E-R | BUR

n.162 del 02.11.2011 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Bando per l'assegnazione di 20 voucher individuali per l'accesso al master interuniversitario di II livello “Cultura dell'innovazione e sviluppo sostenibile” - Programma operativo Regione Emilia-Romagna, Obiettivo “Competitività regionale Occupazione” Fondo Sociale Europeo 2007 - 2013 “Interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e dell’innovazione tecnologica Asse IV Capitale Umano”

Il Consorzio Spinner di Bologna in qualità di Organismo Intermediario per la gestione della Sovvenzione Globale “Interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e dell’innovazione tecnologica Asse IV Capitale Umano” del Programma Operativo della Regione Emilia-Romagna FSE obiettivo 2 “Competitività ed Occupazione” 2007-2013 ( deliberazione della Giunta regionale n. 237 del 25 febbraio 2008 e deliberazione della Giunta regionale n. 79 del 24 gennaio 2011) bandisce:

l’assegnazione di 20 voucher individuali per l’accesso al master interuniversitario di II Livello “Cultura dell’innovazione e sviluppo sostenibile”.

Invito aperto: fino a lunedì 19 dicembre 2011, ore 17.

Copia integrale del bando e la domanda di assegnazione per la presentazione della domanda sono disponibili all’indirizzo internet www.spinner.it o presso il Consorzio Spinner, Villa Gandolfi Pallavicini, Via Martelli n.ri 22/24 - 40138 Bologna.

Per ulteriori informazioni è possibile fare riferimento ai seguenti Spinner Point territoriali, i cui recapiti sono disponibili sul sito www.spinner.it:

  • Spinner Point di Bologna
  • Spinner Point Enti di Ricerca
  • Spinner Point Imola
  • Spinner Point Area Romagna
  • Spinner Point di Ferrara
  • Spinner Point di Modena
  • Spinner Point di Reggio Emilia
  • Spinner Point di Parma
  • Spinner Point di Piacenza

Per informazioni è inoltre possibile inviare una e-mail all’indirizzo info@spinner.it o telefonare al Consorzio Spinner al numero 051/6014300 dalle 9.30 alle 12.30 dal lunedì al venerdì e dalle 14.30 alle 16.30 dal lunedì al giovedì.

Regolamento per l’assegnazione dei voucher individuali

Premesso che il presente bando fa riferimento:

- Regolamento n. 1081/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006, relativo al Fondo sociale europeo e recante abrogazione del regolamento (CE) n. 1784/1999;

- Regolamento n. 396/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento n. 1081/2006 relativo al Fondo sociale europeo per estendere i tipi di costi ammissibili a un contributo del FSE;

- Regolamento n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio 2006, recante le disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione, e che abroga il regolamento (CE) n. 1260/1999;

- Regolamento n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile 2009 che modifica il regolamento (CE) n. 1083/2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione, per quanto riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;

- Regolamento n. 539/2010 del parlamento Europeo e del Consiglio del 16 giugno 2010 che modifica il regolamento n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;

- Regolamento n. 1828/2006 della Commissione dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/06 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/06 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale;

- Regolamento 846/2009 della Commissione dell’ 1 settembre 2009, che modifica il Reg. n. 1828/2006 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/06 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/06 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale;

- Deliberazione del C.I.P.E. n. 36 del 15/6/2007 (pubblicata sulla GU n. 241 del 16/10/2007) concernente “Definizione dei criteri di cofinanziamento nazionale degli interventi socio strutturali comunitari per il periodo di programmazione 2007/2013”;

- alla decisione comunitaria di approvazione del Quadro Strategico Nazionale n. C(2007) 3329 del 13/7/2007;

- Decreto del Presidente della Repubblica del 3/10/2008 “Regolamento di esecuzione del Regolamento (CE) 1083/2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 294 del 17/12/2008;

- Decisione di approvazione C(2007)5327 del 26/10/2007 del “Programma Operativo regionale per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 - Ob. 2 Competitività e Occupazione da parte della Commissione Europea;

- Delibera di Giunta regionale n. 1681 del 12/11/2007 recante “POR FSE Emilia-Romagna obiettivo 2 “Competitività regionale ed occupazione” 2007-2013- Presa d’atto della decisione di approvazione della Commissione Europea ed individuazione dell’Autorità di Gestione e delle relative funzioni e degli Organismi Intermedi”;

- L.R. n. 12 del 30 giugno 2003, “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” ed in particolare l’art. 13 “Finanziamento dei soggetti e delle attività”;

- L.R. n. 17 dell’ 1 agosto 2005, “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del Lavoro”;

- Delibera dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna n. 101 dell’1/3/2007 “Programma Operativo regionale per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 - Ob. 2 Competitività e Occupazione. (Proposta della Giunta regionale in data 12/2/2007, n. 159”;

- Delibera dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna n. 38 del 29/3/2011 “Linee di programmazione e indirizzi per il sistema formativo e per il lavoro 2011/2013. (Proposta della Giunta regionale in data 7 marzo 2011, n. 296)”;

- Deliberazione della Giunta regionale n. 532 del 18/4/2011 “Approvazione di un Accordo fra Regione e Province dell’Emilia-Romagna per il coordinamento della programmazione 2011/2013 per il sistema formativo e per il Lavoro (L.R. 12/03 - L.R. 17/5);

- Deliberazione della Giunta regionale n. 105 del 1/2/2010 “Revisione alle disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 11/2/2008 n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla Deliberazione della Giunta regionale 14/2/2005, n. 265”;

- Deliberazione della Giunta regionale n. 1953 del 10/12/2007 “Avviso pubblico per la selezione dell’organismo intermediario della sovvenzione globale ‘interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e della innovazione tecnologica”;

- Deliberazione della Giunta regionale n. 237 del 25/2/2008 “Individuazione dell’organismo intermedio per la gestione della sovvenzione globale, approvazione del progetto esecutivo e assegnazione finanziamento in attuazione della DGR 1953/07”.

- Convenzione per la gestione della Sovvenzione Globale per l’attuazione di “Interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e della innovazione tecnologica” tra la Regione Emilia-Romagna ed il Consorzio Spinner firmata in data 10 marzo 2008 - Rep. n. 3747;

- Deliberazione della Giunta regionale n. 79 del 24/1/2011 “P.O.R. FSE 2007/2013. Finanziamento progetto esecutivo per la gestione della sovvenzione globale - Rinnovo convenzione con il Consorzio Spinner di Bologna periodo 2011-2013”;

- Convenzione per la gestione della Sovvenzione Globale per l’attuazione di “Interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e della innovazione tecnologica - IV - V - VI Annualità” tra la Regione Emilia-Romagna ed il Consorzio Spinner firmata in data 8 marzo 2011;

Tanto premesso, il Consorzio Spinner rende noto che l’assegnazione e l’erogazione dei voucher oggetto della presente bando sarà regolata dalle seguente norme.

Art. 1 - Finalità e oggetto del bando

La Sovvenzione Globale “Interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e della innovazione tecnologica” - in breve Spinner 2013 - rappresenta uno strumento di intervento promosso dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del Fondo Sociale Europeo in particolare dell’Asse IV Capitale Umano, che si pone la finalità di qualificare l’obiettivo della società della conoscenza innalzando il livello qualitativo e quantitativo dell’offerta formativa, orientandola verso ambiti prioritari di interesse per il sistema economico, caratterizzati da elevato contenuto innovativo e tecnologico e favorendo la creazione di reti di istituzioni e soggetti pubblici e privati.

Obiettivi specifici della Sovvenzione Globale sono la creazione e/o il rafforzamento di reti tra università, centri tecnologici di ricerca, mondo produttivo e istituzionale, istituzioni scolastiche, istituti di istruzione superiore per promuovere l’innovazione e la ricerca e generare impatti positivi su aree strategiche per lo sviluppo economico regionale.

Il presente bando ha per oggetto l’assegnazione di 20 voucher a copertura parziale della quota di iscrizione alMaster interuniversitario “Cultura dell’innovazione e sviluppo sostenibile”- approvato dal Senato Accademico dell’ Università di Bologna, per l’a.a. 2011 - 2012 e realizzato in convenzione con le Università di Ferrara, Modena Reggio Emilia e Parma.

Con il termine “voucher” si fa riferimento ad un’agevolazione finanziaria erogata dal Consorzio Spinner esclusivamente per l’iscrizione e la frequenza al Master interuniversitario di II livello “Cultura dell’innovazione e sviluppo sostenibile”. Per potervi accedere il proponente dovrà presentare al Consorzio Spinner, secondo le modalità di seguito indicate, la propria richiesta utilizzando l’apposita Domanda di assegnazione, reperibile al sito www.spinner.it (sezione bandi e modulistica).

Art. 2 - Il Master

Il Master interuniversitario “Cultura dell’innovazione e sviluppo sostenibile”, approvato dal Senato Accademico dell’ Università di Bologna, per l’a.a. 2011 - 2012,è realizzato in convenzione con le Università di Ferrara, Modena Reggio Emilia e Parma.

Il Master intende fornire ai partecipanti conoscenze e competenze negli ambiti:

  • della gestione di progetti complessi a carattere innovativo, fondati sulle nuove tecnologie, sullo sviluppo della creatività e sui requisiti della sostenibilità, intesa nelle sue varie declinazioni tecniche e sociali;
  • della ricerca, valorizzazione, attrazione di talenti e del capitale umano per l’innovazione;
  • dello sviluppo di programmi e politiche innovative all’interno di istituzioni ed enti preposti;
  • della gestione di processi di innovazione sostenibile, tecnologica e organizzativa, nella P.A. e nell’impresa privata di produzione e di servizi.

I criteri per l’ammissione al Master - le cui iscrizioni sono aperte fino al 09 dicembre 2011 - sono indicati nell’apposito bando di concorso reperibile sul portale web dell’Ateneo di Bologna www.unibo.it. L’accesso al Master è regolato dalla graduatoria stilata dalla Commissione di Selezione del Master.

Il titolo rilasciato ai beneficiari sarà il Diploma di Master Universitario di II livello.

Art. 3 - Requisiti dei destinatari dei voucher  

Possono candidarsi all’assegnazione del voucher laureati, indipendentemente dalla condizione occupazionale, residenti o domiciliati in Emilia-Romagna e in possesso dei seguenti titoli di accesso:

- tutte le lauree magistrali e specialistiche;

- tutte le lauree del vecchio ordinamento.

I diplomi di laurea di cui sopra, per costituire titoli validi di accesso, devono essere posseduti dal candidato al momento dell’immatricolazione al Master.

Condizione per la richiesta del voucher è avere fatto domanda per accedere al Master interuniversitario “Cultura dell’innovazione e sviluppo sostenibile”, approvato dall’Università di Bologna, ed attuato in convenzione con le Università di Ferrara, Modena - Reggio Emilia e Parma.

Non possono fare richiesta di voucher:

- i beneficiari di altre agevolazioni finanziarie erogate da Spinner 2013;

- coloro che hanno contratti di lavoro di qualunque natura con il Consorzio Spinner o con gli enti consorziati.

Art. 4 - Ammontare del voucher  

Il voucher, dell’ammontare di € 5.000 assegnato alla singola persona, è finalizzato esclusivamente al rimborso di parte della quota di iscrizione al Master, pari a € 7.000.

Il numero massimo di voucher assegnabili è pari a 20.

Art. 5 - Modalità e termini di presentazione della domanda di voucher  

Per richiedere il voucher l’interessato dovrà presentare la domanda di assegnazione disponibile sul sito internet all’indirizzo www.spinner.it. o presso uno degli Spinner Point agli indirizzi sopra indicati.

La domanda di assegnazione del voucher firmata in originale e corredata dalla fotocopia leggibile di un documento di riconoscimento valido, dovrà essere inviata tramite raccomandata a/r o recapitata a mano, obbligatoriamente entro e non oltre la data di lunedì 19 dicembre 2011 (orario 9 - 13 e 14 - 17), presso Consorzio Spinner Via Martelli n.22/24 - 42138 Bologna, in busta perfettamente chiusa firmata sui lembi e riportante all’esterno, oltre all’indicazione del mittente, la dicitura: “Voucher Master interuniversitario “Cultura dell’innovazione e sviluppo sostenibile” 2011/2012 Consorzio Spinner.

Si precisa che non farà fede il timbro postale.

Il candidato sarà ritenuto responsabile della correttezza e della veridicità delle informazioni fornite ai sensi del codice penale e della legislazione in materia di autocertificazione.

Gli uffici si riservano altresì la facoltà di richiedere ulteriore documentazione a sostegno della veridicità delle informazioni fornite al momento della presentazione della domanda di voucher.

Alla domanda presentata sarà assegnato un numero di protocollo progressivo secondo l’ordine d’arrivo.

Al termine della scadenza indicata e contestualmente alle procedure di valutazione e selezione dei candidati per l’accesso al Master sarà elaborato l’elenco degli aspiranti all’attribuzione dei voucher, secondo le modalità di cui al successivo art. 6.

Art. 6 - Ammissibilità delle domande e finanziamento dei voucher  

Le domande sono ritenute ammissibili se:

- pervenute entro il termine di scadenza previsto;

- presentate da soggetti in possesso dei requisiti indicati all’art. 3 del presente bando;

- debitamente compilate sull’apposita domanda di assegnazione sottoscritta e corredate della documentazione richiesta.

L’elenco delle domande ammissibili sarà pubblicato sul sito internet del Consorzio www.spinner.it. L’esito della verifica di ammissibilità sarà comunicato ai candidati mediante invio di e-mail.

Il voucher sarà assegnato ai primi 20 (venti) classificati della graduatoria stilata dalla Commissione di Selezione del Master e che risultino nell’elenco delle domande ammissibili al finanziamento.

Si precisa che la selezione delle domande di ammissione al Master per la definizione della graduatoria seguirà quanto previsto dagli art. 6 “Procedure di selezione e calendario delle prove” e art. 7 “Formazione ed approvazione della graduatoria” del bando di concorso per l’ammissione al Master. Il bando di concorso è reperibile sul portale web dell’Ateneo di Bologna www.unibo.it.

In caso di rinuncia all’immatricolazione al Master di uno o più assegnatari del voucher, si procederà allo scorrimento della graduatoria e fino ad esaurimento della stessa.

L’elenco degli assegnatari del voucher sarà pubblicato sul sito internet del Consorzio www.spinner.it. I beneficiari del voucher riceveranno comunicazione mediante invio di e-mail.

Art. 7 - Modalità di erogazione degli assegni formativi

L’assegnazione dei voucher nonché la loro possibile revoca saranno regolate da un apposito atto giuridico (atto di assegnazione), sottoscritto dal Consorzio Spinner e dall’assegnatario per accettazione, nel quale saranno specificate l’entità del voucher, i terminie le relative modalità di accesso e di erogazione.

Il voucher sarà erogato a scelta dell’assegnatario in una delle seguenti modalità:

1. a titolo di anticipo a seguito della sottoscrizione dell’atto di assegnazione e in due soluzioni:

 - una prima rata pari a 2.500,00 € (50% del valore totale del voucher) a seguito:

  • della presentazione di copia della quietanza di pagamento della I rata di immatricolazione al Master;
  • di garanzia fideiussoria stipulata per un importo corrispondente al valore dell’anticipazione ricevuta, rilasciata secondo lo schema dell’art. 47 del DM 22 aprile 1997;

 - una seconda rata pari a 2500,00 € (il restante 50% del valore totale del voucher) a seguito:

  • della dichiarazione di raggiungimento della frequenza del 70% dell’attività prevista (in particolare le assenze relative alle ore di aula e di stage non potranno superare il 30% del monte ore previsto per ciascuna attività), da rendersi ai sensi dell’art. 47 del DPR 445/00 e controfirmata dal Coordinatore del corso;
  • della presentazione di copia della quietanza di pagamento della II rata di immatricolazione al master; 

2. al termine del Master (per “Termine del Master” si intende, in questo specifico caso, il momento in cui il beneficiario raggiunge il 70% delle presenze alle ore di didattica e di stage previste dal piano didattico del Master), a seguito della sottoscrizione dell’atto di assegnazione, mediante erogazione in un’unica soluzione a seguito: 

  • della dichiarazione di raggiungimento della frequenza del 70% dell’attività prevista (in particolare le assenze relative alle ore di aula e di stage non potranno superare il 30% del monte ore previsto per ciascuna attività), da rendersi ai sensi dell’art. 47 del DPR 445/00 e controfirmata dal Coordinatore del corso;
  • della presentazione di copia della quietanza di pagamento delle due rate di immatricolazione al master. 

Il pieno beneficio del voucher è subordinato al completo e conforme adempimento di tutti gli impegni dell’utente previsti nel “Disciplinare informativo” reperibile sul sito www.spinner.it.

Art. 8 - Adempimenti dell’assegnatario

L’assegnatario del voucher, pena la revoca, dovrà ottemperare alle disposizioni riportate nel “Disciplinare informativo”, così come da impegno sottoscritto al momento della presentazione della domanda.

In particolare dovrà:

- frequentare almeno il 70% delle ore di attività del master. In particolare le assenze relative alle ore di didattica e stage non potranno superare il 30% del monte ore totale previsto per ciascuna attività (378 ore di didattica, 450 ore di stage);

- dare comunicazione immediata in caso di rinuncia, od interruzione a Consorzio Spinner, Segreteria Master Innovazione, Villa Gandolfi Pallavicini, Via Martelli n.22/24 - 40138 Bologna, inviando una lettera firmata in originale tramite raccomandata a.r oppure un fax allo 051/532691 o una e.mail all’indirizzo segreteriatecnica@spinner.it;

- inviare la documentazione richiesta per consentire il pagamento del voucher, in base alla modalità prescelta, secondo quanto indicato al precedente art. 7.

Nel caso in cui il Master non venga attivato non si procederà all’erogazione del voucher.

Art. 9 - Dotazione finanziaria  

La fonte di finanziamento è la Sovvenzione Globale “Interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e della innovazione tecnologica” del POR FSE Regione Emilia-Romagna 2007-2013, Asse IV ‘Capitale Umano’ (deliberazione della Giunta regionale n. 237 del 25 febbraio 2008 e deliberazione della Giunta regionale n. 79 del 24 gennaio 2011).

La dotazione finanziaria complessiva del presente bando è di € 100.000,00 (centomila/00).

Art. 10 - Responsabile del procedimento  

Il Responsabile del procedimento ai sensi delle L. 241/90 è il Presidente del Consorzio Spinner Paolo Bonaretti.

Per informazioni è possibile contattare il Consorzio SPINNER inviando una e-mail all’indirizzo info@spinner.it o inviando un fax al numero 051/532691.

Art. 11 - Foro competente  

Per tutte le controversie che si dovessero verificare si elegge quale foro competente quello di Bologna.

Art. 12 - Tutela della privacy  

Tutti i dati personali di cui il Consorzio Spinner venga in possesso in occasione dell’espletamento del presente avviso verranno trattati nel rispetto del DLgs 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali”. La relativa “Informativa” è parte integrante del presente avviso.

Informativa per il trattamento dei dati personali

1. Premessa

Ai sensi dell’art. 13 del DLgs 196/03 - “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito denominato “Codice”), il Consorzio Spinner, in qualità di “Titolare” del trattamento, è tenuto a fornirle informazioni in merito all’utilizzo dei suoi dati personali.

2. Fonte dei dati personali

La raccolta dei suoi dati personali viene effettuata registrando i dati da lei stesso forniti, in qualità di interessato, al momento della presentazione al Consorzio Spinner della candidatura e durante tutte le fasi successive di comunicazione.

3. Finalità del trattamento

I dati personali sono trattati per le seguenti finalità:

a) registrare i dati relativi ai candidati che intendono presentare domanda di partecipazione al bando per l’accesso alle agevolazioni previste dalla Sovvenzione Globale Spinner 2013;

b) realizzare attività di istruttoria e valutazione sulle candidature pervenute, nonché di pubblicazione delle graduatorie previste nel presente bando;

c) inviare - anche a mezzo posta elettronica - comunicazioni circa la pubblicazione di bandi per accesso alle agevolazioni Spinner 2013, l’organizzazione di seminari, conferenze, eventi, organizzati dal Consorzio Spinner;

d) realizzare attività di verifica e controllo previste dalle normative vigenti in materia;

e) far conoscere e diffondere le proprie iniziative ed attività su temi dell’economia della conoscenza, dell’imprenditorialità innovativa e del sistema della ricerca.

Per garantire l’efficienza del servizio, la informiamo inoltre che i dati potrebbero essere utilizzati per effettuare prove tecniche e di verifica.

4. Modalità di trattamento dei dati

In relazione alle finalità descritte, il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità sopra evidenziate e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi.

5. Facoltatività del conferimento dei dati

Il conferimento dei dati, è facoltativo, ma per accedere alle agevolazioni, è strettamente necessario per il corretto espletamento da parte del Consorzio Spinner della procedura di valutazione della candidatura e il loro mancato conferimento potrebbe comportare la mancata inclusione del candidato nella stessa (punto 3 “Finalità del trattamento”).

6. Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di Responsabili o Incaricati

I dati personali di cui sopra potranno essere comunicati o diffusi ad altri soggetti sempre e comunque con riferimento ad attività svolte nell’ambito della Sovvenzione Globale Spinner2013.

Essendo la Sovvenzione Globale “Spinner2013” realizzata con finanziamenti pubblici comunitari e soggetta, pertanto a controlli amministrativi, i dati personali potranno essere comunicati, previa richiesta, ad enti preposti ad effettuare i controlli previsti dalle norme di legge e/o regolamenti regionali, ministeriali e comunitari.

Altresì tali dati potranno essere comunicati o diffusi ad enti convenzionati con il Consorzio Spinner per le finalità o le attività svolte nell’ambito della Sovvenzione Globale, e previa loro esplicita richiesta dalle Università presenti sul territorio dell’Emilia-Romagna.

Gli enti convenzionati e le Università dell’Emilia-Romagna potranno utilizzare tali dati per far conoscere e diffondere le proprie iniziative ed attività su temi dell’economia della conoscenza, dell’imprenditorialità innovativa e del sistema della ricerca.

La informiamo inoltre che i Suoi dati personali saranno trattati nel rispetto delle norme vigenti con l’adozione delle misure di protezione necessarie ed adeguate per garantire la sicurezza e la riservatezza delle informazioni.

Il conferimento dei Suoi dati per accedere alle agevolazioni è strettamente necessario per il corretto espletamento da parte del Consorzio Spinner della procedura di valutazione della candidatura e il loro mancato conferimento potrebbe comportare la mancata inclusione del candidato nella stessa.

7. Diritti dell’interessato

La informiamo, infine, che la normativa in materia di protezione dei dati personali (art. 7 del “Codice”) conferisce agli Interessati la possibilità di esercitare specifici diritti.

In particolare, l’interessato può ottenere la conferma dell’esistenza o meno di propri dati personali e richiedere che tali dati vengano messi a sua disposizione in forma intellegibile. L’interessato può altresì chiedere di conoscere l’origine dei dati nonché la logica e finalità su cui si basa il trattamento; di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l’aggiornamento, la rettificazione o, se vi è interesse, l’integrazione dei dati; di opporsi, per motivi legittimi, al trattamento degli stessi.

L’Interessato ha il diritto di accedere ai dati che lo riguardano e di esercitare i diritti di integrazione, rettificazione, aggiornamento, ecc., garantiti dall’art. 7 del Decreto legislativo 196/03 sopra riportato, rivolgendosi all’indirizzo privacy@spinner.it.

8. Titolare del trattamento

Il Titolare del trattamento dei dati personali di cui alla presente Informativa è il Consorzio Spinner, con sede in Bologna, Villa Gandolfi Pallavicini Via Martelli n. 22-24 cap 40138.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it