E-R | BUR

n.113 del 20.07.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Deliberazione 2061/09 concernente le procedure per la notifica di attività con metodo biologico. Adeguamento della procedura e della modulistica in seguito a modifiche introdotte dalla normativa comunitaria e nazionale e modifiche tecnico-gestionali. Proroga del periodo di sperimentazione

IL RESPONSABILE

Vista la deliberazione della Giunta regionale 2061/09 del 14 dicembre 2009 avente per oggetto “Reg. (CE) n. 834/2007 e L. R. n. 28/1997 concernenti norme per il settore biologico. Criteri e procedure per la notifica di attività e per l’iscrizione nell’elenco degli operatori dell’agricoltura biologica della Regione Emilia-Romagna. Disciplina del flusso informativo relativo al sistema di controllo”;

Considerato che la citata deliberazione approva, fra l’altro:

  • le procedure - disciplinate nell’Allegato A - per la presentazione della notifica di attività con metodo biologico;
  • relativa modulistica, di cui all’Allegato B e C, per la presentazione della notifica e del recesso di attività con metodo biologico nella Regione Emilia-Romagna;
  • Atteso che il dispositivo della deliberazione 2061/09 stabilisce:
  • un periodo di sperimentazione della procedura approvata ed una fase di adeguamento alle nuove disposizioni per gli operatori biologici, della durata, coincidente, di un anno;
  • che al termine del periodo di sperimentazione debba essere verificata la concreta efficacia, idoneità e completezza delle misure adottate, anche in relazione alla normativa comunitaria e nazionale del settore;
  • che le modifiche ed integrazioni di carattere tecnico-gestionale, necessarie per razionalizzare e adeguare la procedura alle modificazioni introdotte dalla normativa comunitaria e nazionale, nonché la proroga della fase di sperimentazione per il tempo tecnico necessario a detti adeguamenti, possano essere disposti con atto del dirigente del Servizio Valorizzazione delle Produzioni, le cui competenze sono ora del Servizio percorsi di qualità, relazioni di mercato e integrazioni di filiera;

Preso atto che con determinazione n. 2542 del 11/3/2010 il responsabile del Servizio Valorizzazione delle produzioni ha disposto un primo adeguamento della modulistica approvata all’Allegato B della deliberazione 2061/09, in seguito a modifiche tecnico-gestionali;

Visto il Reg. (CE) n. 710/2009 della Commissione del 5 agosto del 2009 che modifica il Reg. (CE) n. 889/2008, che ha introdotto le modalità applicative per le produzioni di animali e alghe marine dell’acquacoltura biologica;

Visto il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e forestali del 30 luglio 2010 che ha stabilito le informazioni da inserire nella Notifica per l’attività di produzione di animali e alghe marine d’acquacoltura biologica, ai sensi del regolamento (CE) n. 710/2009;

Dato atto che:

- le norme introdotte con la normativa comunitaria e nazionale relative all’acquacoltura biologica richiedono il completamento della procedura disciplinata nell’allegato A della deliberazione n. 2061/2009, anche per questa nuova tipologia produttiva;

- alla data del 31 marzo 2011 è terminato il periodo di sperimentazione;

- sono state svolte le verifiche sulla funzionalità e sulla efficacia del programma AGRIBIO che hanno evidenziato la necessità di ulteriori modifiche - rispetto a quelle già realizzate e disposte con determinazione n. 2542 del 11/03/2010 - sia per quel che concerne il software che la modulistica;

- tali modifiche riguardano la previsione di nuove codifiche per le superfici connesse agli allevamenti, l’introduzione di campi-nota per l’inserimento di informazioni aggiuntive e le integrazioni delle istruzioni per la compilazione dei moduli;

- si è provveduto pertanto ad effettuare le necessarie modifiche e gli aggiornamenti al programma AGRIBIO, alla procedura ed alla modulistica di cui agli Allegati A, B e C della deliberazione 2061/09;

Ritenuto pertanto di approvare:

- l’Allegato A, recante “Reg. (CE) n. 834/2007 e L. R. n. 28/1997 concernenti norme per il settore biologico. Criteri e procedure per la notifica di attività e per l’iscrizione nell’elenco degli operatori dell’agricoltura biologica della Regione Emilia-Romagna. Disciplina del flusso informativo relativo al sistema di controllo.”, parte integrante e sostanziale del presente atto;

- l’Allegato B, recante “Notifica di attività con metodo biologico” contenente le modifiche e le integrazioni alla modulistica per la presentazione della Notifica di attività con metodo biologico;

-l’Allegato C, recante “Facsimile di recesso di attività con metodo biologico” contenente gli aggiornamenti e le modifiche alla modulistica per la presentazione del recesso all’attività con metodo biologico;

- l’Allegato D, recante “Contenuti e modalità per la comunicazione alla Regione dei provvedimenti sanzionatori comminati agli operatori dagli Organismi di Controllo ai sensi dell’art. 30 del Reg. (CE) 834/2007”;

- l’Allegato E, recante la modulistica per l’effettuazione della Notifica per l’attività di produzione di animali e alghe marine d’acquacoltura biologica nella Regione Emilia-Romagna, dando atto che è conforme a quella approvata con il soprarichiamato Decreto ministeriale 30 luglio 2010;

Ritenuto inoltre opportuno, in seguito alle modifiche introdotte al programma AGRIBIO, prevedere un ulteriore periodo di sperimentazione fino al 31 agosto 2011 per il consolidamento della nuova procedura tecnico-informatica ed amministrativa per la Notifica di attività con il metodo biologico nella Regione Emilia-Romagna;

Viste:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della Delibera 450/07” e successiva modifica;

dato atto del parere allegato;

determina:

1) di approvare - per le motivazioni esposte in premessa e qui integralmente richiamate - l’allegato A, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, recante “Reg. (CE) n. 834/07 e L.R. 28/97 concernenti norme per il settore biologico. Criteri e procedure per la notifica di attività e per l’iscrizione nell’elenco degli operatori dell’agricoltura biologica della Regione Emilia-Romagna. Disciplina del flusso informativo relativo al sistema di controllo.”;

2) di dare atto che la procedura di cui al punto precedente va utilizzata in sostituzione all’Allegato A approvato con deliberazione 2061/09;

3) di approvare gli Allegati B e C, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, recanti la modulistica per la presentazione della notifica e del recesso di attività con metodo biologico nella regione Emilia-Romagna, da utilizzarsi in sostituzione di quella approvata agli Allegati B e C della deliberazione n. 2061/2009, come modificata con determinazione del responsabile del Servizio Valorizzazione delle produzioni n. 2542 del 11/3/2010;

4) di approvare l’Allegato D, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, recante “Contenuti e modalità per la comunicazione alla Regione dei provvedimenti sanzionatori comminati agli operatori dagli Organismi di Controllo ai sensi dell’art. 30 del Reg. (CE) 834/2007” sostanzialmente invariato rispetto a quanto approvato con la deliberazione 2061/09;

5) di adottare l’Allegato E, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, quale modulistica per l’effettuazione della Notifica per l’attività di produzione di animali e alghe marine d’acquacoltura biologica nella regione Emilia-Romagna, approvata con Decreto del Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali n. 11955 del 30 luglio 2010;

6) di rinviare, nell’ipotesi di eventuali modifiche alla modulistica di cui al punto precedente, al nuovo modello appositamente approvato;

7) di prorogare fino al 31 agosto 2011 il periodo di sperimentazione per l’adeguamento - da parte degli operatori biologici - alle disposizioni approvate al punto 1);

8) di provvedere alla pubblicazione del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna e sul portale Ermesagricoltura.

Il Responsabile

del Servizio

Roberta Chiarini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it