E-R | BUR

n.72 del 16.03.2016 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Pubblica selezione unificata per titoli e colloquio per la formazione di una graduatoria per assunzioni a tempo determinato a posti di Collaboratore Professionale Sanitario Terapista Occupazionale - Cat. D per le esigenze dell’Azienda USL di Reggio Emilia e dell’Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia Arcispedale S. Maria Nuova – IRCCS

In attuazione di atto del Direttore del Servizio Interaziendale Gestione Giuridica del Personale dell’Azienda USL di Reggio Emilia e dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova -IRCCS di Reggio Emilia, nell'eventualità di dover provvedere ad assunzioni temporanee per far fronte ad esigenze nell'ambito delle suddette Aziende, viene emesso il seguente avviso di pubblica selezione unificata per titoli e colloquio per la formazione di una graduatoria per assunzioni a tempo determinato su posti di Collaboratore professionale sanitario, Terapista occupazionale - Cat. D.

Lo stato giuridico ed economico inerente i posti messi a selezione è regolato e stabilito dalle norme legislative contrattuali vigenti. 

Requisiti di ammissione

I requisiti specifici di ammissione alla selezione sono i seguenti:

a) Laurea in “Terapista occupazionale” afferente alla classe SNT/2 delle lauree in professioni sanitarie della riabilitazione - D.M. 2 aprile 2001, ovvero possesso del Diploma Universitario di “Terapista occupazionale” di cui al D.M. n. 136 del 17/1/1997, ovvero titolo riconosciuto equipollente dalle vigenti disposizioni ai fini dell’esercizio dell’attività professionale ai sensi del D.M. 27/7/2000; 

b) Iscrizione al relativo albo professionale, ove esistente. 

Possono partecipare coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti generali oltre quello specifico sopraindicato:

1. cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea o possesso di uno dei requisiti di cui all’art. 38 c. 1 e c. 3 bis D.Lgs. 165/2001 e s.m.i.. 

I cittadini degli Stati membri dell’UE o di altra nazionalità devono dichiarare di possedere i seguenti requisiti:

  • godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza provenienza;
  • essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti i requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
  • avere adeguata conoscenza della lingua italiana; 

2. idoneità fisica specifica incondizionata alle mansioni della posizione funzionale a concorso. Il relativo accertamento sarà effettuato prima dell’immissione in servizio in sede di visita preventiva ex art. 41 D.Lgs. 81/08. L’assunzione è pertanto subordinata alla sussistenza della predetta idoneità espressa dal Medico Competente. 

Non possono accedere all’impiego coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo o che siano stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni. 

Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.

Domanda di ammissione alla selezione e modalità di presentazione

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata obbligatoriamente tramite i moduli A (domanda di partecipazione) e B (curriculum vitae) allegati al presente bando, che andranno compilati possibilmente a computer con molta precisione, riempiendo gli spazi vuoti, seguendo le indicazioni riportate all’interno delle singole caselle del modello B e barrando le voci dove richiesto e dove occorre (attenzione alle opzioni alternative! es. non bisogna barrare sia la dichiarazione di non avere riportato condanne penali che la dichiarazione di avere riportato condanne penali).

L’utilizzo dei moduli allegati evita il rischio di omettere di certificare qualche elemento necessario all’ammissione ed utile per la valutazione del curriculum e la conseguente assegnazione del punteggio.

La mancata compilazione e/o sottoscrizione del Modulo A comporterà l’esclusione dalla graduatoria;

la mancata o parziale compilazione e/o la mancata sottoscrizione del Modulo B comporterà la non valutazione dei titoli ivi dichiarati.

Compilando accuratamente e in ogni sua parte gli anzidetti moduli, dove è già riportata la dichiarazione “ai sensi del DPR 445/2000 in materia di autocertificazioni”, non sarà necessario produrre documentazione aggiuntiva che si chiede quindi di non inviare.

Non dovranno allegarsi e comunque non verranno valutati curriculum vitae, certificati di servizio, copie dei titoli di studio, attestati di partecipazione ai corsi, documenti riguardanti il possesso dei requisiti che danno diritto all’ammissione ad eccezione dei seguenti:

a) i permessi di soggiorno o di quanto utile per dimostrare il possesso di status equiparabile alla cittadinanza italiana come previsto dal punto a) dei requisiti generali di ammissione;

b) attestazione di equiparazione tra titolo di studio conseguito all’estero e titolo italiano, rilasciata dai competenti uffici.

Ove richiesto dovranno essere apposte le firme: in calce alla domanda di partecipazione (modulo A) e in calce al curriculum (modulo B). Sono entrambi autocertificazioni/dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà ed in quanto tali se non firmati non sono validi.

Non è necessario produrre certificazioni riguardanti lo stato di salute o l’idoneità fisica che verranno accertati direttamente dal datore di lavoro fatti salvi i casi di candidati appartenenti a categorie protette, invalidi civili, aventi diritto ad assunzione obbligatoria, ecc., per i quali la certificazione medica è necessaria e non può essere sostituita da autocertificazione. 

Le domande di partecipazione alla selezione, come sopra descritte, devono essere rivolte al Direttore del Servizio Interaziendale Gestione Giuridica del Personale dell’Azienda U.S.L. di Reggio Emilia - Via Amendola n. 2 - 42122 Reggio Emilia - e presentate all’Amministrazione, a pena di esclusione, entro il quindicesimo giorno non festivo successivo alla pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

 Si precisa che le domande presentate a mani direttamente presso il competente ufficio dell’Amministrazione non verranno controllate al momento della consegna ma semplicemente ritirate con rilascio di relativa ricevuta. 

La domanda si considera prodotta in tempo utile anche se spedita a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato. A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante. Non saranno comunque accettate domande pervenute a questa amministrazione oltre 7 giorni dalla data di scadenza, anche se inoltrate nei termini a mezzo del Servizio Postale. 

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti richiesti è perentorio: la eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.

Le domande, in applicazione del Nuovo Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) - D.Lgs. n. 82/2005 e s.m.i., potranno essere inviate, nel rispetto dei termini di cui sopra, anche utilizzando una casella di posta elettronica certificata, all’indirizzo PEC dell’Ufficio Concorsi dell’Azienda USL di Reggio Emilia concorsi@pec.ausl.re.it; si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata a sua volta.

Non sarà, pertanto, ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC aziendale.

La domanda e tutta la documentazione allegata dovranno essere contenute in un unico file formato PDF. L’oggetto della PEC dovrà indicare in maniera chiara ed inequivocabile il riferimento alla selezione cui il candidato intende partecipare.

L’inoltro della domanda potrà essere effettuato via PEC una sola volta, nel caso di più invii successivi si terrà conto solo del primo. L’eventuale invio successivo di integrazione della documentazione, entro i termini di scadenza, potrà essere effettuato solo tramite raccomandata A/R.

La validità della trasmissione e ricezione della corrispondenza inviata nei termini di vigenza del bando è attestata, rispettivamente, dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna.

Nel caso di inoltro tramite PEC la domanda di concorso dovrà essere firmata dal candidato in maniera autografa, scannerizzata ed inviata. In alternativa il candidato dovrà utilizzare una delle modalità previste dall’art. 65 del D.Lgs. 82/2005 come valide per presentare istanze e dichiarazioni alle pubbliche Amministrazioni e precisamente: a) sottoscrizione con firma digitale o firma elettronica qualificata; b) identificazione dell’autore tramite carta d’identità elettronica o carta nazionale dei servizi; c) inoltro tramite la propria casella di posta elettronica certificata purché le relative credenziali di accesso siano rilasciate previa identificazione del titolare e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in un suo allegato. Il mancato rispetto delle predette modalità di inoltro/sottoscrizione della domanda comporterà l’esclusione dal concorso. 

L’Ente non assume alcuna responsabilità nel caso di dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato, oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato sulla domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 

Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare: 

a)cognome e nome, la data e il luogo di nascita, la residenza;

b)il possesso della cittadinanza italiana, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea o il possesso dei requisiti di cui all’art. 38 c.1 e c. 3 bis DLgs n. 165/01 e smi;

c) il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

d) le eventuali condanne penali riportate ovvero di non aver riportato condanne penali;

e) la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari;

f) i titoli di studio posseduti e i requisiti specifici di ammissione richiesti per la presente selezione (nella dichiarazione dei titoli di studio deve essere indicata la data esatta del conseguimento, la denominazione completa e la sede dell’Istituto presso il quale sono stati conseguiti nonché, nel caso di conseguimento all’estero, dovrà risultare l’equipollenza al titolo italiano certificato dalla competente autorità);

g) di non essere stato dispensato, destituito o licenziato da pubbliche amministrazioni;

h) il domicilio presso il quale deve essere fatta all'aspirante ogni necessaria comunicazione; in caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto l’indicazione della residenza di cui alla lettera a);

Qualora la domanda di concorso non venga presentata dal candidato personalmente bensì venga consegnata a mezzo di altre persone o inviata tramite servizio postale, il candidato deve allegare altresì la copia fotostatica di un documento di identità valido, ai sensi del DPR n. 445/2000. 

Mancato inserimento nella graduatoria

 Non saranno ammessi alla selezione e quindi non inseriti in graduatoria i candidati che:

- non abbiano compilato o sottoscritto il Modulo A (domanda di partecipazione);

- non siano in possesso o abbiano omesso di dichiarare i requisiti di ammissione.

Controlli sulle dichiarazioni di cui ai moduli A e B

L’Azienda AUSL e l’Azienda Ospedaliera sono tenute ad effettuare, ai sensi dell’art. 71 del DPR n. 445/2000 e dell’art. 15 della L. 183/2011, idonei controlli, anche a campione, sulle dichiarazioni rese. In tutti i casi in cui sorgano fondati dubbi sulla veridicità delle stesse dovrà trasmetterne le risultanze all’autorità competente, in base a quanto previsto dalla normativa in materia (DPR 445/2000).

Fermo restando quanto previsto dall’art. 76 del citato DPR n. 445/2000 circa le sanzioni penali previste per le dichiarazioni false, qualora emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. 

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e devono essere comunque presentate: potranno essere allegate in fotocopia semplice unitamente ad una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, con la quale il candidato attesta che le stesse sono conformi all’originale. 

La documentazione eventualmente presentata potrà essere ritirata personalmente o da un incaricato munito di delega, previo riconoscimento tramite documento d’identità valido, solo dopo 4 mesi dalla data di approvazione della graduatoria.

Trascorsi 3 anni dalla approvazione della graduatoria l’Amministrazione procederà all’eliminazione della documentazione allegata alla domanda di partecipazione.

Si invitano pertanto i candidati a ritirare la documentazione entro il suddetto termine. 

Valutazione dei titoli e prova d'esame  

La graduatoria finale verrà predisposta da apposita Commissione mediante valutazione dei titoli presentati ed effettuazione di un colloquio che verterà sulle materie inerenti la funzione da conferire e tenderà a valutare le conoscenze, le competenze e le attitudini acquisite. 

I punteggi sono ripartiti come segue:

- 30 punti per i titoli;

- 30 punti per il colloquio. 

Per la valutazione dei titoli si applicano le norme contenute nel DPR 220/2001. 

Il superamento del colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30. 

I punteggi per la valutazione dei titoli saranno così ripartiti, con particolare valorizzazione dell’attività formativa e professionale maturata nella materia oggetto della selezione, debitamente documentata:

a) titoli di carriera: punti 15;

b) titoli accademici e di studio: punti 3;

c) pubblicazioni e titoli scientifici: punti 2;

d) curriculum formativo e professionale: punti 10 

La data e la sede del colloquio verranno comunicate con un preavviso di almeno 7 gg mediante apposito avviso che verrà pubblicato, nei giorni successivi alla scadenza del bando, sul sito aziendale: www. ausl.re.it - link: bandi gare concorsi, alla sezione informazioni.

Tale comunicazione avrà valore di convocazione a tutti gli effetti. Non seguirà alcuna ulteriore comunicazione individuale.

Ai soli candidati esclusi verrà inviata comunicazione, contenente i motivi di esclusione.

Tale comunicazione costituisce a tutti gli effetti convocazione alla prova d’esame pertanto i candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel giorno, ora e sede stabiliti saranno considerati rinunciatari alla selezione, quale sia la causa dell’assenza, anche indipendente dalla loro volontà.

Per essere ammessi a sostenere la prova i candidati dovranno esibire, a pena di esclusione, documento di riconoscimento in corso di validità. 

Graduatoria e adempimento del vincitore   

La graduatoria sarà formulata dall’apposita Commissione secondo l’ordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato sulla base della valutazione dei titoli e colloquio.

In caso di parità di punti verranno applicate le preferenze previste dall’art. 5 del DPR n. 487/84 e ss.mm.ii.

La perdita dei requisiti di cui all’art. 38 c. 1 e c. 3 bis DLgs 165/01 e s.m.i., durante lo svolgimento dell’incarico, sarà causa di risoluzione immediata del contratto individuale di lavoro.

È garantita pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ai sensi di quanto previsto dal D.Lgs n. 165/2001.

Si evidenzia che la graduatoria verrà utilizzata da entrambe le Aziende Sanitarie banditrici mediante unico scorrimento e conseguentemente sia l’accettazione che la rinuncia all’assunzione a tempo determinato, manifestata dal candidato utilmente collocato in graduatoria, comporterà la cancellazione del nominativo dalla graduatoria medesima qualsiasi sia l’Azienda proponente l’assunzione. 

Nel caso in cui il candidato utilmente collocato in graduatoria sia in servizio a tempo indeterminato nello stesso profilo a selezione presso la stessa azienda che richiede l’assunzione, non verrà interpellato e non perderà alcun diritto alla posizione in graduatoria 

Ai sensi dell’art. 14 del contratto di lavoro del comparto sanità 7.4.99, il personale assunto dovrà procedere alla stipula del contratto individuale di lavoro e dovrà improrogabilmente prendere servizio il giorno indicato dall’Amministrazione, pena la decadenza dall’incarico conferito, subordinatamente all’accertamento dell’idoneità fisica al servizio continuativo ed incondizionato nell’impiego al quale si riferisce la selezione.

L’accertamento sarà effettuato prima dell’immissione in servizio. L’assunzione è pertanto subordinata al possesso dell’idoneità piena ed incondizionata alla mansione specifica espressa dal Medico Competente.

La stipula dei contratti individuali di lavoro è di competenza delle singole aziende sanitarie titolari del posto da ricoprire.

L’assunzione sarà disposta in prova per la durata di due mesi.

Decorsa la metà del periodo di prova, nel restante periodo ciascuna delle parti può recedere dal rapporto in qualsiasi momento senza obbligo di preavviso né di indennità sostitutiva del preavviso. 

Il vincitore sarà invitato a sottoscrivere, ai sensi delle vigenti norme, dichiarazione sostitutiva delle seguenti certificazioni: cittadinanza italiana, estratto riassunto dell’atto di nascita, godimento dei diritti politici, casellario giudiziale generale, stato di famiglia, obblighi militari. 

Con la stipula del contratto e l’assunzione in servizio, è implicita l’accettazione, senza riserve, di tutte le norme che disciplinano e disciplineranno lo stato giuridico ed il trattamento economico del personale del comparto del Servizio Sanitario Nazionale. 

L’assunzione in servizio deI vincitore verrà effettuata compatibilmente con le vigenti norme. 

L’Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, sospendere, revocare, rettificare o annullare il presente avviso. 

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento dei procedimenti concorsuali verranno trattati nel rispetto della legge 196/2003; la presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale assegnato all’ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all’utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure concorsuali. 

Con la partecipazione al presente bando i candidati si impegnano ad accettare incondizionatamente quanto disciplinato dallo stesso, quale lex specialis della presente procedura selettiva. 

Per informazioni, gli interessati potranno rivolgersi al Servizio Interaziendale Gestione Giuridica del Personale - Ufficio Concorsi - Via Amendola n. 2 - Reggio Emilia - tel. 0522/335171 -335479 (orario apertura uffici: da lunedì a venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e il martedì e giovedì anche dalle ore 14.30 alle ore 16.30), oppure collegarsi all’indirizzo telematico dell’Azienda: www.ausl.re.it - link Bandi e concorsi.

La versione integrale del bando, del fac simile della domanda (modulo A) e del curriculum (modulo B), sono visionabili e scaricabili all’indirizzo internet: www.ausl.re.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it