E-R | BUR

n.113 del 20.07.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Valutazione di impatto ambientale (VIA) (L.R. 9/99, integrata dal DLgs.152/06, modificato dal DLgs 4/08 e dalla L. 99/09) - impianto fotovoltaico in località Monte Montanara, nel comune di Guiglia (MO). Proponente: Italcementi Fabbriche Riunite Cemento Spa esito della procedura di VIA. (delibera di Giunta 179/10)

La Provincia di Modena, autorità competente per il procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale del progetto denominato “Impianto Fotovoltaico Monte Montanara”, in località Monte Montanara, in Comune di Guiglia (MO), comunica quanto segue, ai sensi dell’art. 16 della LR. 9/99.

Con la deliberazione n. 179 del 4/5/2010:

LA GIUNTA PROVINCIALE

esaminata la proposta di deliberazione n. 182/2010 concernente l’oggetto e ritenutala meritevole di approvazione;

visto il parere favorevole di regolarità tecnica, espresso dal dirigente responsabile del servizio interessato, in relazione alla proposta della presente delibera, ai sensi dell’articolo 49 del Testo Unico degli Enti locali;

con voti favorevoli unanimi espressi nelle forme di legge

delibera:

1) di esprimere, ai sensi dell’art. 16 della L.R. 9/99, come integrata dal Dlgs 152/06, modificato dal DLgs 4/08 e dalla L. 99/09, la Valutazione d’Impatto Ambientale positiva del progetto di impianto fotovoltaico in località Monte Montanara, in Comune di Guiglia (MO), presentato da Italcementi Fabbriche Riunite Cemento SpA, con sede in Via G. Camozzi n. 124, 24121 Bergamo, in quanto ambientalmente compatibile;

2) di approvare la realizzazione del progetto di cui al precedente punto, a condizione che siano rispettate le prescrizioni definite nel Rapporto sull’impatto ambientale, allegato al presente atto a costituirne parte integrante e sostanziale;

3) di dare atto che l’impianto, nonché le opere connesse e le infrastrutture indispensabili alla costruzione e all’esercizio, ai sensi dell’art 12 del Dlgs 387/03, sono dichiarati di pubblica utilità, indifferibili ed urgenti;

4) di dare atto che la presente valutazione d’impatto ambientale comprende e sostituisce, ai sensi dell’art. 17 L.R. 9/99, i seguenti atti:

  • Pronuncia di compatibilità ambientale, ai sensi della L.R. 9/99, di competenza della Provincia di Modena;
  • Parere sulla procedura di VIA, ai sensi dell’art.18 della L.R.. 9/99, di competenza del Comune di Guiglia;
  • Variante allo strumento urbanistico del Comune di Guiglia;
  • Autorizzazione ad eseguire i lavori in area sottoposta a Vincolo Idrogeologico (RDL 3267/1923), di competenza dell’Unione Terre di Castelli;
  • Verifica positiva della completezza della documentazione relativa alla DIA edilizia (L.R. 31/02), di competenza del Comune di Guiglia;
  • Autorizzazione al riutilizzo delle terre e rocce da scavo (art.186 Dlgs 152/06), di competenza della Provincia di Modena;
  • Autorizzazione alla costruzione e all’esercizio di un impianto di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (DLgs. 387/03), di competenza della Provincia di Modena;
  • Parere in merito alla Valutazione Ambientale Strategica relativa alla Variante Urbanistica, ai sensi della L.R. 9/08, di competenza della Provincia di Modena.

5) di dare atto che il soggetto esercente è tenuto alla rimessa in pristino dello stato dei luoghi a seguito della dismissione dell’impianto;

6) di subordinare la validità dell’autorizzazione all’esercizio al perfezionamento degli adempimenti fiscali in materia di produzione di energia elettrica;

7) di dare atto che, ai sensi dell’art.17 della vigente L.R. 9/99, l’assenso dell’Amministrazione comunale dovrà essere ratificato dal Consiglio comunale, entro 30 giorni, a pena di decadenza;

8) di dare atto che la ratifica di cui al punto precedente potrà essere effettuata solamente a seguito della sottoscrizione, da parte dell’amministrazione comunale e di Italcementi Spa, della convenzione integrativa relativa allo stralcio dell’area di pertinenza dell’impianto dalla Concessione Mineraria;

9) di stabilire, ai sensi dell’art. 17, comma 7, L.R. 9/99, che l’efficacia temporale della presente valutazione d’Impatto Ambientale è fissata in anni cinque (5);

10) di confermare le spese istruttorie della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale a carico del proponente in misura dello 0,04% del costo di realizzazione del progetto, per un importo di Euro 7.663,20, importo accertato con nota del 9/4/2010 (ns. prot. 36287/8.1.5 del 9/4/2010);

11) di trasmettere copia dell’atto deliberativo:

  • al proponente;
  • ai componenti della Conferenza dei Servizi;
  • alla Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 16 della L.R. 26/04;
  • al Comando Stazione del Corpo Forestale di Sestola, al fine di permettere lo svolgimento della attività di vigilanza e controllo di competenza;

12) di stabilire che l’atto deliberativo sia pubblicato, per estratto, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, sul sito web della Provincia e all’Albo Pretorio comunale per un periodo di almeno 15 giorni;

13) di informare che contro il presente provvedimento può essere presentato ricorso giurisdizionale avanti al Tribunale Amministrativo Regionale entro sessanta giorni, nonché ricorso straordinario al Capo dello Stato entro centoventi giorni; entrambi i termini decorrono dalla comunicazione dell’atto deliberativo all’interessato;

14) di rendere l’atto deliberativo immediatamente eseguibile.

Il testo completo delle delibera ed il rapporto sull’impatto ambientale citato sono consultabili nel sito Web: www.provincia.modena.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it