riguardanti tipologie di strutture per le quali è stata prevista l’autorizzazione al funzionamento con proprie deliberazioni 564/00 e 327/04;

Ritenuto altresì necessario procedere all’aggiornamento delle tariffe in esame, così consentendo alle Aziende Unità Sanitarie Locali di dotarsi di un tariffario aggiornato delle prestazioni erogate su istanza e nell’interesse dell’utente;

Valutato opportuno utilizzare, a tal fine, i seguenti criteri:

- applicazione del tasso di inflazione programmato determinato dal Governo per gli anni 2007, 2008, 2009, 2010 e 2011, la cui somma è pari al 8,2%, alle tariffe di cui alla deliberazione dell’Assemblea legislativa 77/06, con arrotondamento all’euro superiore;

- applicazione del tasso di inflazione programmato, determinato dal Governo per gli anni dal 2002 al 2011, la cui somma è pari al 16,3%, alle tariffe di cui alla propria deliberazione n. 2353/2001, relativamente alle prestazioni veterinarie e di igiene degli alimenti, con arrotondamento all’euro superiore, mentre per la determinazione delle tariffe relative alle voci di nuova istituzione, si fa riferimento al tempo stimato per l’esecuzione della prestazione rapportato alla tariffa oraria;

Valutato altresì di rideterminare le tariffe di cui alla propria deliberazione 2199/99, in riferimento alle attività istruttorie finalizzate al rilascio dell’autorizzazione al funzionamento delle strutture sanitarie, integrate, come sopra detto, con le tariffe riguardanti le strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali, prendendo a riferimento le tariffe per prestazioni assimilabili e con analogo impegno di risorse di cui alla deliberazione assembleare 77/06, rideterminate come al punto precedente;

Ritenuto di prevedere che le prestazioni erogate dai Dipartimenti di Sanità pubblica necessarie per il rilascio di autorizzazione al funzionamento delle strutture Onlus e no profit che operano in campo sanitario, socio-sanitario e socio-assistenziale siano assoggettate alle relative tariffe diminuite del 50%;

Ritenuto altresì di dover confermare integralmente i principi e i criteri per l’applicazione del tariffario, approvati nelle già citate deliberazioni del Consiglio regionale n. 486/2003 e dell’Assemblea legislativa n. 77/06, quale riferimento per l’applicazione del tariffario su tutte le prestazioni previste dal presente provvedimento, da parte dei competenti Servizi delle Aziende USL;

Sentito, per quanto di competenza, gli Ordini professionali interessati, ai sensi dell’art. 14 della L.R. 4 maggio 1982, n. 19 e successive modifiche e integrazioni;

Ritenuto dunque di procedere alla modificazione - sulla base di quanto più sopra previsto - dei suddetti tariffari con quello di cui all’allegato n. 1, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento che, con decorrenza dalla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT), sostituisce, a tutti gli effetti, le tariffe preesistenti di cui alle deliberazioni del Consiglio regionale 2120/88 e dell’Assemblea legislativa 77/06, e alle proprie deliberazioni 2199/99 e n. 2353/01;

Richiamate:

- le proprie deliberazioni n. 1057 del 24/7/2006, n. 1663 del 27/11/2006, n. 1377 del 20/9/2010 e n. 1222 del 4/8/2011;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente per oggetto: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e successive modificazioni;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

a voti unanimi e palesi

delibera

:

di proporre all’Assemblea Legislativa l’approvazione, ai sensi dell’art. 14 della legge regionale 19/82, dell’aggiornamento delle tariffe delle prestazioni erogate dai Dipartimenti di Sanità Pubblica delle Aziende USL su istanza e nell’interesse degli utenti, di cui alle deliberazioni del Consiglio regionale 2120/88 e dell’Assemblea legislativa 77/06, e alle proprie deliberazioni 2199/99 e 2353/2001, rideterminate secondo i criteri indicati in premessa e che qui si intendono integralmente riportati;

1) di approvare, pertanto, un unico tariffario, come risultante nell’Allegato n. 1, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, - aggiornato sulla base delle integrazioni e variazioni descritte in premessa - che sostituisce a tutti gli effetti sia i precedenti allegati 1 e 2 alla deliberazione del Consiglio regionale n. 2120/1988, sia l’allegato alla deliberazione dell’Assemblea legislativa 77/06, nonchè il precedente allegato alla propria deliberazione n. 2353/2001 e il precedente Allegato A alla propria deliberazione 2199/99, provvedendo contestualmente all’abrogazione dell’Allegato B di tale deliberazione;

2) di stabilire che i principi e i criteri per l’applicazione del tariffario di cui all’allegato 2 alla citata deliberazione consiliare n. 486/2003, si applicano a tutte le voci contenute nel tariffario allegato quale parte integrante e sostanziale al presente provvedimento;

3) di stabilire la riduzione del 50% delle tariffe delle prestazioni relative al rilascio delle autorizzazioni inerenti il funzionamento delle strutture Onlus e no profit che operano in campo sanitario, socio-sanitario e socio-assistenziale;

4) di dare atto che le tariffe per le verifiche di impianti e apparecchiature, così come determinate con il presente atto, si applicano fino alla emanazione della normativa nazionale richiamata in premessa;

5) di fissare la decorrenza del tariffario (allegato n. 1) dalla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT);

6) di pubblicare la delibera assembleare ed il relativo allegato nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT). 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it