E-R | BUR

n.324 del 16.12.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 41/97 e ss.mm. - Approvazione dei progetti di valorizzazione di aree commerciali di Enti Locali in attuazione della deliberazione n. 1081/2015. Annualità 2015. Concessione contributi

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

- la L.R. 41/1997 "Interventi nel settore del commercio per la valorizzazione e la qualificazione delle imprese minori della rete distributiva - Abrogazione della L.R. 7 dicembre 1994, n. 49" e successive modifiche ed integrazioni;

- l'art. 74 della L.R. 3/99, che stabilisce che sono di competenza della Regione i compiti e le funzioni concernenti il coordinamento delle funzioni delegate alle Province ai sensi del Capo VIII della legge medesima, ivi compresa l'adozione degli indirizzi relativi alla concessione dei contributi nel settore del commercio;

- l'art.75 lett. b) della suddetta L.R. 3/99 che delega alle Province la determinazione dei criteri e delle modalità di concessione dei contributi, di presentazione delle domande e di erogazione ai beneficiari finali, nonché la determinazione delle modalità di revoca, nel rispetto della normativa regionale vigente e degli indirizzi regionali succitati;

Vista la propria deliberazione n. 1081 del 28 luglio 2015 concernente “Criteri, termini e modalità di presentazione dei progetti di valorizzazione di aree commerciali da parte di Enti Locali individuati a seguito di concertazione territoriale condivisa - (L.R. 41/97 - art. 10) Approvazione schema di convenzione”, con la quale:

  • sono stati stabiliti i criteri, termini e modalità di presentazione dei progetti da parte degli Enti locali individuati a seguito di concertazione territoriale condivisa;
  • sono state quantificate le risorse assegnabili ed è stato approvato lo schema di convenzione da stipularsi tra la Regione e gli Enti locali individuati in qualità di soggetti realizzatori dei progetti medesimi;

Vista la propria deliberazione n. 1321 del 14 settembre 2015 concernente “Proroga termine di presentazione dei progetti di valorizzazione di aree commerciali da parte di enti locali individuati a seguito di concertazione territoriale (L.R. 41/97 - art. 10) di cui alla propria deliberazione n. 1081/2015” con la quale si è prorogato al 30 settembre 2015 il termine di presentazione dei progetti in questione;

Vista, inoltre, la propria deliberazione n. 1411 del 28 settembre 2015 concernente “L.R. 41/1997- art. 10. Modifica alla propria deliberazione n. 1081/2015” con la quale, a seguito della rinuncia alla presentazione del progetto da parte dell'Unione dei Comuni Terre e Fiumi, sono state modificate le risorse assegnabili al Comune di Ferrara e all'Unione dei Comuni Valli e Delizie mediante un incremento rispettivamente di € 20.000,00 e di € 10.000,00, per un totale assegnabile rispettivamente di € 70.000,00 ed € 40.000,00 per la realizzazione dei progetti di valorizzazione di aree commerciali;

Dato atto che, sulla base dall’istruttoria effettuata dal competente Servizio regionale:

  • nel termine stabilito del 30 settembre 2015 sono pervenute n. 22 domande da parte dei soggetti elencati nell'allegato A, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, per la concessione dei contributi previsti per la realizzazione dei suddetti progetti;
  • i n. 22 progetti completi della documentazione indicata nella citata delibera n. 1081/2015 e conservata agli atti del competente Servizio, elencati all’allegato A, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, per gli importi di spesa ammessa a fianco di ciascun nominativo indicati, risultano ammissibili ai contributi previsti in quanto in possesso dei requisiti stabiliti dalla deliberazione n. 1081/2015;

Dato atto che le risorse da destinare agli interventi da porre in essere con il presente atto pari ad € 1.000.000,00 sono allocate sul capitolo 27704 "Contributi per la redazione di progetti per la riqualificazione e la valorizzazione di aree commerciali e per la promozione e attivazione di "Centri commerciali naturali" (art.3, comma 3, lett. A) e I-Bis) L.R. 10 dicembre 1997, n. 41) - U.P.B. 1.3.4.2.11200;

Ritenuto, per quanto innanzi illustrato:

  • di approvare i n. 22 progetti elencati nell'allegato A, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
  • di concedere ai soggetti richiedenti il contributo indicato, nello stesso allegato A, a fianco di ciascun nominativo, secondo gli ammontari stabiliti nei relativi accordi concertativi sottoscritti e indicati nella citata deliberazione n. 1081/2015 e successiva modifica n. 1411/2015, per un importo complessivo di € 1.000.000,00;

Dato atto inoltre che, ai sensi del paragrafo 11 dell'Allegato A della propria citata deliberazione n. 1081/2015, i rapporti con i soggetti beneficiari del contributo in oggetto sono regolati da apposite convenzioni, secondo lo schema di cui all'Allegato B della citata deliberazione e da sottoscrivere entro e non oltre 30 giorni dalla data di comunicazione di approvazione e concessione dei relativi contributi;

Visti:

- la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e successive modificazioni;

- la determinazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della Legge 13 agosto 2010, n. 136”;

- l’art. 11 della L. 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”;

- il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118, “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

- la L.R. 30 aprile 2015, n. 3 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale di previsione 2015 e del bilancio pluriennale 2015-2017 (Legge finanziaria 2015)“;

- la L.R. 30 aprile 2015, n. 4 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2015 e bilancio pluriennale 2015-2017”;

- la L.R. 21 ottobre 2015 n. 18 “Assestamento e provvedimento generale di variazione del bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2015 e del bilancio pluriennale 2015-2017;

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, Abrogazione della L.R. 6/07/1977, n. 31 e 27 marzo 1972 n.4 per quanto applicabile;

- L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modificazioni ed integrazioni;

- il D.Lgs. 159/2011 e successive modificazioni ed in particolare l’art. 83, comma 3, lett. e);

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

- la propria deliberazione n. 1621 dell'11 novembre 2013 inerente "Indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33;

- la propria deliberazione n. 57 del 26 gennaio 2015 recante “Programma per la trasparenza e l’integrità. Approvazione aggiornamento per il triennio 2015-2017”;

Dato atto altresì che ai progetti di investimento pubblico oggetto del presente provvedimento sono stati assegnati dalla competente struttura ministeriale i Codici Unici di Progetto (CUP) espressamente indicati nell’allegato A, parte integrante e sostanziale del presente atto, ai sensi della Legge 3/2003;

Ritenuto che ricorrano gli elementi di cui al D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. in relazione alla prevista esigibilità della spesa (scadenza dell’obbligazione) e che pertanto si possa procedere, sulla base di quanto stabilito al paragrafo 9 dell'allegato A della deliberazione 1081/2015, all’assunzione dell’impegno di spesa a favore dei soggetti beneficiari del presente provvedimento, per la somma complessiva di € 1.000.000,00 con imputazione del 50% del contributo concesso per ogni singolo intervento in rapporto agli anni 2016 e 2017 previsti per la realizzazione e pertanto a valere sugli esercizi finanziari 2016 e 2017 così come meglio indicato al punto 4) del dispositivo;

Preso atto che l’attestazione che la procedura dei conseguenti pagamenti disposti in attuazione del presente provvedimento sarà compatibile con le prescrizioni previste all’art. 56, comma 6, del citato D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. verrà disposta nelle successive fasi nelle quali si articolerà il processo di spesa;

Viste le proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008, esecutiva ai sensi di legge, avente ad oggetto "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007" e successive modifiche;

- n. 1057 del 24 luglio 2006, n. 1663 del 27 novembre 2006, n. 335 del 31 marzo 2015;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore regionale al Turismo. Commercio;

A voti unanimi e palesi

delibera:

Per le motivazioni indicate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate:

1. di prendere atto che nel termine stabilito del 30 settembre 2015 sono pervenute in attuazione della propria deliberazione n. 1081/2015, n. 22 domande per la concessione dei contributi previsti per la realizzazione di progetti di valorizzazione di aree commerciali da parte di Enti Locali, così come elencate nell'allegato A, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2. di approvare i n. 22 progetti presentati dai soggetti indicati nell'allegato A, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione ai quali sono stati assegnati dalla competente struttura ministeriale, i codici unici di progetto specificati nell’allegato stesso;

3. di concedere i contributi, per gli importi indicati a fianco di ciascuno, ai soggetti elencati nel suddetto allegato A, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, per un importo complessivo di € 1.000.000,00;

4. di impegnare, sulla base di quanto stabilito al paragrafo 9 dell'allegato A della propria deliberazione 1081/2015, la spesa complessiva di € 1.000.000,00 come segue dando atto che l’imputazione per ogni singolo intervento previsto è pari al 50% per ogni anno di realizzazione previsto 2016,2017:

  • quanto ad € 500.000,00 registrata con il n. 501 di impegno, sul Capitolo 27704 "Contributi per la redazione di progetti per la riqualificazione e la valorizzazione di aree commerciali e per la promozione e attivazione di "Centri commerciali naturali" (art.3, comma 3, lett. A) e I-Bis) L.R. 10 dicembre 1997, n. 41) - U.P.B. 1.3.4.2.11200 del bilancio per l’esercizio finanziario 2016 che presenta la necessaria disponibilità;
  • quanto ad € 500.000,00 registrata con il n. 101 di impegno, sul Capitolo 27704 "Contributi per la redazione di progetti per la riqualificazione e la valorizzazione di aree commerciali e per la promozione e attivazione di "Centri commerciali naturali" (art.3, comma 3, lett. A) e I-Bis) L.R. 10 dicembre 1997, n. 41) - U.P.B. 1.3.4.2.11200 del bilancio per l’esercizio finanziario 2017 che presenta la necessaria disponibilità;

5. di dare atto che in attuazione del D.Lgs. n.118/2011 e ss.mm.ii., la stringa concernente la codificazione della Transazione elementare, come definita dal citato decreto, è di seguito espressamente indicata con riferimento ai soggetti beneficiari:

  • Soggetti Beneficiari: Comuni - Missione: 14 - Programma: 02 - Codice Economico: U.1.04.01.02.003 - COFOG: 04.7 - Transazione UE: 8 - SIOPE: 1535 - C.I. Spesa: 3 - Gestione ordinaria: 3
  • Soggetti Beneficiari: Unioni di Comuni - Missione: 14 - Programma: 02 - Codice Economico: U.1.04.01.02.005 - COFOG: 04.7 - Transazione UE: 8 - SIOPE: 1536 - C.I. Spesa: 3 - Gestione ordinaria: 3

e che in relazione ai Codici CUP si rinvia al citato allegato A;

6. di dare atto che i soggetti beneficiari del contributo in oggetto dovranno, entro 30 giorni dalla data di comunicazione di approvazione e concessione dei relativi contributi, sottoscrivere la convenzione secondo lo schema di cui all'allegato B della propria citata deliberazione n. 1081/2015, conformente alle modalità previste al paragrafo 11;

7. di dare atto che alla liquidazione ed alla richiesta di emissione dei titoli di pagamento provvederà il dirigente regionale competente con propri atti formali, ai sensi della normativa contabile vigente ed in attuazione delle disposizioni previste dalla propria delibera n. 2416/2008 e successive modifiche, con le modalità previste all’art. 6 dello schema di convenzione di cui all’allegato B della propria deliberazione n. 1081/20154 a cui espressamente si rinvia;

8. di dare atto che per quanto non espressamente previsto nel presente provvedimento si rinvia alle disposizioni operative indicate nella citata deliberazione n. 1081/2015;

9. di dare atto, inoltre, che ai soggetti beneficiari di cui al presente provvedimento, compete l’adempimento degli eventuali obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modificazioni;

10. di dare atto che, ad avvenuta adozione del presente provvedimento, la struttura regionale competente dovrà provvedere alla pubblicazione prevista dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” sulla base degli indirizzi previsti dalle proprie deliberazioni n. 1621/2013 e n. 57/2015;

11. di dare atto altresì che si provvederà agli adempimenti previsti dall’art. 56, comma 7 del citato D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

12. di pubblicare integralmente la presente deliberazione nel Bollettino Telematico Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it