E-R | BUR

n.138 del 01.08.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Parere motivato relativo al "Programma regionale per la ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico 2012-2015" e al "Programma regionale attività produttive 2012-2015" (DLgs 152/06, norme in materia ambientale)

IL RESPONSABILE

(omissis)

determina:

1) di dare atto che la valutazione ambientale dei Programmi in oggetto, di cui al DLgs. n. 152/2006 e successive modificazioni, è svolta ai sensi dell’art. 2, comma 2 della L.R. 9/08;

2) di esprimere parere motivato positivo alla proposta di “Programma Regionale per la Ricerca Industriale, Innovazione e Trasferimento Tecnologico 2012-2015” e di “Programma Regionale Attività Produttive 2012-2015”, adottate con delibera della Giunta della Regione Emilia-Romagna 407/12, a condizione che si tenga adeguatamente conto dei seguenti elementi:

a) nei programmi siano considerati prioritari gli interventi di riqualificazione delle aree urbanizzate esistenti in coerenza con quanto previsto nel PRAP “gestione delle aree di insediamento industriale e produttivo che siano idonee - nell’ottica di una razionale ottimizzazione dell’assetto e dell’utilizzo del territorio – a ridurre e a minimizzare le pressioni negative causate dall’esercizio delle attività economiche sull’ambiente e sul territorio” (attività 5.1);

b) relativamente al monitoraggio e controllo degli effetti del PRAP sia utile integrare gli indicatori utilizzati nel Rapporto ambientale: emissioni di CO2 equivalenti per addetto, produzione di rifiuti speciali per addetto, consumi elettrici per addetto; con uno specifico sui consumi idrici (m3/anno; risorse totali impiegate in euro; finanziamento Prap in %);

c) con riferimento all’attuazione del PRAP mediante programmi operativi e del PRRIITT, si propone di inserire “condizioni premiali” nei bandi/finanziamenti per l’assegnazione delle risorse stanziate, al fine di promuovere azioni legate alla sostenibilità ambientale delle attività produttive;

d) in particolare, si propone di inserire degli indicatori legati al “risparmio” e alla prevenzione e gestione dei “rischi”, utili al fine del controllo e monitoraggio dell’attuazione del PRAP e del PRRIITT,:

  • risparmio in termini di ridotte emissioni climalteranti (CO2 equivalente);
  • risparmio in termini di minore produzione di rifiuti;
  • risparmio in termini di diminuzione del consumo idrico (fonte di approvvigionamento dei processi produttivi finanziati e migliorati dal punto di vista ambientale: m3/anno; risorse totali impiegate in Euro; finanziamento Prap in %);
  • risparmio in termini di inferiore consumo di suolo;

3) che l’accoglimento di osservazioni che comportino effetti ambientali non analizzati e valutati nel Rapporto Ambientale, allegato ai programmi adottati, comporti il necessario aggiornamento del documento di valutazione, ed inoltre, si ritiene che nel caso gli effetti ambientali siano significativi sarà necessario aggiornare anche la presente valutazione;

4) che siano affidate alla obbligatoria procedura di verifica (screening) di cui al titolo II ovvero alla obbligatoria procedura di VIA di cui al Titolo III della L.R. 9/99 cui devono essere eventualmente assoggettati gli interventi derivanti dall'attuazione del “Programma Regionale per la Ricerca Industriale, Innovazione e Trasferimento Tecnologico 2012-2015” e del “Programma Regionale Attività Produttive 2012-2015”, la migliore e specifica determinazione degli impatti ambientali;

5) di trasmettere, ai sensi dell’art. 16, del D.Lgs 152/06, copia del presente atto alla Direzione generale Attività produttive, Commercio, Turismo della Regione Emilia-Romagna ed ai soggetti competenti in materia ambientale; al riguardo si ricorda che, ai sensi dell’art. 17, del D.Lgs 152/06 come modificato dal D.Lgs. 4/08, si dovrà provvedere a rendere pubblica la decisione finale in merito all’approvazione dei programmi, nonché il parere motivato, la dichiarazione di sintesi e le misure adottate i merito al monitoraggio;

6) di pubblicare in estratto il presente partito di deliberazione nel Bollettino ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

7) di rendere pubblico attraverso la pubblicazione sul proprio sito web, ai sensi dell’art. 17, del DLgs 152/06 come modificato dal DLgs 4/08 il presente partito di deliberazione, la Dichiarazione di sintesi, nonché le misure adottate in merito al monitoraggio;

8)di informare che è possibile prendere visione dei programmi e di tutta la documentazione oggetto dell’istruttoria presso la Regione Emilia-Romagna, Viale della Fiera 8 - Bologna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it