E-R | BUR

n.273 del 03.09.2014 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Avviso di cessione gratuita beni mobili dell'Assemblea legislativa

Oggetto: Si rende noto che l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna con determinazione n. 382 del 17 luglio 2014 ha disposto la cessione gratuita di beni mobili dichiarati fuori uso, il cui elenco è consultabile sul proprio sito istituzionale: http://www.assemblea.emr.it/trasparenza/dati-ulteriori/avvisi-e-bandi

Modalità di partecipazione: Possono presentare richiesta di assegnazione dei beni posti in dismissione i seguenti soggetti, aventi sede operativa sul territorio regionale:

1) organizzazioni non lucrative di utilità sociale (onlus) iscritte all’anagrafe unica delle onlus, ai sensi del d.lgs. 4 dicembre 1997, n. 460;

2) istituti scolastici pubblici e privati;

3) enti, anche non riconosciuti, senza scopo di lucro e con finalità ad esempio di tipo culturale, assistenziale, ricreativo, sociale, sportivo, di culto, risultanti da indicazioni contenute nello statuto;

4) enti pubblici (enti locali, strutture sanitarie, forze dell’ordine, ecc.).

I beni saranno assegnati secondo l’ordine di priorità decrescente sopra indicato, così come previsto al punto 5 del Disciplinare per l’alienazione dei beni mobili dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, approvato con deliberazione dell’Ufficio di Presidenza n. 102 del 25/07/2012

Sulla base del criterio di priorità decrescente, si procederà, pertanto, alla soddisfazione di tutte le richieste avanzate dai soggetti di cui al punto 1), successivamente alla soddisfazione di quelle dei soggetti di cui al punto 2), ecc.

I soggetti interessati sono tenuti ad inoltrare al Servizio competente dell’Assemblea legislativa (Servizio Organizzazione, Bilancio e Attività contrattuale, Viale A. Moro, 68 - 40127 Bologna) idonea richiesta di assegnazione, come da modello scaricabile on-line pubblicato unitamente all’avviso di cessione.

Termini di presentazione della richiesta: La richiesta inserita in una busta contenente all’esterno la dicitura “Richiesta di cessione a titolo gratuito di beni mobili” dovrà essere inviata, a mezzo posta raccomandata e/o consegnata a mano (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30) all’indirizzo suindicato o inviata tramite posta certificata all’indirizzo PEC: ALOrganizzazione@postacert.regione.emilia-romagna.it, entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 3/10/2014.

Saranno escluse le richieste di assegnazione incomplete o pervenute in ritardo.

Sopralluogo: I beni saranno visibili, previo appuntamento, dal 4/9/2014 al 30/9/2014 presso il Magazzino centrale, sito in Viale A. Moro n.50.

Criteri e modalità di assegnazione: Il vaglio delle richieste di cessione spetta al Dirigente competente, che con proprio atto renderà noti i destinatari dei beni, che saranno, sulla base dei dati forniti, contattati direttamente.

Si procederà ad assegnare i beni richiesti fino ad esaurimento dei medesimi, senza garantire il soddisfacimento di tutte le richieste pervenute, né l’assegnazione a tutti i soggetti beneficiari del numero dei beni richiesti.

In ogni caso, al fine di soddisfare il maggior numero possibile di richieste, al momento dell’assegnazione ai soggetti beneficiari, i beni potranno essere ripartiti discrezionalmente.

Qualora i richiedenti dei beni siano i medesimi, nell’ambito di cessioni successive, attuate anche nella stessa annualità, l’assegnazione viene effettuata nel rispetto del “principio della rotazione” dei destinatari, a seguito della verifica delle richieste presentate e dell’ordine di arrivo delle stesse.

Il soggetto beneficiario al quale i beni vengono ceduti deve firmare, al momento del ritiro, una distinta che li elenca, assumendosi la responsabilità per qualsiasi utilizzo indebito o contrario alla normativa.

I beni saranno ceduti nello stato di fatto in cui si trovano, come verificato a seguito di sopralluogo, senza che il richiedente possa sollevare eccezioni o riserve di qualsiasi genere.

L’Amministrazione si riserva:

  • di procedere alla cessione anche in presenza di una sola richiesta valida;
  • la facoltà, ad assegnazione definitiva, di procedere alla revoca della stessa per motivi di interesse pubblico;
  • la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di interrompere, sospendere o rinviare la cessione.

Al termine della procedura di cessione a titolo gratuito, il Servizio competente provvederà a pubblicare l’esito della procedura, con resoconto dei beni ceduti e dei soggetti beneficiari, sul sito istituzionale dell’Assemblea legislativa.

Ritiro dei beni e spese di trasporto:I beni ceduti dovranno essere ritirati entro e non oltre 15 giorni dall’assegnazione, previo appuntamento con il Servizio procedente.

Le spese per il trasporto dei beni ceduti sono a carico del richiedente. Nessun reclamo e nessuna contestazione saranno ammessi dopo l’assegnazione.

Informazioni: Per eventuali ulteriori informazioni e/o chiarimenti inerenti la procedura è possibile rivolgersi alla Sig.ra Maria Grazia Cimorelli, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30, tel. 051/5275012, e-mail: gcimorelli@regione.emilia-romagna.it

Responsabile del procedimento: Dott.ssa Gloria Guicciardi.

Il Direttore generale

Leonardo Draghetti

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it