E-R | BUR

n.170 del 15.07.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione progetto speciale promozione Expo 2015 - Approvazione contratto con APT servizi Srl di Bologna - C.U.P. E49D15000320002

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118, “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42 e ss.mm.ii.;

Vista la Legge Regionale 4 marzo 1998, n. 7 "Organizzazione turistica regionale - Interventi per la promozione e commercializzazione turistica - Abrogazione delle Leggi Regionali 5 dicembre 1996 n. 47, 20 maggio 1994 n. 22, 25 ottobre 1993 n. 35 e parziale abrogazione della L.R. 9 agosto 1993 n. 28" e successive modificazioni;

Richiamate le seguenti proprie deliberazioni, esecutive nei modi di legge:

- n. 592 in data 4/05/2009, concernente: "L.R. 7/98 e succ. mod. - Modalità, procedure e termini per l'attuazione degli interventi regionali per la promozione e commercializzazione turistica", e successive modificazioni ed integrazioni;

- n. 1693 in data 20/10/2008, concernente: "L.R. 7/1998 e succ. mod. Modalità per realizzazione da parte di APT Servizi srl di attività di promozione turistica attuative della programmazione regionale in materia di turismo - Approvazione schema di convenzione quadro poliennale tra Regione e APT Servizi srl", nonché la relativa Convenzione Quadro sottoscritta tra le parti in data 18/11/2008;

- n. 502 in data 14/04/2014, concernente: "L.R. n. 7/98 e s.m. - Linee guida generali per la promozione e la commercializzazione turistica anno 2015: obiettivi strategici e budget indicativi";

- n. 2017 in data 22/12/2014, concernente: “L.R. 7/1998 e succ. mod. - D.G.R. n. 1693/2008 - Approvazione progetti di marketing e promozione turistica di prevalente interesse per i mercati internazionali per l'anno 2015 - Approvazione contratto con APT Servizi s.r.l. di Bologna - Codice Unico di Progetto E49D14000860002”;

Preso atto di quanto contenuto nel verbale della riunione del Consiglio d’Amministrazione di APT Servizi s.r.l. del 13/12/2012, nel quale, tra l'altro, è individuato il Presidente della società quale soggetto cui compete la rappresentanza avanti ad enti pubblici ed in particolare la firma di tutti gli atti e contratti con la Regione Emilia-Romagna;

Preso atto che con nota prot. n. PG/2015/382030 è stata comunicata ad APT Servizi s.r.l. la volontà di realizzare un progetto finalizzato alla realizzazione di azioni promozionali nell’ambito della partecipazione della Regione Emilia-Romagna ad EXPO 2015, per perseguire gli obiettivi delineati tra l’altro negli “Obiettivi strategici per la programmazione delle attività di promozione e commercializzazione turistica” di cui alla citata deliberazione di Giunta regionale n. 502/2014, ed è stato richiesto alla società di elaborare una proposta progettuale, anche in ottica di ottimizzazione dell'utilizzo delle risorse finanziarie disponibili mediante l'integrazione sinergica con le attività di promozione turistica da essa annualmente realizzate;

Preso atto della nota prot. n. 57/15 in data 8/06/2015, acquisita agli atti del Servizio Commercio Turismo e Qualità Aree Turistiche nella medesima data con prot. n. PG/393522, con la quale APT Servizi s.r.l. di Bologna ha inviato una proposta tecnico-economica per la realizzazione del progetto denominato "Progetto Speciale promozione EXPO 2015", declinato su tre linee di intervento, per un costo complessivo di Euro 420.000,00 (IVA ed ogni altro onere compreso), come di seguito si riassume:

Obiettivi:

Linea 1: coniugare nuove iniziative con attività svolte o in corso di svolgimento per perseguire gli stessi obiettivi e rafforzare la promozione già effettuata e il coordinamento di tutti i soggetti del tessuto economico sociale dell’Emilia-Romagna, che stanno collaborando per rendere più incisiva la partecipazione ad EXPO Milano 2015.

Linea 2: rafforzare e completare l’utilizzo degli spazi espositivi della Regione Emilia-Romagna ad EXPO 2015

Linea 3: sviluppare una “progettazione EXPO 2015” per garantire visibilità al territorio e ai prodotti turistici, nonché incrementare l’internazionalizzazione degli operatori turistici del sistema regionale.

Azioni del progetto:

Linea 1:

a) Attività di promozione e comunicazione di eventi e manifestazioni che possono configurarsi quale prodotto di arricchimento delle proposte turistiche del territorio emiliano-romagnolo;

b) Attività di accoglienza nella Regione Emilia-Romagna delle delegazioni straniere internazionali in visita ad EXPO 2015. Saranno sviluppati dei programmi sul territorio con visite alle aziende produttive regionali e alle eccellenze dell’offerta turistica regionale sintetizzata nel progetto “Via Emilia – Experience the Italian lifestyle”.

Linea 2:

a) attività di comunicazione, promozione e organizzazione di eventi a tema all’interno dei padiglioni e degli spazi già confermati dalla Regione Emilia-Romagna ad EXPO Milano 2015.

Linea 3:

a) Organizzazione in Emilia-Romagna, a ottobre 2015, di un workshop internazionale sul turismo enogastronomico con il coinvolgimento di 50 buyer turistici da mercati esteri. Il programma dell’iniziativa vedrà lo svolgimento di incontri b2b tra domanda e offerta ed educational tour a tema food&wine che coinvolgeranno tutto il territorio regionale.

Preso atto che il progetto speciale trasmesso da APT Servizi s.r.l. con la citata nota prot. n. 57/15:

  • risulta pertinente alle sopra citate linee strategiche regionali per la promozione turistica approvate con la deliberazione n. 502/2014;
  • integra ed amplia le attività previste dai "Progetti di marketing e promozione turistica di prevalente interesse per i mercati internazionali per l'anno 2015";
  • sarà realizzato conformemente alle disposizioni previste dalla citata Convenzione Quadro di durata poliennale stipulata tra Regione Emilia-Romagna ed APT Servizi s.r.l.;

 Viste le Leggi regionali n. 3 e n. 4, approvate in data 30/04/2015;

Sentito il parere favorevole del Responsabile del Servizio sportello regionale per l'internazionalizzazione delle imprese, dott. Ruben Sacerdoti;

Ritenuto pertanto:

  • di approvare e disporre l'attuazione del Progetto "Progetto Speciale promozione EXPO 2015" secondo la progettazione elaborata da APT Servizi s.r.l. e trasmessa alla Regione con la citata nota prot. n. 57/15;
  • di stabilire che il sopra citato progetto sia realizzato da APT Servizi s.r.l. con una spesa complessiva a carico della Regione pari ad Euro 420.000,00 (IVA ed ogni altro onere compresi), da allocare, nell’ambito del Bilancio di Previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2015 al capitolo n. 23712 “Spese per la partecipazione all'esposizione universale di Milano (Expo 2015)” - UPB 1.3.2.2.7310 - che è dotato della necessaria disponibilità;
  • di regolamentare i rapporti con APT Servizi s.r.l. mediante apposito contratto, redatto sulla base dello schema riportato all’allegato A), parte integrante della presente deliberazione, ed elaborato in conformità alle disposizioni contenute nella sopracitata Convenzione quadro di durata poliennale, dando atto che alla sottoscrizione dello stesso provvederà, in attuazione della propria delibera n. 2416/2008 e ss.mm. e della normativa vigente, il Responsabile del Servizio regionale competente;
  • che ricorrano gli elementi di cui al D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. in relazione all’esigibilità della spesa nell’anno 2015 (scadenza dell’obbligazione), trattandosi di attività che si realizzeranno entro il 31 ottobre 2015 come dichiarato da APT Servizi s.r.l., e che pertanto si possa procedere all’assunzione dell'impegno di spesa;

Dato atto che la procedura dei conseguenti pagamenti disposti in attuazione del presente atto,è compatibile con le prescrizioni previste all’art. 56 comma 6 del citato D.lgs. n. 118/2011;

Visti:

- il D.Lgs. n. 159/2011, avente ad oggetto "Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13/08/2010, n. 136", e ss.mm., ed in particolare l’art. 83, comma 3;

- l'art. 1, commi 629, lett. b) e c), 630, 632 e 633 della legge 23 dicembre 2014, n. 190 che ha introdotto l'art. 17-ter del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, il quale prevede, per le pubbliche amministrazioni acquirenti di beni e servizi (inclusi i lavori), un meccanismo di scissione dei pagamenti da applicarsi alle operazioni per le quali dette amministrazioni non siano debitori d'imposta ai sensi delle disposizioni generali in materia di IVA;

- la Legge 244/2007 e ss.mm. recante “ Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008)”, art.1, commi dal 209 al 214 e D.M. 3 aprile 2013, n. 55 “Regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica da applicarsi alle amministrazioni pubbliche ai sensi dell’articolo 1, commi da 209 a 213, della legge 24 dicembre 2007, n. 244”;

- la circolare PG/2015/0200894 del 26/03/2015 avente per oggetto “ La fatturazione elettronica nell’Amministrazione pubblica”;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”, ed in particolare l’art. 22 con riferimento a quanto previsto in relazione alla categoria “società di cui sono detenute direttamente quote di partecipazione”;

- la propria deliberazione n. 1621 del 11/11/2013 avente ad oggetto “Indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 57 del 26/01/2015 avente ad oggetto "Programma per la trasparenza e l'integrità. Approvazione aggiornamento per il triennio 2015-2017";

Dato atto che, sulla base delle indicazioni tecnico operative contenute nel Programma triennale per la trasparenza e l’integrità della Giunta e dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna 2014-2016, si è provveduto all'espletamento degli adempimenti previsti dall'art. 22 del D.Lgs. n. 33/2013;

Viste inoltre:

- la Legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione” ed in particolare l’art. 11;

- la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e successive modifiche;

- la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art.3 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;

 Dato atto che è stato assegnato dalla competente struttura ministeriale ai sensi dell'art. 11 della L. 3/2003, alle attività oggetto del presente provvedimento il C.U.P. (Codice Unico di Progetto) E49D15000320002;

Viste le LL.RR. 26 novembre 2001, n. 43 e succ. mod. e 15 novembre 2001 n.40 per quanto applicabile;

Richiamate infine le seguenti proprie deliberazioni, esecutive nei modi di legge:

- n. 1057/2006, n. 1663/2006, e n. 335/2015;

- n. 2416/2008, avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e succ. mod.;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore Turismo. Commercio;

A voti unanimi e palesi

delibera:

per le motivazioni indicate in premessa e che si intendono qui integralmente richiamate:

1) di approvare e disporre l'attuazione del progetto denominato “Progetto Speciale promozione EXPO 2015”, secondo la progettazione elaborata da APT Servizi s.r.l. di Bologna e trasmessa alla Regione con la nota prot. n. 57/15, per l'importo di Euro 420.000,00 (IVA 22% inclusa);

2) di avvalersi di APT servizi s.r.l., per la realizzazione del progetto di cui al punto 1) che precede;

3) di approvare il relativo contratto tra la Regione Emilia-Romagna ed APT Servizi s.r.l., redatto secondo lo schema Allegato A), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, dando atto che alla sottoscrizione dello stesso provvederà, in attuazione della normativa regionale vigente e della propria deliberazione n. 2416/2008 e ss.mm., il Responsabile del Servizio regionale competente;

4) di stabilire che il contratto di cui al precedente punto 3) avrà decorrenza dalla data di sottoscrizione e durata fino al 31/10/2015;

5) di stabilire altresì che le condizioni che APT Servizi s.r.l. si impegna ad osservare sono quelle definite nel contratto di cui all’allegato A)parte integrante della presente deliberazione;

6) di imputare la somma complessiva di Euro 420.000,00 (IVA inclusa) registrata all'impegno n. 1527 sul Capitolo 23712 “Spese per la partecipazione all'esposizione universale di Milano (Expo 2015)", afferente all’U.P.B. 1.3.2.2.7310, del Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2015, che è dotato della necessaria disponibilità;

7) di dare atto che in attuazione del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., la stringa concernente la codificazione della Transazione elementare, come definita dal citato decreto, è di seguito espressamente indicata:

  • Missione 14 - programma 01 - Codice economico U.1.03.02.02.999 - COFOG 04.4 - Transazione U.E. 8 - SIOPE 1364 - C.I. Spesa 3 - gestione ordinaria 3 - C.U.P. E49D1500032000

8) di dare atto che il Dirigente regionale competente provvederà, con propri atti, a disporre le liquidazioni del suddetto importo di cui al punto 6) che precede a seguito della sottoscrizione del contratto e sulla base delle richieste, documentazioni ed autocertificazioni presentate da APT Servizi s.r.l. con le modalità previste all'art. 4 dell’allegato contratto nonché all’art. 4 della citata Convenzione Quadro approvata con la propria deliberazione n. 1693/2008, nel rispetto della vigente normativa contabile, della propria deliberazione di Giunta regionale n. 2416/2008 e ss.mm., del D.Lgs. 9 ottobre 2012, n. 231 e s.m., nonché dell'art. 1, commi 629, lett. b) e c), 630, 632 e 633 della legge 23 dicembre 2014, n. 190 che ha introdotto l'art. 17-ter del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 e secondo quanto previsto dalla nota PG/2015/200894 del 26 marzo 2015, sulla base di fatture emesse conformemente alle modalità e contenuti previsti dalla normativa, anche secondaria, vigente in materia, le fatture dovranno essere inviate tramite il Sistema di Interscambio (SdI) gestito dall’Agenzia delle Entrate indicando come codice univoco dell’Ufficio di fatturazione elettronica il codice ZA2OT0;

9) di dare atto che per quanto concerne gli adempimenti richiesti dall'art. 22 del D.Lgs. n. 33/2013 e succ. mod. si rinvia a quanto espressamente indicato nelle proprie deliberazioni n. 1621/2013 e n. 57/2015;

10) di dare atto che è stato assegnato dalla competente struttura ministeriale, alle attività oggetto del presente provvedimento, il C.U.P. (Codice Unico di Progetto) E49D15000320002;

11) di dare atto che ad APT Servizi s.r.l. compete l’adempimento degli eventuali obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla Legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche;

12) di dare atto che si provvederà agli adempimenti previsti dall’art. 56, 7° comma del D.lgs. n. 118/2011;

13) di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Allegato A)

Schema di contratto tra la Regione Emilia-Romagna ed APT Servizi Srl relativo alla realizzazione del progetto denominato “Progetto speciale promozione expo 2015”

L'anno __________, il giorno _________ del mese di ____________, nella sede della Regione Emilia-Romagna, posta in Bologna, Viale A. Moro n. 52,

fra

il Signor ___________________ (qualifica), il quale interviene nel presente atto in nome e per conto della Regione Emilia-Romagna (C.F. 80062590379), come da provvedimento della Giunta Regionale n. ______ in data ______

e

il Signor ____________________ (qualifica), il quale interviene nel presente atto in nome e per conto della Società APT Servizi s.r.l. (C.F. 01886791209) a ciò delegato;

premesso che

  • la Regione Emilia-Romagna svolge le funzioni in materia di turismo ai sensi dell'art. 2 della L.R. n. 7 del 4 marzo 1998 e successive modificazioni, ed in particolare, per quanto attiene agli interventi per la promozione e la commercializzazione, assolve ai propri compiti previsti dagli artt. 5, 6 e 7 della legge regionale medesima;
  • la L.R. n. 7/98 e successive modificazioni ha stabilito che la Regione si avvalga dell'APT Servizi S.r.l. quale suo strumento operativo;
  • la società a responsabilità limitata APT Servizi, costituitasi con la partecipazione della Regione Emilia-Romagna, ha come finalità lo svolgimento dei seguenti compiti essenziali (art. 11, 1° comma della L.R. n. 7/1998 e successive modificazioni):

1) la gestione e l'attuazione dei progetti e dei piani regionali in materia di turismo sul mercato nazionale, ed in particolare la specializzazione nella realizzazione di progetti sui mercati internazionali;

2) la promozione e valorizzazione integrata delle risorse turistico-ambientali, storico-culturali, dell'artigianato locale e dei prodotti tipici dell'agricoltura;

3) l'ausilio tecnico-scientifico per le decisioni della Regione in materia di turismo;

4) l'attività di validazione di progetti turistici, da realizzarsi sui mercati internazionali;

5) la fornitura di servizi relativi alla progettazione e alle attività di realizzazione di programmi e iniziative in materia di turismo, ambiente, cultura, artigianato locale e prodotti tipici dell'agricoltura;

6) la gestione di azioni di marketing concertate tra diversi settori;

7) il coordinamento e la fornitura di servizi di supporto all'internazionalizzazione delle imprese turistiche;

Viste:

- la deliberazione di Giunta Regionale n. 1693 in data 20/10/2008, concernente: "L.R. 7/1998 e succ. mod. Modalità per realizzazione da parte di APT Servizi srl di attività di promozione turistica attuative della programmazione regionale in materia di turismo - Approvazione schema di convenzione quadro poliennale tra Regione e APT Servizi srl";

- la Convenzione Quadro di durata poliennale sottoscritta tra la Regione Emilia-Romagna ed APT Servizi s.r.l. in data 18/11/2008;

– la deliberazione di Giunta Regionale n. ___ in data ______, esecutiva nei modi di legge, concernente: "___________";

Si conviene e si stipula quanto segue:

Articolo 1

Oggetto del contratto

In esecuzione di tutto quanto disposto dalla Giunta Regionale con provvedimento n. ____ del _____, la Regione Emilia-Romagna attribuisce ad APT Servizi s.r.l., con sede legale in Bologna, Via A. Moro 62, l'incarico per la realizzazione del progetto denominato “Progetto Speciale promozione EXPO 2015” (Codice Unico di Progetto E49D15000320002), secondo la progettazione elaborata da APT Servizi s.r.l. e richiamata nella citata deliberazione n. ____/2015, articolata su tre linee di intervento, come di seguito si riassume:

Obiettivi:

Linea 1: coniugare nuove iniziative con attività svolte o in corso di svolgimento per perseguire gli stessi obiettivi e rafforzare la promozione già effettuata e il coordinamento di tutti i soggetti del tessuto economico sociale dell’Emilia-Romagna, che stanno collaborando per rendere più incisiva la partecipazione ad EXPO Milano 2015.

Linea 2: rafforzare e completare l’utilizzo degli spazi espositivi della Regione Emilia-Romagna ad EXPO 2015

Linea 3: sviluppare una “progettazione EXPO 2015” per garantire visibilità al territorio e ai prodotti turistici, nonché incrementare l’internazionalizzazione degli operatori turistici del sistema regionale.

Azioni del progetto:

Linea 1:

a) Attività di promozione e comunicazione di eventi e manifestazioni che possono configurarsi quale prodotto di arricchimento delle proposte turistiche del territorio emiliano-romagnolo;

b) Attività di accoglienza nella Regione Emilia-Romagna delle delegazioni straniere internazionali in visita ad EXPO 2015. Saranno sviluppati dei programmi sul territorio con visite alle aziende produttive regionali e alle eccellenze dell’offerta turistica regionale sintetizzata nel progetto “Via Emilia – Experience the Italian lifestyle”.

Linea 2:

a) attività di comunicazione, promozione e organizzazione di eventi a tema all’interno dei padiglioni e degli spazi già confermati dalla Regione Emilia-Romagna ad EXPO Milano 2015.

Linea 3:

a) Organizzazione in Emilia-Romagna, a ottobre 2015, di un workshop internazionale sul turismo enogastronomico con il coinvolgimento di 50 buyer turistici da mercati esteri. Il programma dell’iniziativa vedrà lo svolgimento di incontri b2b tra domanda e offerta ed educational tour a tema food&wine che coinvolgeranno tutto il territorio regionale.

Articolo 2

Durata del contratto

Il presente contratto ha effetto dalla data di sottoscrizione e durata fino al 31/10/2015. Tale scadenza è riferita alla completa realizzazione di tutte le attività previste, nonché all'invio della relativa rendicontazione alla Regione Emilia-Romagna.

Articolo 3

Compiti e funzioni dell'APT servizi s.r.l.

Procedure tecniche

Per quanto attiene ai compiti e alle funzioni dell'APT Servizi s.r.l., nonché alle procedure tecniche e alle verifiche, si applicano le disposizioni contenute negli articoli 3, 4, 5 e 6 della Convenzione Quadro di cui alla deliberazione della Giunta Regionale n. 1693 del 20/10/2008, che si intendono qui integralmente richiamate.

Ad APT Servizi s.r.l. compete l’adempimento degli eventuali obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla Legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche.

Articolo 4

Rapporti finanziari e modalità di pagamento

Per la realizzazione delle attività di cui al precedente articolo 1 la Regione assume a suo carico l'onere di Euro 420.000,00 (IVA inclusa), che verrà corrisposto ad APT Servizi s.r.l. a seguito della sottoscrizione del presente contratto e sulla base delle richieste di APT Servizi stessa, delle documentazioni ed autocertificazioni, nel rispetto dei principi di cui all'art. 4 della Convenzione Quadro, approvata con la deliberazione della Giunta Regionale n. 1693/2008, che qui si intendono integralmente richiamate, nel rispetto delle disposizioni previste dalla vigente normativa contabile, nonché del D.Lgs. 9 ottobre 2012, n. 231 e s.m. e dell'art. 1, commi 629, lett. b) e c), 630, 632 e 633 della legge 23 dicembre 2014, n. 190 che ha introdotto l'art. 17-ter del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, come di seguito precisato:

1. una prima quota pari al 60% dell’importo, a seguito della presentazione da parte di APT Servizi s.r.l. di piano dettagliato delle iniziative da realizzare, di regolare fattura e di apposita relazione del suo legale rappresentante che autocertifichi l'ammontare delle obbligazioni assunte fino a quel momento, per l’importo richiesto;

2. una ulteriore quota fino ad un massimo dell'80% dell'importo, a presentazione di fattura e di apposita relazione del suo legale rappresentante che autocertifichi l'ammontare delle ulteriori obbligazioni assunte fino a quel momento per l’importo richiesto;

3. il saldo finale, a presentazione di relativa fattura corredata da:

  • una dettagliata relazione del legale rappresentante di APT Servizi s.r.l., che autocertifichi le singole iniziative realizzate e i risultati conseguiti per il raggiungimento degli obiettivi prefissati dal progetto;
  • rendiconto dei costi sostenuti per la realizzazione del progetto, certificato dal Collegio Sindacale dell'APT Servizi o da un soggetto esterno abilitato alla certificazione.

La relazione ed il rendiconto suddetti dovranno essere corredati da documentazioni di verifica e da ulteriori idonei materiali a dimostrazione della attività svolta, e dovranno essere presentati da APT Servizi s.r.l. alla Regione Emilia-Romagna entro la scadenza del presente contratto.

Le fatture, emesse secondo quanto previsto dalla nota PG/2015/200894 del 26 marzo 2015, conformemente alle modalità e contenuti previsti dalla normativa, anche secondaria, vigente in materia, dovranno essere inviate tramite il Sistema di Interscambio (SdI) gestito dall’Agenzia delle Entrate indicando come codice univoco dell’Ufficio di fatturazione elettronica il codice ZA2OT0.

Articolo 5

Modifiche in corso d'opera

Eventuali modifiche non sostanziali alle attività oggetto del presente contratto e finalizzate al raggiungimento degli obiettivi del progetto dovranno essere comunicate alla Regione Emilia-Romagna ed approvate e formalizzate con atto del Responsabile del Servizio Commercio Turismo e Qualità Aree Turistiche.

Articolo 6

Effetti per inadempimenti parziali del contratto

Nel caso di gravi inadempimenti da parte di APT Servizi s.r.l., la Regione si riserva di risolvere l'incarico per ogni singola azione non realizzata e di richiedere il risarcimento per eventuali danni.

Articolo 7

Responsabilità

APT Servizi S.r.l. solleva la Regione Emilia-Romagna da qualsiasi danno o responsabilità che possa derivare dalla esecuzione del presente contratto.

Articolo 8

Domicilio legale e fiscale

Agli effetti amministrativi e giudiziari la Regione dichiara il proprio domicilio in Bologna - Viale Aldo Moro n. 52.

La Società APT Servizi s.r.l. dichiara il proprio domicilio fiscale in Rimini - Piazzale Fellini n. 3 ed il proprio domicilio legale in Bologna - Viale Aldo Moro n. 62.

Articolo 9

Rapporto fra le parti

Il presente contratto è esente da registrazione fino al caso d'uso, ai sensi dell'art. 5, Titolo 1° del D.P.R. 26 aprile 1986, n. 131 e, ove ne venisse richiesta la registrazione, sarà assoggettata al pagamento dell'imposta in base alle disposizioni vigenti al momento della richiesta di registrazione, giusta il disposto dell'art. 39 del citato D.P.R. n. 131/1986, tenendo presente che i corrispettivi previsti nel presente contratto sono assoggettati ad IVA.

Articolo 10

Controversie

Eventuali controversie che dovessero insorgere tra le parti relativamente al presente contratto, saranno risolte tramite arbitrato irrituale, così regolamentato:

  • la parte richiedente comunicherà all'altra a mezzo raccomandata A.R. il nominativo del proprio arbitro e l'intenzione di attivare l'arbitrato;
  • la parte ricevente dovrà comunicare entro 30 giorni dal ricevimento, a mezzo raccomandata A.R. alla parte richiedente, il nominativo del proprio arbitro;
  • i due arbitri nomineranno l'arbitro presidente.

Qualora non vi fosse accordo fra i due arbitri, ovvero una parte non provvedesse nel termine sopra assegnato alla nomina del proprio arbitro, spetterà al Presidente del Tribunale di Bologna nominare l'arbitro Presidente ed eventualmente l'arbitro della parte che non vi avesse provveduto, su istanza della parte più diligente.

Il collegio arbitrale giudicherà secondo equità, osservando il procedimento e le norme del codice di procedura civile di cui agli artt. 808 e segg.

Sede dell'arbitrato sarà la città di Bologna.

Gli arbitri non potranno decidere le controversie eventualmente
insorte devolute alla competenza inderogabile dell'autorità giudiziaria ordinaria.

Viene inoltre convenuto che le eventuali vertenze giudiziarie successive all'arbitrato di cui al presente articolo, comunque derivanti dal presente accordo, saranno deferite in via esclusiva all'autorità giudiziaria di Bologna.

Bologna,

per la Regione Emilia-Romagna

per l'APT servizi Srl

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it