E-R | BUR

n.387 del 27.11.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 14/08 - Concessione e impegno dei contributi assegnati con DGR 1392/29019, a beneficiari pubblici, per la realizzazione di interventi a favore delle giovani generazioni

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Richiamate:

  • la L.R. 28 luglio 2008 n.14 “Norme in materia di politiche per le giovani generazioni” e successive modifiche;
  • l’Intesa sancita in sede di Conferenza Unificata Rep. n. 14/CU del 13 febbraio 2019 tra il Governo, le Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali, ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, (di seguito denominata “Intesa”) sulla ripartizione per l’anno 2018 del “Fondo nazionale per le politiche giovanili di cui all’art. 19, comma 2, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248";
  • le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:
    • n. 441 del 25/3/2019 recante "L.R. n. 14/08 "Norme in materia di politiche per le giovani generazioni". Priorità, modalità e criteri di accesso ai contributi regionali per interventi a favore dei giovani. Invito alla presentazione di progetti realizzati da Unioni di Comuni, Comuni capoluogo e Associazioni di Comuni capoluogo" ed in particolare l’allegato A) parte integrante e sostanziale della stessa;
    • 641 del 29 aprile 2019, recante “L.R. n. 14/08 "Norme in materia di politiche per le giovani generazioni". Invito alla presentazione di progetti realizzati da Unioni di Comuni, Comuni capoluogo e Associazioni di Comuni capoluogo" approvato con D.G.R. n. 441/2019. Proroga del termine di presentazione delle domande di contributo.”;
    • n. 1392 del 5/8/2019 “L.R. n. 14/2008 - Approvazione graduatorie e assegnazione e concessione contributi regionali di spesa corrente ed investimento a beneficiari pubblici (unioni di comuni-comuni capoluogo di provincia e associazioni di comuni capoluogo) per attività ed interventi a favore dei giovani, in attuazione della propria deliberazione n. 441/2019”.
    • n. 1431 del 2/9/2019 “Rettifica per mero errore materiale dell'Allegato 6) della propria deliberazione n. 1392/2019”;

Dato atto che con le soprarichiamate deliberazioni n. 1392/2019 e n. 1431/2019:

- si approvano tra gli altri, i seguenti allegati, parte integrante e sostanziale di detti atti deliberativi:

  • Allegato 6) di entrambe le deliberazioni “Graduatoria degli interventi triennali (2019-2021) ammessi a contributo relativi ai progetti di “Aggregazione/ Informagiovani/ “Proworking”/YoungERcard”;
  • Allegato 8) della DGR n. 1382/2019 “Graduatoria degli interventi triennali (2019-2021) ammessi a contributo relativi ai progetti di “Multimedialità e nuovi linguaggi comunicativi, nello specifico delle reti di web radio giovanili”;
  • Allegato 9) della DGR n. 1382/2019 “Graduatoria degli interventi triennali (2019-2021) ammessi a contributo relativi ai progetti di “Creatività giovanile”;

che approvano gli interventi ammessi a contributo anche per l’anno 2019 in relazione alla spesa corrente, quantificano e assegnano i contributi ai Soggetti beneficiari per la realizzazione dei rispettivi interventi di attività da svolgere nell’anno 2019;

- si stabilisce che il termine per l’attuazione degli interventi ammessi a contributo è il 31/12/2019;

- si dà atto che il Dirigente regionale competente provvederà con propri atti formali, ai sensi della normativa contabile vigente e della propria delibera n. 2416/08 e ss.mm.ii, nel rispetto dei principi e postulati sanciti dal D.lgs. 118/2011 e ss.mm. alla concessione dei contributi e contestuale impegno di spesa nei limiti dell’ammontare ripartito per ogni destinatario;

Viste le Leggi regionali approvate in data 27 dicembre 2018:

  • n.24/2018 “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2019”;
  • n. 25/2018 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2019-2021 (legge di stabilità regionale 2019)”;
  • n.26/2018 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2021”;

e la deliberazione di Giunta Regionale n. 2301 del 27/12/2018 recante “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2021”;

Viste inoltre le Leggi regionali approvate in data 30 luglio 2019:  

  • n.13/2019 “Disposizioni collegate alla legge di assestamento e prima variazione di bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2011”;
  • n. 14/2019 “Assestamento e prima variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna;

e la deliberazione di Giunta regionale n. 1331 del 29 luglio 2019 “Aggiornamento del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2021;

Dato atto che la spesa prevista relativamente agli interventi da porre in essere con il presente atto, corrispondente complessivamente a € 840.000,00, trova copertura sul capitolo 71570 “Contributi a EE.LL. per la promozione e lo sviluppo dei servizi e attività rivolte ai giovani (art. 4, comma 1, lett. a), L.R. 25 giugno 1996, n. 21 abrogata; artt. 35, comma 2, 40, commi 4 e 6, 44, comma 3, lett. b), c) e d), 47, commi 5 e 7, L.R. 28 luglio 2008, n. 14)” del bilancio finanziario-gestionale 2019-2021, anno di previsione 2019 trattandosi di attività che si concluderanno entro il 31/12/2019;

Ritenuto inoltre che, per le motivazioni indicate ai paragrafi precedenti, ricorrano gli elementi di cui al D. Lgs. 118/2011 e ss.mm.ii. in relazione alla tipologia di spesa prevista e alle modalità gestionali delle procedure medesime, trattandosi di contributi a rendicontazione e che, pertanto si possa procedere all’assunzione degli impegni della spesa per complessivi € 840.000,00 sul medesimo capitolo 71570 “Contributi a EE.LL. per la promozione e lo sviluppo dei servizi e attività rivolte ai giovani (art. 4, comma 1, lett. a), L.R. 25 giugno 1996, n. 21 abrogata; artt. 35, comma 2, 40, commi 4 e 6, 44, comma 3, lett. b), c) e d), 47, commi 5 e 7, L.R. 28 luglio 2008, n. 14)”, del Bilancio finanziario gestionale 2019-2021, anno di previsione 2019, approvato con deliberazione di G.R. n. 2301/2018 e s.m.;

Preso atto che la procedura dei conseguenti pagamenti che saranno disposti in attuazione del presente atto è compatibile con le prescrizioni previste dall’art. 56, comma 6, del citato D. Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

Viste inoltre:

  • la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4”, per quanto applicabile;
  • la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 e succ. mod. “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna”;
  • il D.lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n.42” e successive modifiche ed integrazioni;
  • il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii., ed in particolare l’art. 26, comma 1;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 122 del 28 gennaio 2019 “Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione 2019 -2021” ed in particolare l’allegato D “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021”;
  • la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Viste le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Richiamate infine le deliberazioni della Giunta regionale n. 2416/2008 e ss.mm.ii., per quanto applicabile, n. 56/2016, n. 270/
2016, n. 622/2016, n. 1107/2016, n. 975/2017 e n. 1059/2018;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

Attestato che il sottoscritto dirigente, responsabile del procedimento, non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dell’allegato visto di regolarità contabile;

determina:

per le motivazioni meglio specificate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate:

1. di concedere, ai sensi di quanto disposto con deliberazioni della Giunta regionale nn. 1392/2019 e 1431/2019, ai soggetti beneficiari, per gli importi a fianco di ciascuno indicati, la somma complessiva di euro 840.000,00 come si evince dalle tabelle 1), 2) e 3) allegate, parte integrante e sostanziale del presente atto;

2. di impegnare, in attuazione del punto 1) che precede, in relazione alla esigibilità della spesa e in attuazione del D.Lgs. 118/2011 e ss.mm.ii la somma complessiva di Euro 840.000,00, a valere sul Capitolo 71570 “Contributi a EE.LL. per la promozione e lo sviluppo dei servizi e attività rivolte ai giovani (art. 4, comma 1, lett. a), L.R. 25 giugno 1996, n. 21 abrogata; artt. 35, comma 2, 40, commi 4 e 6, 44, comma 3, lett. b), c) e d), 47, commi 5 e 7, L.R. 28 luglio 2008, n. 14)” del Bilancio finanziario gestionale 2019--2021 che presenta la necessaria disponibilità, approvato con Deliberazione della Giunta regionale n. 2301/2018 e s.m, come di seguito registrata:

a) quanto ad € 732.674,00 relativamente al progetto AGGREGAZIONE/INFORMAGIOVANI/“PROWORKING”/”YoungERcard” al n. 8194 di impegno;

b) quanto a € 37.326,00 relativamente al progetto “Multimedialità e nuovi linguaggi comunicativi, nello specifico delle reti di web radio giovanili” al n. 8195 di impegno;

c) quanto a € 70.000,00 relativamente al progetto “Creatività giovanile” al n. 8196 di impegno;

3. di dare atto che in attuazione del D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., la stringa concernente la codificazione della Transazione elementare, come definita dal citato decreto, è espressamente indicata di seguito:

Missione 06 - Programma 02 - Codice economico U.1.04.01.02.0.03 - COFOG 08.1 - Transazioni UE 08 - SIOPE 1040102003 - C.I. spesa 3 – Gestione ordinaria 3

Missione 06 - Programma 02 - Codice economico U.1.04.01.02.0.05 - COFOG 08.1 - Transazioni UE 08 - SIOPE 1040102005 - C.I. spesa 3 – Gestione ordinaria 3

Missione 06 - Programma 02 - Codice economico U.1.04.01.02.9.99 - COFOG 08.1 - Transazioni UE 08 - SIOPE 1040102999 - C.I. spesa 3 – Gestione ordinaria 3

4. di dare atto inoltre che alla liquidazione dei contributi di cui agli Allegati 1), 2) e 3) della presente determinazione provvederà il dirigente regionale competente con propri atti formali, ai sensi della normativa contabile vigente, in particolare del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. e in attuazione della deliberazione della Giunta Regionale n. 2416/2008 e successive modificazioni, laddove applicabile, previo espletamento degli adempimenti indicati e secondo le procedure previste dalle deliberazioni sopracitate nn. 441/2019, 1392/2019 e 1431/2019;

5. di dare atto che:

per la richiesta dell’erogazione del contributo i soggetti beneficiari dovranno:

  • completare le attività previste nel programma entro e non oltre il 31 dicembre dell’anno in corso;
  • comunicare formale dichiarazione di rinuncia al contributo stesso nel caso si verifichi qualsiasi impedimento che non consenta di portare a conclusione l’attività;
  • inviare entro il 15 febbraio 2020 le rendicontazioni dei progetti su appositi modelli che saranno forniti dalla Regione. Nel caso in cui la documentazione non venga presentata nei termini, al soggetto inadempiente sarà assegnato un periodo di 7 giorni naturali consecutivi entro cui provvedere all’invio. Decorso infruttuosamente tale ulteriore termine, si riterrà il soggetto rinunciatario e si disporrà la revoca del contributo concesso con recupero delle somme eventualmente già erogate;
  • la documentazione di rendicontazione è costituita da:

a) richiesta di erogazione del contributo redatta sulla base del modello predisposto dalla Regione, a saldo;

b) relazione descrittiva del programma realizzato e dei risultati conseguiti, puntuale rendicontazione della spesa sostenuta, redatta sulla base del modello predisposto dalla Regione Emilia-Romagna, contenente l’elenco dettagliato della documentazione fiscalmente valida e il luogo di archiviazione della stessa;

6. di stabilire, inoltre che, in caso di minor spesa sostenuta, il Dirigente regionale competente provvederà, previa verifica sull’effettivo raggiungimento degli obiettivi fissati nelle DGR, richiamate in premessa nn. 441/2019, 641/2019, 1392/2019 e 1431/2019:

  • a confermare l’erogazione del 100% del contributo, purché la spesa sostenuta e rendicontata, risulti rientrante nella percentuale del 70% della spesa massima ammissibile, indicata per ciascun progetto, negli allegati 1), 2) e 3), parte integrante e sostanziale del presente atto;
  • a rideterminare proporzionalmente il contributo stesso, nel limite della percentuale di contribuzione assegnata, nel caso in cui la spesa sostenuta e rendicontata risulti inferiore al 70% della spesa massima ammissibile; di dare atto che alla eventuale revoca del contributo concesso, nei casi previsti al paragrafo 14 dell’Invito, provvederà il Dirigente regionale competente con propri atti formali;

7. di dare atto che il Servizio regionale competente potrà procedere a verifiche amministrativo-contabili, anche a campione, accedendo alla documentazione conservata presso i soggetti finanziati, al fine di accertare la regolarità della documentazione inerente le attività finanziate e le spese sostenute, ai sensi di legge. I soggetti beneficiari sono tenuti a consentire le attività di controllo e a tenere a disposizione i documenti giustificativi relativi alle spese ammesse a contributo;

8. di vincolare i soggetti beneficiari degli interventi finanziari di cui al presente atto ad evidenziare nei modi più opportuni che le iniziative ammesse sono state realizzate con il contributo della Regione Emilia-Romagna;

9. di rinviare per quanto non espressamente previsto nel presente provvedimento alle predette deliberazioni nn. 441/2019, 641/2019, 1392/2019, 1431/2019;

10. di dare atto che si provvederà agli adempimenti previsti dall’art. 56, comma 7, del D.Lgs. 118/2011;

11. di provvedere agli obblighi di pubblicazione previsti dall’art. 26 comma 2 del D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis comma 3 del medesimo D.Lgs;

12. di pubblicare il presente atto nel BURERT (Bollettino Ufficiale telematico della Regione Emilia-Romagna. 

Il Responsabile del Servizio

Gianni Cottafavi

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it