E-R | BUR

n.65 del 27.04.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Modifica dello Statuto comunale approvata con delibera di Consiglio comunale n. 5 del 25/2/2011

Con atto del Consiglio comunale n. 5 del 25/2/2011 è stata approvata la modifica all’art. 2 dello Statuto comunale approvato con atto di Consiglio comunale n. 126 del 20/12/2000 con l’inserimento del comma 11.

Art. 2 - Finalità

11. Il Comune di San Polo d’Enza riconosce il diritto umano all’acqua, ossia l’accesso all’acqua come diritto umano, universale,indivisibile,inalienabile e lo status dell’acqua come bene pubblico.

Conferma il principio della proprietà e gestione pubblica del servizio idrico integrato e che le acque, superficiali e sotterranee, anche se non estratte dal sottosuolo, sono pubbliche e costituiscono una risorsa da utilizzare secondo criteri di solidarietà. Ritiene che il servizio idrico integrato debba essere sottratto alla disciplina dei servizi pubblici locali a rilevanza economica, in quanto servizio pubblico essenziale per garantire l’accesso all’acqua per tutti e dare pari dignità umana a tutti i cittadini.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it