E-R | BUR

n.138 del 01.08.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione delle proposte di Accordo di Programma ex art.9 L.R. 19/98 presentate dai Comuni di Calderara di Reno (BO), Cesenatico (FC), Faenza (RA), Ferrara, Fiorenzuola d'Arda (PC), Modena, Piacenza, Pianoro (BO), Reggio Emilia, per la realizzazione dei programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana. assegnazione finanziamenti. delega alla designazione componenti regionali delle Commissioni di collaudo

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamata la L.R. 3 luglio 1998, n. 19 recante "Norme in materia di riqualificazione urbana" e successive modifiche ed integrazioni e in particolare l’art. 9 (Accordo di programma per gli interventi finanziati);

Premesso che:

- con DPCM 16 luglio 2009, registrato dalla Corte dei Conti il 3 agosto 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 19 agosto 2009, n. 191, è stato approvato il “Piano nazionale di edilizia abitativa” in attuazione dell’articolo 11 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n. 133;

- l’art. 1, comma1, lettere b ), c) e d) ed e) del Piano nazionale di edilizia abitativa allegato al DPCM 16 luglio 2009 (indicato come Piano nazionale nel seguito del presente atto), prevede come linee di intervento: l’incremento del patrimonio di edilizia residenziale pubblica con risorse dello Stato, delle Regioni, delle Province autonome, degli enti locali e di altri enti pubblici; la promozione finanziaria di interventi, anche ad iniziativa di privati; le agevolazioni a cooperative edilizie costituite tra i soggetti destinatari degli interventi; la realizzazione di programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale;

- l’articolo 3, comma 1, del Piano nazionale dispone che le risorse di cui all’articolo 2, comma 2, lettera c), del medesimo Piano siano ripartite con decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze,sulla base dei coefficienti stabiliti dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 17 marzo 2003 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 132 del 10 giugno 2003, e destinate al finanziamento delle linee di intervento di cui all’articolo 1, comma 1, lettere b ), c) e d) nonché alla promozione di programmi integrati di edilizia residenziale sociale di cui all’articolo 1, comma 1, lettera e) delPiano medesimo;

- con decreto interministeriale 8 marzo 2010, n. 263, registrato alla Corte dei Conti - Ufficio controllo atti ministeri delle infrastrutture ed assetto del territorio.- in data 12 aprile 2010, reg. 3, fog. 346, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, serie generale, del 6 maggio 2010, n. 104 è stato effettuato il riparto, tra le regioni e province autonome di Trento e Bolzano delle risorse di cui all’articolo 2, comma 2, lettera c) del Piano nazionale, destinate al finanziamento degli interventi di cui all’articolo 1, comma 1, lettere b), c), d) ed e) del medesimo Piano, pari complessivamente ad euro 377.885.270,00;

- sulla base del citato riparto alla regione Emilia-Romagna è stata attribuita la somma complessiva di euro 22.436.560,02 a valere sulla disponibilità complessiva di euro 377.885.270,00;

- l’art. 8, comma 1, del Piano nazionale, prevede che per partecipare al Piano, le Regioni d’intesa con gli enti locali interessati propongano al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, un programma coordinato con riferimento alle linee di intervento di cui all’art. 1, comma 1, lettere b), c), d) ed e), volto ad incrementare, in risposta alle diverse tipologie di fabbisogno abitativo, il patrimonio di edilizia residenziale sociale;

Considerato che la Regione Emilia-Romagna:

- con deliberazione dell’Assemblea Legislativa 7 ottobre 2010, n.16 ha approvato il Programma coordinato di interventi per le politiche abitative e la riqualificazione urbana della Regione Emilia – Romagna, destinando il finanziamento di Euro 22.436.560,02 ad interventi ricadenti nella lettera e) dell’art. 1 del Piano nazionale, da selezionare mediante l’approvazione, con provvedimento della Giunta regionale, di uno specifico bando;

- con propria deliberazione 11 ottobre 2010, n. 1502 ha successivamente approvato, ai sensi del comma 2, dell’articolo 8 del richiamato Piano nazionale, il bando “Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana” per promuovere e valutare, ai fini dell’ammissibilità, le proposte di intervento da inserire nel programma coordinato di interventi di cui all’articolo 8, comma 1, del Piano nazionale;

- con propria deliberazione 15 novembre 2010 n. 1711, ha inoltre approvato il bando “Programma di edilizia residenziale sociale 2010” per la selezione delle proposte di intervento da inserire nel programma coordinato di interventi di cui all’articolo 8, comma 1, del Piano nazionale e da finanziare con risorse regionali pari a € 30.000.000,00;

Considerato inoltre che:

- La Commissione selezionatrice delle proposte da ammettere a finanziamento ha inoltrato, a conclusione dei propri lavori, alla Regione Emilia-Romagna la graduatoria delle proposte pervenute, riportante, per ciascuna proposta, il punteggio attribuito, il finanziamento richiesto con evidenziazione delle proposte ammissibili a finanziamento nei limiti delle risorse a disposizione;

- con propria deliberazione 29 novembre 2010 n. 1865, la Regione Emilia-Romagna ha approvato l’elenco delle proposte ammesse al finanziamento pubblico complessivo di euro 22.436.560,02, assegnato con D.M. 8 marzo 2010, fino ad esaurimento delle risorse medesime, e la graduatoria generale delle proposte ammissibili al finanziamento pubblico;

- l’articolo 4 del citato Piano nazionale dispone, tra l’altro, che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti promuova con le Regioni ed i Comuni, la sottoscrizione di appositi accordi di programma al fine di concentrare gli interventi sull’effettiva richiesta abitativa nei singoli contesti, rapportati alla dimensione fisica e demografica del territorio di riferimento attraverso la realizzazione di programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana, caratterizzati da elevati livelli di vivibilità, salubrità, sicurezza e sostenibilità ambientale ed energetica, anche attraverso la risoluzione di problemi di mobilità, promuovendo e valorizzando la partecipazione di soggetti pubblici e privati;

- con propria deliberazione 29 novembre 2010 n. 1865, la Regione Emilia-Romagna ha approvato inoltre la proposta di accordo di programma per la realizzazione degli interventi di cui all’articolo 1, comma 1, lett. b), c), d), e) del Piano Nazionale di Edilizia Abitativa allegato al D.P.C.M. 16 luglio 2009, (indicato come accordo di programma Stato-Regione nel seguito del presente atto);

- in data 19 ottobre 2011 è stato sottoscritto tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Regione Emilia-Romagna l’accordo di programma Stato-Regione, successivamente approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 novembre 2011 e registrato alla Corte dei Conti il 7 dicembre 2011, registro n. 1, foglio n. 287;

- in data 9 gennaio 2012 ns. prot. PG. 3575, è stata data comunicazione della avvenuta esecutività dell’accordo di programma Stato-Regione;

- in base a quanto previsto dai commi 1 e 3 dell’art. 4 dell’accordo di programma Stato-Regione, dalla data del 9 gennaio 2012 decorrono i termini di: 120 giorni per trasmettere al Responsabile regionale dell’attuazione dell’accordo di programma, il progetto definitivo, debitamente approvato dagli organi competenti e 180 giorni per addivenire alla sottoscrizione di apposito accordo di programma ai sensi dell’art. 9 della L.R. 19/1998;

Preso atto che, ai sensi dell’articolo 4, comma 3, dell’accordo Stato-Regione, i Comuni di: Calderara di Reno (BO), Cesenatico (FC), Faenza (RA), Ferrara, Fiorenzuola d’Arda (PC), Modena, Piacenza, Pianoro (BO), Reggio Emilia hanno approvato con deliberazioni delle rispettive Giunte comunali e presentato alla Regione Emilia-Romagna, entro il termine previsto del 08/05/2012, i progetti definitivi per la realizzazione degli interventi compresi nei rispettivi Programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana;

Dato atto che il Responsabile regionale dell’attuazione dell’accordo di programma Stato-Regione ha effettuato, conformemente a quanto disposto dall’art. 4, comma 2 di tale accordo, la verifica di coerenza, relativamente a ciascun programma ammesso finanziamento pubblico, del progetto definitivo degli interventi ammessi a finanziamento e del relativo quadro economico generale, con le singole proposte di intervento presentate in sede di partecipazione al bando approvato con propria deliberazione n. 1502/2010.

Preso atto che sono pervenute presso il Qualità Urbana della Regione Emilia-Romagna:

- la proposta di accordo di programma ex art. 9 L.R. 19/98 per la realizzazione del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana denominato “Garibaldi 2 – Blocco 3” del Comune di Calderara di Reno (BO),di cui all’Allegato 1 parte integrante della presente deliberazione, che disciplina l’impiego del finanziamento pubblico per l’importo di Euro 909.387,62, approvata con deliberazione della Giunta comunale n. 96 del 12/06/2012;

- la proposta di accordo di programma ex art. 9 L.R. 19/98 per la realizzazione del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana denominato “Ex Colonia Prealpi” del Comune di Cesenatico (FC), di cui all’Allegato 2 parte integrante della presente deliberazione, che disciplina l’impiego del finanziamento pubblico per l’importo di Euro 2.689.573,90, approvata con deliberazione della Giunta comunale n. 186 del 4/6/2012, successivamente integrata sulla base delle osservazioni comunicate al Comune dal Servizio Qualità Urbana della R.E.R. ed approvata con deliberazione della Giunta comunale n. 227 del 28/06/2012;

- la proposta di accordo di programma ex art. 9 L.R. 19/1998 per la realizzazione del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana denominato “PRUACS Via Fornarina 10, 12, 14” del Comune di Faenza (RA), di cui all’Allegato 3 parte integrante della presente deliberazione, che disciplina l’impiego del finanziamento pubblico per l’importo di Euro 3.200.000,00, approvata con deliberazione della Giunta comunale n. 166 del 6/6/2012, successivamente integrata sulla base delle osservazioni comunicate al Comune dal Servizio Qualità Urbana della R.E.R. ed approvata con deliberazione del Consiglio Comunale n. 155 del 25/06/2012;

- la proposta di accordo di programma ex art. 9 L.R. 19/98 per la realizzazione del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana denominato “Realizzazione di n.43 alloggi di edilizia residenziale sociale (ERS) destinati alla locazione permanente a canone sostenibile, mediante demolizione e ricostruzione di fabbricati residenziali di proprietà comunale, in Via G.Bianchi a Ferrara ” del comune di Ferrara, di cui all’Allegato 4 parte integrante della presente deliberazione, che disciplina l’impiego del finanziamento pubblico per l’importo di Euro 3.360.000,00, approvata dalla Giunta comunale nella seduta del 29/05/2012, prot. generale n. 38412, successivamente integrata sulla base delle osservazioni comunicate al Comune dal Servizio Qualità Urbana della R.E.R. ed approvata con deliberazione del Consiglio comunale PG 42980-verbale 14 del 25/6/2012;

- la proposta di accordo di programma ex art. 9 L.R. 19/98 per la realizzazione del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana denominato “Madonna delle Cinque Strade” del Comune di Fiorenzuola d’Arda (PC), di cui all’Allegato 5 parte integrante della presente deliberazione, che disciplina l’impiego del finanziamento pubblico per l’importo di Euro 2.031.210,00, approvata con deliberazione della Giunta comunale n. 60 del 28/05/2012, successivamente integrata sulla base delle osservazioni comunicate al Comune dal Servizio Qualità Urbana della R.E.R. ed approvata con deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 25/06/2012;

- la proposta di accordo di programma ex art. 9 L.R. 19/98 per la realizzazione del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana denominato “Area di stazione – immobile Ex-Poste, complesso R-NORD” del Comune di Modena, di cui all’Allegato 6 parte integrante della presente deliberazione, che disciplina l’impiego del finanziamento pubblico per l’importo di Euro 1.756.943,00, approvata con deliberazione della Giunta comunale n. 230 del 30/05/2012. successivamente integrata sulla base delle osservazioni comunicate al Comune dal Servizio Qualità Urbana della R.E.R. ed approvata con deliberazione del Consiglio comunale n. 39 del 25/6/2012;

- la proposta di accordo di programma ex art. 9 L.R. 19/98 per la realizzazione del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana denominato “ERS Piacenza 2010” del Comune di Piacenza, di cui all’Allegato 7 parte integrante della presente deliberazione, che disciplina l’impiego del finanziamento pubblico per l’importo di Euro 3.500.000,00, approvata con deliberazione della Giunta comunale n. 118 del 12/6/2012;

- la proposta di accordo di programma ex art. 9 L.R. 19/98 per la realizzazione del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana denominato “Programma di riqualificazione urbana PRU-RU5 del centro di Pianoro per alloggi a canone sostenibile” del Comune di Pianoro (BO), di cui all’Allegato 8 parte integrante della presente deliberazione, che disciplina l’impiego del finanziamento pubblico per l’importo di Euro 1.869.445,50, approvata con deliberazione della Giunta comunale n. 63 del 23/5/2012;

- la proposta di accordo di programma ex art. 9 L.R. 19/98 per la realizzazione del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana denominato “PRU Compagnoni Fenulli V-VI stralcio” del Comune di Reggio Emilia, di cui all’Allegato 9 parte integrante della presente deliberazione, che disciplina l’impiego del finanziamento pubblico per l’importo di Euro 3.120.000,00, approvata con deliberazione della Giunta comunale n. 11082/143 del 29/6/2012;

Considerato che il finanziamento pubblico ammonta a complessivi Euro 22.436.560,02, trova copertura sul capitolo del bilancio regionale n. 32051 “Contributi in conto capitale ai comuni per la realizzazione del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana (art. 1, DPCM 16 luglio 2009; decreto 8 marzo 2010 e artt. 7 e 8 L.R. 3 luglio 1998, n. 19) - Mezzi statali” di cui all’U.P.B. 1.4.1.3. 12675;

Dato atto che:

- gli oneri finanziari relativi al finanziamento pubblico per la realizzazione degli interventi oggetto delle nove proposte di accordo di programma allegate parte integrante e sostanziale alla presente deliberazione, saranno concesse e liquidate secondo gli importi e le modalità specificate in ogni singolo accordo di programma a cui espressamente si rimanda;

- gli interventi dettagliatamente indicati nei nove Programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana sopra citati, presentano i contenuti propri dei piani attuativi/esecutivi del P.R.G. ai sensi delle disposizioni previste dall’art. 4 comma 5 della L.R. 19/98;

Considerato che gli interventi da realizzare risultano di preminente interesse regionale, perseguono finalità pubbliche in quanto volti al recupero e/o valorizzazione del territorio comportando le opere stesse ai sensi di quanto previsto dall’art. 5 comma 4 della L.R. 19/98 dichiarazione di pubblica utilità urgenza e indifferibilità nell’esecuzione dei lavori;

Verificato, in ragione di quanto sopra indicato, che i finanziamenti a favore dei Comuni di: Calderara di Reno (BO), Cesenatico (FC), Faenza (RA), Ferrara, Fiorenzuola d’Arda (PC), Modena, Piacenza, Pianoro (BO), Reggio Emilia, per la realizzazione dei Programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana, rientrano a pieno titolo nella tipologia delle spese di investimento previste dall’art. 3 comma 18 lettera i) della Legge 350/03;

Ritenuto che le proposte di accordo di programma presentate dai Comuni citati siano state elaborate nel rispetto delle previsioni di cui all’art. 9 della L.R. 19/98;

Valutata pertanto la necessità di approvare le proposte di accordo di programma di cui agli Allegati 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, che costituiscono parte integrante e sostanziale della presente deliberazione e di assegnare ai Comuni di Calderara di Reno (BO), Cesenatico (FC), Faenza (RA), Ferrara, Fiorenzuola d’Arda (PC), Modena, Piacenza, Pianoro (BO), Reggio Emilia, i finanziamenti secondo gli importi espressamente indicati negli accordi di programma stessi;

Ritenuto opportuno approvare inoltre: la “Scheda di monitoraggio degli interventi” di cui all’Allegato A parte integrante della presente deliberazione e i modelli: “PIPERS/RICHIESTA” di richiesta di erogazione delle rate previste di finanziamento pubblico, “PIPERS/SALDO COLLAUDO” contenente la rendicontazione finale dei costi complessivi di ogni intervento sostenuti dal Comune, da allegare alla richiesta di saldo del finanziamento pubblico, “Delega alla riscossione ad Acer”, di cui agli Allegati B, C, D, parte integrante della presente deliberazione;

Considerato, infine, che l’art. 9 dell’accordo Stato-Regione prevede la designazione, da parte della Regione Emilia-Romagna, di uno dei componenti della Commissione di collaudo in corso d’opera per ciascun Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana, che sarà nominata dai Comuni assegnatari dei finanziamenti in qualità di Stazioni appaltanti dei lavori;

Richiamata a tal proposito la propria deliberazione n. 42 del 23/1/2012 avente ad oggetto “Delega alla designazione dei componenti regionali delle commissioni di collaudo delle opere fruenti di contributo pubblico, all'interno dei Programmi di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile”;

Ritenuto di procedere, secondo le modalità individuate nella propria deliberazione n. 42 del 23/01/2012, alla designazione dei componenti regionali nelle Commissioni di collaudo delle opere fruenti di contributo pubblico all’interno dei Programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana;

Ritenuto pertanto opportuno delegare il Direttore Generale alla Programmazione Territoriale e Negoziata, Intese. Relazioni Europee e Relazioni Internazionali, alla designazione dei componenti regionali nelle Commissioni di collaudo delle opere fruenti di contributo pubblico all’interno dei Programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana;

Valutata inoltre la necessità di stabilire che le designazioni di cui al punto precedente, avverranno, secondo quanto previsto dalla Determinazione del Direttore Generale all’Organizzazione n. 12725 del 22/12/2000,limitatamente alle procedure per la selezione dei collaudatori, avendo come riferimento l’elenco dei dipendenti cui sono conferibili incarichi di collaudo, aggiornato al 01/01/2012, approvato con determinazione del Responsabile del Servizio Amministrazione e gestione del personale n. 5093 del 18/04/2012, e pubblicato sul Bollettino Ufficiale Telematico della RER n. 83 del 23/05/2012;

Viste:

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40, avente ad oggetto: “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4”;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43, avente ad oggetto: “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna”; e s. m.;

- la L.R. 22 dicembre 2011, n. 21, avente ad oggetto: “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell'articolo 40 della legge regionale 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l'approvazione del bilancio di previsione della regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2012 e del bilancio pluriennale 2012-2014”;

- la L.R. 22 dicembre 2011, n. 22, avente ad oggetto: “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2012 e bilancio pluriennale 2012-2014”;

Viste altresì:

- la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto ”Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e s.m.;

- determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4, avente per oggetto: “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della L. 13 agosto 2010, n. 136”;

Ritenuto necessario stabilire in ottemperanza al disposto dell’art. 11, comma 1 della L. 3/03 e nel rispetto delle linee guida delineate nella determinazione AVCP n. 4/2011 nonché in relazione al percorso amministrativo-contabile tracciato nel presente partito deliberativo, con riferimento all’adempimento di registrazione al sistema CUP delle tipologie di interventi relativi ai Programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana indicati nelle singole proposte presentate dai Comuni oggetto del presente provvedimento, il seguente percorso amministrativo-contabile:

- i soggetti attuatori degli interventi provvedono, in qualità di stazioni appaltanti, alla richiesta dei codici CUP riferiti ad ogni intervento fruente del finanziamento pubblico, del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana;

- il codice CUP dovrà essere espressamente comunicato alla Regione e riportato nei successivi provvedimenti di liquidazione ed in tutti gli atti a rilevanza contabile di emanazione regionale;

Richiamate le proprie deliberazioni 1057/06, 1663/06, 2416/08 e s. m., 1030/10, n. 1222/11;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore “Ambiente, Riqualificazione Urbana”, Sabrina Freda 

A voti unanimi e palesi 

delibera:

1. di approvare, sulla base di quanto indicato in premessa che qui si intende integralmente riportato, i contenuti delle proposte di accordo di programma di cui all’art. 9 della L.R. 19/1998 dei Comuni di: Calderara di Reno (BO), Cesenatico (FC), Faenza (RA), Ferrara, Fiorenzuola d’Arda (PC), Modena, Piacenza, Pianoro (BO), Reggio Emilia, di cui agli Allegati 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, che costituiscono parte integrante della presente deliberazione, dando atto che i relativi allegati tecnici sono conservati agli atti del Servizio Qualità Urbana R.E.R.;

2. di approvare parimenti la “Scheda di monitoraggio degli interventi” di cui all’Allegato A parte integrante della presente deliberazione e i modelli: “PIPERS/RICHIESTA” di richiesta di erogazione delle rate previste di finanziamento pubblico, “PIPERS/SALDO COLLAUDO” contenente la rendicontazione finale dei costi complessivi di ogni intervento sostenuti dal Comune da allegare alla richiesta di saldo del finanziamento pubblico e il modello “Delega alla riscossione ad Acer”, di cui agli Allegati B, C, D, che costituiscono parte integrante della presente deliberazione;

3. di dare atto che, in attuazione delle disposizioni normative vigenti ed in applicazione delle prescrizioni rinvenibili nella propria deliberazione n. 2416/2008 e s. m., alla sottoscrizione degli accordi di programma di cui al precedente punto 1, provvederà, in rappresentanza della Regione Emilia–Romagna l’Assessore Ambiente, Riqualificazione Urbana, Sabrina Freda, o in caso di sua indisponibilità, in alternativa e disgiuntamente da esso, il Direttore Generale alla Programmazione Territoriale e Negoziata, Intese. Relazioni Europee e Relazioni Internazionali, autorizzando gli stessi ad apportare eventuali precisazioni o modifiche che si dovessero rendere necessarie in sede di sottoscrizione, senza alterazione dei contenuti sostanziali previsti negli accordi medesimi;

4. di dare atto altresì che alla sottoscrizione degli eventuali accordi integrativi per modifiche sostanziali che si rendessero necessarie in fase di realizzazione degli interventi ricompresi all'interno dei Programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana, di cui al precedente punto 1, provvederà, in rappresentanza della Regione Emilia – Romagna, l’Assessore Ambiente, Riqualificazione Urbana, Sabrina Freda, o in caso di sua indisponibilità, in alternativa e disgiuntamente da esso, il Direttore Generale alla Programmazione Territoriale e Negoziata, Intese. Relazioni Europee e Relazioni Internazionali;

5. di delegare, per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono integralmente richiamate, il Direttore Generale alla Programmazione Territoriale e Negoziata, Intese. Relazioni Europee e Relazioni Internazionali, alla designazione dei componenti regionali nelle Commissioni di collaudo delle opere fruenti di contributo pubblico all’interno dei Programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana;

6. di stabilire che le designazioni di cui al punto precedente, avverranno, secondo quanto previsto dalla Determinazione del Direttore Generale all’Organizzazione n. 12725 del 22/12/2000,limitatamente alle procedure per la selezione dei collaudatori, avendo come riferimento l’elenco dei dipendenti cui sono conferibili incarichi di collaudo, aggiornato al 01/01/2012, approvato con determinazione del Responsabile del Servizio Amministrazione e gestione del personale n. 5093 del 18/04/2012, e pubblicato nel Bollettino Ufficiale telematico della RER n. 83 del 23/05/2012;

7. di assegnare, per le considerazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate, ai Comuni di: Calderara di Reno (BO), Cesenatico (FC), Faenza (RA), Ferrara, Firenzuola d’Arda (PC), Modena, Piacenza, Pianoro (BO), Reggio Emilia, i finanziamenti secondo gli importi espressamente indicati negli accordi di programma di cui agli Allegati parte integrante e sostanziale (1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9);

8. di dare atto che, per le considerazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate, l’ammontare complessivo del contributo pubblico per la realizzazione degli interventi oggetto degli accordi di programma di cui agli allegati parte integrante della presente deliberazione (1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9), è pari ad Euro 22.434.560,02 a carico del bilancio regionale e gravante sul capitolo n. 32051 “Contributi in conto capitale ai comuni per la realizzazione del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana (art. 1, DPCM 16 luglio 2009; decreto 8 marzo 2010 e artt. 7 e 8 L.R. 3 luglio 1998, n. 19) - Mezzi statali” di cui all’U.P.B. 1.4.1.3. 12675, del bilancio per l'esercizio finanziario 2012 e sui corrispondenti capitoli del bilancio per gli esercizi finanziari futuri che saranno dotati della necessaria disponibilità in rapporto all’arco temporale di riferimento per la finanziabilità del programma;

9. di stabilire in ottemperanza al disposto dell’art. 11, comma 1 della L. 3/2003 e nel rispetto delle linee guida delineate nella determinazione AVCP n. 4/2011 nonché in relazione al percorso amministrativo-contabile tracciato nel presente partito deliberativo, con riferimento all’adempimento di registrazione al sistema CUP delle tipologie di interventi relativi ai Programmi integrati di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana indicati nelle singole proposte presentate dai Comuni, oggetto del presente provvedimento, il seguente percorso amministrativo-contabile:

  • i soggetti attuatori degli interventi provvedono, in qualità di stazioni appaltanti, alla richiesta dei codici CUP riferiti ad ogni intervento fruente del finanziamento pubblico, del Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana;
  • il codice CUP dovrà essere espressamente comunicato alla Regione e riportato nei successivi provvedimenti di liquidazione ed in tutti gli atti a rilevanza contabile di emanazione regionale;

10. di dare atto, infine, che alla concessione, impegno e liquidazione dei contributi a favore dei Comuni di: Calderara di Reno (BO), Cesenatico (FC), Faenza (RA), Ferrara, Fiorenzuola d’Arda (PC), Modena, Piacenza, Pianoro (BO), Reggio Emilia, provvederà il Dirigente regionale competente con propri atti formali ai sensi della normativa vigente ed in applicazione delle disposizioni previste nella propria deliberazione 2416/08 e s. m., previa sottoscrizione degli accordi oggetto del presente provvedimento, secondo le modalità specificate negli accordi stessi a cui espressamente si rimanda;

11. di pubblicare il presente provvedimento per omissis nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it