E-R | BUR

n.19 del 27.01.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Conclusione dell'Accordo di Programma in variante alla pianificazione territoriale e urbanistica per l'attuazione del progetto ""F.I.Co" nell'ambito del polo funzionale "CAAB" a Bologna ed espressione del parere motivato ai sensi del D.Lgs 152/06

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

 a) di autorizzare l’assessore Raffaele Donini, il Direttore Generale alla Programmazione territoriale e Negoziata, Intese. Relazioni Europee e internazionali, Dott. Enrico Cocchi, il Dirigente responsabile del Servizio pianificazione urbanistica, paesaggio e uso sostenibile del territorio Dott. Roberto Gabrielli, a rappresentare disgiuntamente la Regione Emilia-Romagna nella seduta convocata per la conclusione dell’Accordo di Programma in Variante alla pianificazione territoriale e urbanistica per l'attuazione del progetto "F.I.Co." nell'ambito del polo funzionale "CAAB" a Bologna, prevista per il giorno mercoledì 23 dicembre 2015 ed a sottoscrivere l’Accordo di Programma, anche apportando le modifiche non sostanziali che risultino necessarie per la conclusione del medesimo accordo;

delibera inoltre:

in merito alla Valutazione Ambientale Strategica:

b) di dare atto che la valutazione ambientale dell’Accordo di Programma “F.I.Co. (Fabbrica Italiana Contadina) nel comparto "Parco Agroalimentare di Bologna", è svolta ai sensi dell’art. 5 della L.R. n. 20/2000, come modificato dalla L.R. 6/2009;

c) di esprimere il parere motivato, in merito alla valutazione ambientale dell’Accordo di Programma “F.I.Co. (Fabbrica Italiana Contadina) nel comparto "Parco Agroalimentare di Bologna", con le raccomandazioni di seguito riportate, che non comportano la necessità di apportare modifiche significative all’Accordo:

1) la richiesta di realizzare mq. 2000 destinati a parcheggi pertinenziali del Nuovo Mercato Agroalimentare, che comporta la riduzione della disponibilità aggiuntiva di verde pubblico da 4.819 mq a 2.819 mq, qualora accolta, comporterà la necessità di individuare una adeguata compensazione, in termini di assorbimento equivalente di C02 anche incrementando il contributo al progetto GAIA;

2) si ritiene che il potenziamento del trasporto pubblico locale debba essere funzionale ad un collegamento veloce e diretto tra F.I.Co. e la stazione ferroviaria e il centro cittadino, come previsto nel PTCP della Città metropolitana di Bologna;

3) il potenziamento del trasporto pubblico locale debba servire, in modo rapido, non solo “F.I.Co." ma tutta l'area del comparto, compresa l'area direzionale della fiera district; al fine di conseguire un più efficace contenimento dell'uso dei mezzi privati e una maggior riduzione dell'emissione di gas serra;

4) prima dell'avvio della cosiddetta "seconda fase", siano definiti gli interventi da mettere in atto nel caso in cui il monitoraggio registri impatti negativi superiori alle previsioni contenute nello SCAT;

5) il Piano di Monitoraggio dovrà individuare gli eventi “critici” (massimo afflusso in occasioni di eventi particolari di F.I.Co. e contemporaneamente ad un evento fieristico);

6) si ritiene che la qualità dell'aria vada monitorata non solo nel mese di maggio, ma anche nei mesi invernali (gennaio/febbraio) e in concomitanza con i maggiori eventi fieristici;

d) di trasmettere, ai sensi dell’art. 16, del D. Lgs 152/06 come modificato dal D.Lgs. 4/08, copia della presente deliberazione al Comune di Bologna e alla Città metropolitana di Bologna; al riguardo si ricorda che, ai sensi dell’art. 17, del D.Lgs 152/06 come modificato dal D.Lgs. 4/08, si dovrà provvedere a rendere pubblica la decisione finale in merito all’approvazione dell’Accordo, nonché il parere motivato, la Dichiarazione di sintesi e le misure adottate in merito al monitoraggio;

e) i informare che è possibile prendere visione dell’Accordo e di tutta la documentazione oggetto dell’istruttoria presso la Regione Emilia-Romagna, Via della Fiera n.8 - Bologna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale;

f) di pubblicare in estratto la presente determinazione nel Bollettino ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

g) di rendere pubblico attraverso la pubblicazione sul proprio sito web, ai sensi dell’art. 17, del D.Lgs 152/06 come modificato dal D.Lgs. 4/08 la presente deliberazione.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it