E-R | BUR

n.144 del 18.05.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Estratto, ai sensi dell’art. 16, comma 4, L.R. 9/1999 e s. m. i., della Delibera di Giunta Comunale n. 45 del 15.03.2016 ad oggetto “Progetto di coltivazione e sistemazione della Cava di argille e limi denominata “Cava Casa Storta”. Proponente: Asfalti Zaniboni di Zaniboni Aldo & C. S.a.s.”. Esito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale

L’autorità competente, Comune di Finale Emilia (MO), in persona del responsabile del procedimento del Servizio Sportello Unico per le Attività Produttive, Dott.ssa Orlandi Catia, comunica la decisione relativa alla procedura di V.I.A. concernente il Progetto di coltivazione e sistemazione della cava di argille e limi denominata Cava Casa Storta, localizzato in Via Albero (Polo estrattivo n. 24) a Finale Emilia (MO), il cui proponente è la ditta Asfalti Zaniboni di Zaniboni Aldo & C. S.a.s.

Il progetto interessa il territorio del Comune di Finale Emilia (MO) e della Provincia di Modena e appartiene alla seguente categoria B.3.2. Cave e torbiere.

Ai sensi della L.R. 9/99 e s. m. i. e della L.R. 15/2013, l’autorità competente ovvero il Comune di Finale Emilia, con Deliberazione di Giunta Comunale n. 45 del 15/03/2016, ha assunto la seguente decisione:

1) di esprimere la Valutazione d’Impatto Ambientale positiva, ai sensi dell’art. 16 della L.R. 9/99, del progetto di coltivazione e sistemazione della cava di argille e limi denominata Cava Casa Storta presentato dalla Ditta “Asfalti Zaniboni di Zaniboni Aldo & C. S.a.s.” in data 19/05/2015, in quanto ambientalmente compatibile, a condizione che siano rispettate tutte le prescrizioni contenute nel rapporto ambientale stesso;

2) di dare atto che il Rapporto sull’Impatto Ambientale, predisposto dal Servizio Ambiente del Comune di Finale Emilia, in qualità di autorità competente e condiviso e firmato successivamente allo svolgimento della Conferenza dei Servizi del 12/01/2016 è allegato al presente atto, unitamente ai suoi allegati, a costituirne parte integrante e sostanziale come Allegato A (rapporto ambientale) e B (allegati);

3) di dare atto che l’Autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi dell’art. 269, punto 2, della parte V del D.Lgs. 152/2006, rilasciata da ARPAE SAC di Modena - Ufficio Emissioni in atmosfera è allegata al presente atto a costituirne parte integrante e sostanziale come allegato C;

4) di stabilire che, in conformità alla L. 241/90 e ss. mm. ii. ed all’art. 17 comma 7 della L.R. 9/99 la presente deliberazione comprende e sostituisce le seguenti espressioni (autorizzazioni e atti di assenso comunque denominati in materia ambientale e paesaggistico territoriale):

parere della provincia di Modena (ARPAE) e del Comune interessato ai sensi dell’art. 18 della L.R. 9/99;

autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi dell’art. 269, punto 2, della parte V del D.Lgs. 152/2006, rilasciata da ARPAE SAC di Modena - Ufficio Emissioni in atmosfera (Allegato C);

5) di stabilire, ai sensi dell’art. 26, comma 6, del D.Lgs. 152/2006, che il progetto oggetto della presente valutazione dovrà essere realizzato entro 3 anni dalla pubblicazione del provvedimento di V.I.A.; trascorso detto periodo, salvo proroga concessa dall’Autorità competente, su istanza del proponente, la procedura di V.I.A. deve essere reiterata;

6) di informare che contro il presente provvedimento può essere presentato ricorso giurisdizionale avanti al Tribunale Amministrativo Regionale entro sessanta (60) giorni o, in alternativa, ricorso al Capo dello Stato entro centoventi (120) giorni decorrenti dalla data di notificazione del presente atto.

Il testo completo dell’atto deliberativo è consultabile sul sito web del Comune di Finale Emilia (MO) ( www.comunefinale.net)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it