E-R | BUR

n.295 del 05.10.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione schema nuovo Protocollo di Intesa tra la Regione Emilia-Romagna e le Università di Bologna, Ferrara, Modena-Reggio Emilia e Parma, in attuazione dell'art. 9 della L.R. 23 dicembre 2004, n. 29

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Viste:

- la legge costituzionale n. 3 del 18 ottobre 2001, recante “Modifiche al titolo V° della parte seconda della Costituzione”, che assegna alle Regioni competenze di legislazione concorrente in materia di tutela della salute, di formazione e di ricerca, di professioni;

- la Legge 7 agosto 1990, n. 241, recante “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”, e ss.mm. ed integrazioni, ed in particolare l’art. 15 “Accordi tra pubbliche amministrazioni”;

- il D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 502, recante “Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell'articolo 1 della legge 23 ottobre 1992, n. 421”, e ss. mm. e integrazioni, con particolare riferimento a quelle apportate con il D. Lgs. 19 giugno 1999, n. 229 recante “Norme per la razionalizzazione del Servizio sanitario nazionale a norma dell’art. 1 della legge 30 novembre 1998 n. 419”;

- il D.Lgs. 17 agosto 1999, n. 368, recante “Attuazione della direttiva 93/16/CEE in materia di libera circolazione dei medici e di reciproco riconoscimento dei loro diplomi, certificati ed altri titoli”, e ss.mm. e integrazioni;

- il D.Lgs. 21 dicembre 1999, n. 517, recante “Disciplina dei rapporti fra Servizio sanitario nazionale e Università a norma dell’art. 6 della legge 30 novembre 1998 n. 419”;

- il D.P.C.M. del 24 maggio 2001, recante “Linee guida concernenti i Protocolli di intesa da stipulare tra Regioni e Università per lo svolgimento delle attività assistenziali delle Università nel quadro della programmazione nazionale e regionale ai sensi dell'art. 1, comma 2, del decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 517. Intesa, ai sensi dell'art. 8 della legge 15 marzo 1997, n. 59”;

- la L. 30 dicembre 2010, n. 240, recante “Norme in materia di organizzazione delle università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l’efficienza del sistema universitario”;

- il comma 2 dell’art. 6 del D.L. n. 179/2012, convertito con la L. n. 221/2012, che ha espressamente previsto che, a far data dal 1° gennaio 2013, gli accordi tra pubbliche amministrazioni (art. 15, comma 2 bis, della L. 241/90) sono sottoscritti con firma digitale, con firma elettronica avanzata, ovvero con altra firma elettronica qualificata, pena la nullità degli stessi;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”, e successive modifiche, ed in particolare l’art. 23;

Richiamate:

- la L.r. 26 novembre 2001, n. 43, recante “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss. mm. ed integrazioni;

- la L.r. 24 marzo 2004, n. 6, recante “Riforma del sistema amministrativo regionale e locale. Unione Europea e relazioni internazionali. Innovazione e semplificazione. Rapporti con l’Università” e ss.mm., che, all’art. 53,istituisce la Conferenza Regione-Università, con funzioni di proposta e consultive nelle materie connesse all’attività delle Università, ed, in particolare, nelle materie della cultura, della ricerca e dell'innovazione tecnologica, del sistema formativo e della sanità, nonché funzioni di concertazione, mediante la stipula di accordi e intese fra la Regione e le Università rappresentate;

- la L.r. 23 dicembre 2004, n. 29, recante “Norme generali sull’organizzazione e il funzionamento del Servizio sanitario regionale”, e ss. mm., che disciplina, tra l’altro, le relazioni tra Servizio Sanitario regionale e l’Università, individuando i particolare le materie che formano oggetto di Protocollo d’Intesa tra la Regione e le Università;

- la D.G.R. 14 febbraio 2005, n. 318, recante “Disciplina delle Aziende Ospedaliero-Universitarie, ai sensi dell’art. 9, comma 6, della legge regionale n. 29/2004”, così come modificata dalla D.G.R. 6 agosto 2015, n. 1191, recante “Composizione dei Comitati di Indirizzo delle Aziende Ospedaliero-Universitarie regionali – Modifica della deliberazione di Giunta regionale n. 318/2005”;

- la D.G.R. 14 febbraio 2005, n. 297, recante “Protocollo di Intesa tra la regione Emilia-Romagna e le Università degli studi di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia e Parma, in attuazione dell’art. 9 della L.r. 23 dicembre 2004, n. 29”;

- la D.G.R. n. 66 del 25 gennaio 2016, recante “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la Trasparenza e l’Integrità. Aggiornamenti 2016-2018”;

Dato atto:

- che il Protocollo d’Intesa tra la Regione Emilia-Romagna e gli Atenei aventi sede nel territorio regionale, stipulato nel 2005, ha consentito l’avvio di relazioni stabili tra Regione e Università, e ha definito, insieme ad altri provvedimenti regionali assunti d’intesa, una disciplina organica del funzionamento delle Aziende ospedaliero-universitarie;

- che la Conferenza Regione-Università (C.R.U.), ex comma 3, art. 53 della L.r. n. 6/2004, nella seduta del 17 giugno 2013, ha convenuto sulla proroga formale del Protocollo di cui sopra, attesa la sua validità nell’impianto e nei princípi, intendendolo pertanto ulteriormente rinnovato per quanto non derogato o disapplicato attraverso specifiche nuove intese assunte a livello regionale o locale;

- che con la determinazione del Direttore generale Sanità e Politiche Sociali e per l’Integrazione n. 314 del 14 gennaio 2016, è stato costituito un apposito Gruppo di lavoro con il compito di predisporre una proposta di nuovo Protocollo di Intesa per la definizione dei rapporti fra Servizio Sanitario regionale e Università, e che tale Gruppo di lavoro è stato composto da componenti designati dai Magnifici Rettori delle Università della Regione Emilia-Romagna, nonché da componenti individuati dall’Assessorato alle Politiche per la Salute;

- che il gruppo suddetto ha terminato i propri lavori con l’elaborazione di una proposta di nuovo Protocollo di Intesa attuativo dell’art. 9 della L.r. n. 29/2004, i cui contenuti sono stati oggetto di incontro tra l’Assessore regionale alle Politiche per la Salute e i Magnifici Rettori delle Università della Regione in data 30 giugno 2016;

Ritenuto di procedere all’approvazione del nuovo Protocollo d’Intesa tra la Regione Emilia-Romagna e le Università di Bologna, Ferrara, Modena-Reggio Emilia e Parma, di cui al documento allegato alla presente deliberazione quale parte integrante e sostanziale, in un contesto di continuità con la precedente disciplina, innestando nel sistema delle relazioni Regione-Università le necessarie innovazioni istituzionali e gestionali, tenendo conto delle esigenze di miglioramento dell’efficienza e di adeguamento al nuovo scenario definito dalla legge n. 240/2010 di riforma del Sistema universitario;

Preso atto del parere favorevole espresso dalla IVa Commissione Assembleare “Politiche per la salute e Politiche sociali” nella seduta del 26 luglio 2016;

Dato atto inoltre degli esiti della seduta del 18 luglio 2016 della Conferenza Regione-Università;

Richiamate le proprie deliberazioni n. 628/2015 e sue ss.mm., n. 2189/2015, n. 56/2016, n. 270/2016, n. 622/2016 e n. 702/2016, relative all’organizzazione dell’Ente Regione e alle competenze delle Direzioni generali e dei dirigenti;

Richiamata la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008, “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera n. 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007.” e sue ss. mm. e integrazioni;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

 delibera:

1) di dare atto che in sede di Conferenza Regione-Università il 18 luglio 2016 è stata raggiunta l’intesa sullo schema di Protocollo di cui al testo allegato alla presente deliberazione quale sua parte integrante e sostanziale;

2) di approvare conseguentemente lo schema di Protocollo di Intesa tra la Regione Emilia-Romagna e le Università degli Studi di Bologna, Ferrara, Modena-Reggio Emilia e Parma, di cui al precedente punto 1);

3) di stabilire che la sottoscrizione del Protocollo di Intesa di cui al punto precedente, ai sensi del comma 2 dell'art. 6 del D.L. 179/2012, convertito con la L.R. 221/2012, avvenga con firma digitale, con firma elettronica avanzata, ovvero con altra firma elettronica qualificata;

4) di dare atto infine che, per quanto concerne gli adempimenti richiesti dall’art. 23 del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e ss.mm., si rinvia a quanto espressamente indicato nella propria deliberazione n. 66/2016;

5) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Regione Emilia-Romagna Telematico. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it