E-R | BUR

n.172 del 13.06.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Attribuzione assegno formativo per la frequenza al corso di Laurea triennale nell'ambito di un contratto di alta formazione e ricerca presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore in attuazione della D.G.R. n. 2169/2016. Assunzione impegni di spesa. CUP E43B16000010009. Accertamento entrate

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

 Visti: 

– il D.Lgs. 15 giugno 2015, n.81 “Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell'articolo 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183” e ss.mm.;

– il Decreto Interministeriale del 12/10/2015 che definisce gli standard formativi dell'Apprendistato e i criteri generali di attuazione ex art. 43 del D.lgs. 81 del 15 giugno 2015; 

Viste le leggi regionali: 

– n. 12 del 30/6/2003“Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e ss.mm.ii., ed in particolare l’art. 14 “Assegni formativi” e l’art. 36 “Formazione degli apprendisti”;

– n. 17 dell’1/8/2005 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro” e ss.mm., ed in particolare l’art. 30 “Apprendistato per l’acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione” e l’art. 31 “Sostegno e qualificazione della formazione nei contratti di apprendistato”;

Richiamate le deliberazioni della Giunta regionale:

– n. 963 del 21 giugno 2016 “Recepimento del decreto interministeriale 12/10/2015 e approvazione dello schema di protocollo d'intesa tra Regione Emilia-Romagna, Ufficio Scolastico Regionale, Università, Fondazioni ITS e parti sociali sulla "Disciplina di attuazione dell'apprendistato ai sensi del D.Lgs 81/2015 e del decreto interministeriale 12/10/2015" - Attuazione art. 54 della L.R. 9/2016”;

– n. 1859 del 9 novembre 2016 “Modalità di erogazione degli assegni formativi (voucher) per il rimborso dell'offerta formativa relativa alle tipologie di apprendistato di cui agli articoli 43 e 45 del D.Lgs. 81/2015 in attuazione della DGR 963/2016”;

– n. 2169 del 13 dicembre 2016 “Approvazione delle procedure per rendere disponibile l'offerta formativa in attuazione di quanto previsto dalla D.G.R. 963/2016 - Apprendistato per la Laurea triennale, magistrale e magistrale a ciclo unico, Apprendistato per il Master di I e di II livello, Apprendistato per il Dottorato di ricerca, Apprendistato per attività di ricerca”;

– n. 683 del 22 maggio 2017 “Individuazione, in attuazione della propria deliberazione n. 1859/2016, del canale di finanziamento dell’offerta selezionata ai sensi di quanto previsto dalla propria deliberazione n. 2169/2016, e modifica delle proprie deliberazioni nn. 1151/2012, 1021/2013 e 1151/2014”;

Dato atto che nel dispositivo della sopra richiamata deliberazione n. 683/2017 si stabilisce, al punto 1), che la componente formativa del contratto di Apprendistato per la laurea triennale, magistrale e magistrale a ciclo unico, di Apprendistato per il master di I e II livello, di Apprendistato per il dottorato di ricerca, di Apprendistato per attività di ricerca, così come selezionata in attuazione di quanto previsto dalla citata deliberazione n.2169/2016, sia finanziata, attraverso gli assegni formativi (voucher), con le risorse di cui al Programma Operativo Regionale FSE 2014/2020 – Obiettivo tematico 10 – Priorità di investimento 10.4, con le modalità e nei termini di cui alla citata deliberazione n.1859/2016;

Richiamata la determinazione del Direttore della Direzione generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa n.8881 del 6/6/2017 “Approvazione delle nuove linee guida per l'assegnazione degli assegni formativi (voucher) relativi all'offerta formativa nell'ambito dei contratti di apprendistato, di cui agli articoli n.43 e n.45 del d.lgs. 81/2015 e ss.mm., secondo quanto definito dalla D.G.R. n.1859/2016 individuazione dei responsabili di servizio competenti nelle varie fasi in cui si articola il procedimento”, con la quale, tra l’altro, individua, a seguito del nuovo assetto organizzativo e delle relative competenze dei Servizi di questa Direzione Generale, la seguente ripartizione delle competenze tra i vari Dirigenti interessati dalla procedura in oggetto:

- il Responsabile del Servizio “Attuazione degli interventi e delle politiche per l'istruzione, la formazione e il lavoro”, provvederà all’istruttoria delle richieste di attribuzione dell’assegno formativo che perverranno con riferimento all’offerta validata e presentata in risposta agli Inviti di cui alle deliberazioni della Giunta regionale nn. 1979/2016 e 2169/2016, e con proprie successive determinazioni provvederà all’assegnazione degli assegni formativi (voucher) e all’assunzione della relativa obbligazione contabile;

- il Responsabile del Servizio “Gestione e liquidazione degli interventi delle politiche educative, formative e del lavoro e supporto all'Autorità di gestione FSE”, provvederà con proprie successive determinazioni, alla liquidazione ed erogazione degli assegni formativi (voucher) di cui all’allinea che precede;

Richiamata, altresì, la determinazione del Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro n. 14127 dell’11/9/2017 “Validazione delle candidature pervenute in risposta all'Invito di cui all'Allegato 1 della DGR 2169/2016 per la costituzione del Catalogo dell'offerta per Apprendistato per la Laurea triennale, Magistrale e Magistrale a ciclo unico, Apprendistato per il Master di I e di II livello, Apprendistato per il Dottorato di ricerca - IV provvedimento”;

Dato atto inoltre che, ai sensi delle citate Linee guida, congiuntamente alla richiesta di attribuzione dell’assegno formativo devono essere inviate dall'Ateneo: 

– la dichiarazione congiunta di impegno per l’attribuzione dell’assegno formativo;

– la copia del protocollo stipulato fra l’Ateneo e il Datore di lavoro;

– la copia del piano formativo individuale;

Preso atto che è pervenuta, con le modalità di cui alla sopra citata deliberazione di Giunta n. 1859/2016 e determinazione n. 8881/2017, la dichiarazione di impegno - attribuzione di assegno formativo sottoscritta congiuntamente dall’apprendista Piergiorgio Reggiani e dal legale rappresentante dell’Università, con prot. n. PG/2018/261264 del 12/4/2018, per la frequenza ad un corso di laurea triennale in Economia Aziendale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di cui alla citata determinazione n. 14127/2017 relativa all’annualità 2017-2018, come indicato nell’Allegato 1), parte integrante e sostanziale del presente atto, nonché la documentazione stabilita dalla determinazione n. 8881/2017, conservate agli atti dello scrivente Servizio;

Dato atto che, con riferimento ai requisiti di cui alle citate deliberazione n. 1859/2016 e determinazione n. 8881/2017, codesto Servizio ha effettuato l’istruttoria dalla quale si evince che la richiesta di attribuzione dall’apprendista Piergiorgio Reggiani risulta ammissibile;

Ritenuto opportuno assegnare al citato apprendista indicato nell’Allegato 1), parte integrante e sostanziale del presente atto, l’assegno formativo (voucher) quale rimborso delle spese dirette ed accessorie sostenute in relazione alla fruizione del corso universitario di laurea triennale, per l’annualità frequentata, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore sede di Piacenza, di cui alla citata determinazione del Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro n. 14127/2017 per un importo di Euro 5.000,00;

Richiamato il punto relativo alle modalità di erogazione voucher delle linee guida della citata determinazione n. 8881/2017, si provvede pertanto a rimborsare al voucherista l’importo della tassa di iscrizione e a erogare direttamente all’Ateneo, in nome e per conto del voucherista, l’importo del contributo aggiuntivo relativo al servizio personalizzato;

Dato atto che è stato assegnato dalla competente struttura ministeriale per il progetto di investimento pubblico inerente l’attività formativa oggetto del presente provvedimento il codice C.U.P. (codice unico di progetto) come indicato nell’allegato 1), parte integrante e sostanziale del presente atto;

Richiamate:

- la legge 16 gennaio 2003, n.3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione” in particolare l’art. 11;

- la Legge 13 agosto 2010, n.136 recante “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e ss.mm.;

- la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011 n. 4 in materia di tracciabilità finanziaria ex art. 3, legge 13 agosto 2010, n. 136” e successivo aggiornamento;

Richiamati inoltre:

– il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 recante “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

– la deliberazione della Giunta Regionale n. 93 del 29 gennaio 2018 recante ”Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020” ed in particolare l'allegato B) "Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020";

– la deliberazione della Giunta regionale n. 121/2017 "Nomina del responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza";

– la deliberazione della Giunta regionale n. 468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

– le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della deliberazione della Giunta regionale n. 468/2017;

Attestato che il sottoscritto dirigente, responsabile del procedimento, non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Richiamate le Leggi Regionali:

– n. 40/2001 "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4" per quanto applicabile;

– n. 43/2001 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.;

– n. 25/2017 recante "Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2018";

– n. 26/2017 recante "Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2018-2020 (legge di stabilità regionale 2018)";

– n. 27/2017 recante "Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2018-2020";

Richiamata la Deliberazione della Giunta regionale n. 2191/2017 recante “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della regione Emilia-Romagna 2018-2020”;

Visto il Decreto Legislativo 23 giugno 2011, n. 118 ad oggetto “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti Locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

Ritenuto che ricorrano gli elementi di cui al sopra citato D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm. ii. in relazione anche all’esigibilità della spesa nell’anno 2018 e che, pertanto, l’impegno di spesa possa essere assunto con il presente atto a favore dell’apprendista Piergiorgio Reggiani, indicato nell’Allegato 1), parte integrante e sostanziale del presente atto, per l’importo complessivo di Euro 5.000,00 sul bilancio finanziario gestionale 2018-2020, anno di previsione 2018;

Preso atto che la procedura dei conseguenti pagamenti che saranno disposti in attuazione del presente atto è compatibile con le prescrizioni previste dall'art. 56, comma 6, del citato D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

Dato atto che, a fronte degli impegni di spesa assunti col presente atto sui Capitoli finanziati da trasferimenti erogati “a rendicontazione”, si matura un credito pari ad Euro 4.250,00 (di cui Euro 2.500,00 nei confronti dell’Unione Europea ed Euro 1.750,00 nei confronti del Ministero dell’Economia e delle Finanze per cofinanziamento nazionale);

Viste le seguenti Deliberazioni della Giunta regionale:

– n. 2416/2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera n.999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n.450/2007” e ss.mm. per quanto applicabile;

– n. 270/2016 recante “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviate con Delibera 2189/2015”;

– n. 622/2016 recante "Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

– n. 702/2016 recante “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali - Agenzie - Istituto, e nomina dei Responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe per la stazione appaltante”;

– n. 1107/2016 recante "Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

– n. 477/2017 recante “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali Cura della persona, Salute e Welfare; Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni e autorizzazione al conferimento dell'interim per un ulteriore periodo sul Servizio Territoriale agricoltura, caccia e pesca di Ravenna”;

Richiamate infine:

– la Deliberazione della G.R. n. 2204 del 28/12/2017 ad oggetto “Assunzioni per il conferimento di incarico dirigenziale, ai sensi dell’art.18 della L.R. n. 43/2001, presso la Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa – Scorrimento graduatorie”;

– la determinazione n. 52 del 9/1/2018 ad oggetto “Conferimento di 2 incarichi dirigenziali con responsabilità di Servizio presso la Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa”;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

Dato atto degli allegati visti di regolarità contabile;

determina:

per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate:

1) di assegnare l’assegno formativo (voucher), all’apprendista Piergiorgio Reggiani di cui all’Allegato 1), parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, per l’annualità frequentata, quale rimborso delle spese dirette ed accessorie sostenute in relazione alla fruizione del corso universitario di Laurea triennale in Economia Aziendale di cui alla determinazione del Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro n. 14127/2017 per un importo complessivo di Euro 5.000,00, a valere sulle risorse di cui al Programma Operativo Regionale FSE 2014/2020 – Obiettivo tematico 10 – Priorità di investimento 10.4;

2) di dare atto che il Codice Unico di Progetto (CUP) assegnato al progetto inerente l’attività formativa oggetto del presente provvedimento è indicato all’Allegato 1) di cui al punto che precede;

3) di imputare la somma complessiva di Euro 5.000,00 come segue: 

. per Euro 2.500,00:

– quanto a Euro 1.250,00 registrata al n. 4604 di impegno sul Capitolo di spesa U75567 ”Assegnazione alle famiglie per voucher, incentivi e azioni finalizzate alla crescita e all’occupazione (Obiettivo “Investimenti a favore della crescita e occupazione” – Programma Operativo Regionale 2014/2020 – Contributo CE sul FSE (Regolamento UE n. 1303 del 17 dicembre 2013, DEC C (2014) 9750 del 12 dicembre 2014”;

– quanto a Euro 875,00 registrata al n. 4605 di impegno sul Capitolo di spesa U75585 ”Assegnazione alle famiglie per voucher, incentivi e azioni finalizzate alla crescita e all’occupazione (Obiettivo “Investimenti a favore della crescita e occupazione” – Programma Operativo Regionale 2014/2020 (L. 16 aprile 1987, n. 183, delibera CIPE n. 10 del 28 gennaio 2015, DEC C (2014) 9750 del 12 dicembre 2014) – Mezzi statali”;

– quanto a Euro 375,00 registrata al n. 4606 di impegno sul Capitolo di spesa U75600 ”Assegnazione alle famiglie per voucher, incentivi e azioni finalizzate alla crescita e all’occupazione (Obiettivo “Investimenti a favore della crescita e occupazione” – Programma Operativo Regionale 2014/2020 (L.R. 30 giugno 2003, n. 12; L.R. 1 agosto 2005, n. 17; DEC C (2014) 9750 del 12 dicembre 2014) – Quota Regione”;

. per Euro 2.500,00:

– quanto a Euro 1.250,00 registrata al n. 4607 di impegno sul Capitolo di spesa U75562 “Assegnazione agli enti delle amministrazioni locali per interventi finalizzati alla crescita e occupazione. (Obiettivo "investimenti a favore della crescita e occupazione" - Programma operativo regionale 2014/2020 - Contributo CEsul FSE (Regolamento UE n. 1303 del 17 dicembre 2013, Dec. C(2014) 9750 del 12 dicembre 2014)”;

– quanto a Euro 875,00 registrata al n. 4608 di impegno sul Capitolo di spesa U75583 ”Assegnazione agli enti delle amministrazioni locali per interventi finalizzati alla crescita e occupazione. (Obiettivo "Investimenti a favore della crescita e occupazione" - Programma operativo regionale 2014/2020 (L. 16 aprile 1987, n. 183, Delibera CIPE n. 10 del 28 gennaio 2015, Dec. C(2014) 9750 del 12 dicembre 2014) - Mezzi statali”;

– quanto a Euro 375,00 registrata al n. 4609 di impegno sul Capitolo di spesa U75599 ”Assegnazione agli enti delle amministrazioni locali per interventi finalizzati alla crescita e occupazione. (Obiettivo "Investimenti a favore della crescita e occupazione" - Programma operativo regionale 2014/2020 (L.R. 30 giugno 2003, n.12; L.R. 1 agosto 2005, n. 17; Dec. C(2014) 9750 del 12 dicembre 2014) - Quota Regione”

del Bilancio finanziario gestionale 2018-2020, anno di previsione 2018, che presenta la necessaria disponibilità, approvato con deliberazione di Giunta regionale n. 2191/2017;

4) di dare atto, altresì, che in attuazione del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., le stringhe concernenti la codificazione della Transazione elementare, come definita dal citato decreto, sono le seguenti:

Capitolo 75567 – Missione 15 – Programma 03 - Cod. Ec. U.1.04.02.05.999 - COFOG 04.1 - Trans.UE 3 – SIOPE 1040205999 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

Capitolo 75585 – Missione 15 – Programma 03 - Cod. Ec. U.1.04.02.05.999 - COFOG 04.1 - Trans.UE 4 – SIOPE 1040205999 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

Capitolo 75600 – Missione 15 – Programma 03 - Cod. Ec. U.1.04.02.05.999 - COFOG 04.1 - Trans.UE 7 – SIOPE 1040205999 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

Capitolo 75562 – Missione 15 – Programma 03 - Cod. Ec. U.1.04.01.02.008 - COFOG 04.1 - Trans.UE 3 – SIOPE 1040102008 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

Capitolo 75583 – Missione 15 – Programma 03 - Cod. Ec. U.1.04.01.02.008 - COFOG 04.1 - Trans.UE 4 – SIOPE 1040102008 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

Capitolo 75599 – Missione 15 – Programma 03 - Cod. Ec. U.1.04.01.02.008 - COFOG 04.1 - Trans.UE 7 – SIOPE 1040102008 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

e che in relazione al codice CUP si rinvia all'allegato 1, parte integrante del presente atto;

5) di accertare, a fronte dell’impegno di spesa di cui al precedente punto 3), la somma di Euro 4.250,00 così come di seguito specificato:

– quanto a Euro 2.500,00 registrata al n. 1236 di accertamento sul capitolo 4251 - “Contributo dell'Unione Europea sul Fondo sociale europeo per il finanziamento del programma operativo regionale 2014/2020 Obiettivo "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" (Regolamento UE n. 1303 del 17 dicembre 2013, Dec. C(2014) 9750 del 12 dicembre 2014)”, quale credito nei confronti dell’Unione Europea a titolo di risorse del Fondo Sociale Europeo;

– quanto ad Euro 1.750,00 registrati al n. 1237 di accertamento sul Capitolo 3251 - “Assegnazione dello Stato per il cofinanziamento del Programma operativo regionale 2014/2020 Fondo sociale europeo Obiettivo "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" (Legge 16 aprile 1987, n. 183, Delibera CIPE n. 10 del 28 gennaio 2015; Regolamento UE n. 1303 del 17 dicembre 2013, Dec. C(2014)9750 del 12 dicembre 2014)”, quale credito nei confronti del Ministero dell’Economia e delle Finanze a titolo di cofinanziamento statale a valere sul fondo di rotazione

del bilancio finanziario gestionale 2018-2020, anno di previsione 2018, che presenta la necessaria disponibilità, approvato con D.G.R. n. 2191/2017;

6) di dare atto, inoltre, che la Responsabile del Servizio “Gestione e liquidazione degli interventi delle politiche educative, formative e del lavoro e supporto all’Autorità di gestione FSE” provvederà, con propria successiva determinazione, alla liquidazione dell’assegno formativo (voucher), dell’importo dovuto all’apprendista Piergiorgio Reggiani di cui al punto 1) del presente provvedimento, in relazione al percorso formativo personalizzato richiamato allo stesso punto 1), secondo le modalità stabilite dalla citata determinazione n. 8881/2017;

7) di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it;

8) di provvedere, infine, agli obblighi di pubblicazione previsti nell’art.26 comma 2 del D.Lgs. n. 33/2013 e alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art.7 bis comma 3 del medesimo D.Lgs.

La Responsabile del Servizio

Claudia Gusmani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it