E-R | BUR

n.82 del 04.04.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Nomina componenti Nucleo di valutazione dei progetti presentati a valere sugli Avvisi di cui agli Allegati 1 e 2 della delibera di Giunta regionale n. 155/2018

IL DIRETTORE

Viste:

- la L.R. n. 43 del 26 novembre 2001 recante “Testo Unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e succ. mod. ii. ed in particolare l’art. 40, comma 1, lettera m) che attribuisce al Direttore Generale la competenza della costituzione di gruppi di lavoro; 

- la delibera della Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.ii, per quanto applicabile, che espressamente stabilisce che i Direttori Generali possano costituire, con apposita determinazione, gruppi di lavoro nell’ambito della Direzione o tra Direzioni per lo svolgimento coordinato di azioni, progetti, attività istruttorie che comportano il concorso di competenze diversificate e specialistiche e che di detti gruppi possano fare parte anche soggetti esterni alla Regione Emilia-Romagna;

Richiamati gli “Avvisi per la presentazione di progetti relativi ad attività di valorizzazione della storia del Novecento in Emilia-Romagna ai sensi della L.R. n. 3/2016 e ss.mm. sulla Memoria del Novecento" di cui agli Allegati 1 e 2, parte integrante della deliberazione della Giunta regionale n. 155 del 5/2/2018, di seguito denominati per brevità “Avvisi”; 

Richiamato in particolare il punto 2) del dispositivo della sopra richiamata deliberazione della Giunta regionale n. 155/2018, che prevede che la valutazione dei progetti presentati nell'ambito dei suddetti “Avvisi” sarà effettuata da un Nucleo di valutazione nominato con successivo atto del Direttore Generale “Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa”;

Dato atto che, al fine di qualificare l'attività di valutazione nell'integrazione delle competenze regionali e tenuto conto della specificità del settore a cui si riferiscono i suddetti “Avvisi” nonché delle caratteristiche dei progetti da esaminare, si rende necessario il concorso di competenze diversificate;

Ritenuto pertanto di reperire le professionalità con le competenze specifiche e trasversali necessarie a costituire il Nucleo per la valutazione dei progetti di cui agli “Avvisi” sopracitati all'interno delle strutture dell’Amministrazione regionale ed in particolare dei Servizi della Direzione Generale “Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa” e dell’Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione;

Acquisita da parte dell’Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione la designazione della Dott.ssa Fiamma Lenzi quale esperta esterna, come risulta da nota PG/2018/0204350 del 21/3/2018 conservata agli atti della Direzione Generale “Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa”; 

Ritenuto di procedere alla nomina del “Nucleo di valutazione” per l'esame dei progetti pervenuti in risposta agli “Avvisi” più volte citati, che, al fine di garantire le competenze necessarie e trasversali alla valutazione, risulta composto come di seguito indicato:

- Micaela Lipparini Servizio “Cultura e Giovani”, coordinatrice del Nucleo;

- Vincenzo Carrera Servizio “Cultura e Giovani”;

- Fiamma Lenzi Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione;

Ritenuto di individuare Claudia Olivi, Servizio “Cultura e Giovani”, specificamente per la funzione di verbalizzazione e segreteria tecnica;

Richiamati:

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la Deliberazione di Giunta regionale n. 93 del 29 gennaio 2018 “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, comprensivo della specifica sezione dedicata alla Trasparenza, come previsto dal D.Lgs. n. 97 del 25/5/2016;

Richiamate le delibere della Giunta regionale:

- n. 56/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale dell'art.43 della L.R.43/2001”;

- n. 270/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622/2016 "Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015";

- n. 1107/2016 “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 975/2017 “Aggiornamenti organizzativi nell'ambito della Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa e della Direzione Generale Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni”;

- n. 468/2017 ”Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”; 

Attestata, ai sensi della deliberazione n. 2416/2008 e ss.mm.ii., la regolarità del presente atto; 

determina 

1. di nominare, per quanto espresso in premessa e qui integralmente richiamato, il Nucleo di valutazione per l'esame dei progetti presentati in risposta agli “Avvisi per la presentazione di progetti relativi ad attività di valorizzazione della storia del Novecento in Emilia-Romagna ai sensi della L.R. n. 3/2016 e ss.mm. sulla Memoria del Novecento" di cui agli Allegati 1 e 2, parte integrante della deliberazione della Giunta Regionale n. 155 del 5/2/2018, secondo le modalità previste negli Avvisi medesimi;

2. di dare atto che il Nucleo di cui al punto 1) che precede, risulta così composto:

- Micaela Lipparini Servizio “Cultura e Giovani”, coordinatrice del Nucleo;

- Vincenzo Carrera Servizio “Cultura e Giovani”;

- Fiamma Lenzi Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione; 

3. di individuare Claudia Olivi, Servizio “Cultura e Giovani”, specificamente per la funzione di verbalizzazione e segreteria tecnica;

4. di individuare i componenti del Nucleo di valutazione quali incaricati del trattamento, limitatamente ai dati personali riferiti all’attività svolta, impartendo loro le seguenti istruzioni:

- i dati devono essere trattati nel rispetto della normativa contenuta nel D. Lgs. n. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” - ed in particolare degli artt. 7, 11, 19 – e delle disposizioni dettate nella delibera della Giunta regionale n. 1264/2005, nonché degli specifici disciplinari tecnici adottati in materia;

- i dati devono essere trattati nel rispetto degli obblighi di sicurezza previsti dagli artt. 31 e ss. dell’Allegato B) del citato Codice con riferimento a quanto definito nel disciplinare tecnico allegato alla determinazione dirigenziale n.8901/2017 “Approvazione del disciplinare per utenti dei sistemi informativi della Regione Emilia-Romagna”; 

5. di portare a conoscenza degli incaricati il contenuto del presente atto con modalità tali da garantire la ricezione delle istruzioni di cui al precedente punto da parte di ciascuno di essi;

6. di stabilire che i componenti del Nucleo di valutazione dovranno garantire, attraverso la sottoscrizione di apposita dichiarazione sostitutiva, in ordine all'assenza di condanne penali per delitti contro la pubblica amministrazione e di conflitti di interesse (Artt. 6, comma 2, e 7 D.P.R. n. 62/2013 – art. 35 bis D.Lgs. n. 165/2001);

7. di stabilire che ai componenti del Nucleo di valutazione per la loro partecipazione alle attività dello stesso Nucleo non venga riconosciuto alcun compenso a carico del Bilancio regionale;

8. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it