E-R | BUR

n.27 del 29.01.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Pubblicazione per estratto, ai sensi dell’art. 10 comma 3, L.R. 9/1999 e s.m. e i., della deliberazione di Giunta Provinciale n. 438 del 19/12/2013 concernente l'“Ampliamento di uno stabilimento con impianto di ossidazione anodica e alluminio” sito in Via Labriola, 23 in comune di Sala Bolognese, proponente: EMMETI S.r.l., nell’ambito della procedura di verifica (Screening) di cui al Titolo II, art. 9 e s.m. e i. della L.R. 9/1999

L'Autorità competente, Provincia di Bologna, in persona del responsabile del procedimento, Dall'Olio Alberto, funzionario del Servizio Tutela Ambientale, comunica la decisione relativa alla procedura di verifica di assoggettabilità a V.I.A. (Screening) concernente l'“Ampliamento di uno stabilimento con impianto di ossidazione anodica e alluminio” sito in Via Labriola n. 23, Comune di Sala Bolognese.

Proponente: EMMETI S.r.l.

Il progetto interessa il territorio del Comune di Sala Bolognese (BO) e della Provincia di Bologna.

Il progetto appartiene alla seguente categoria: B.2.18).

Ai sensi del Titolo I della Legge regionale 18 maggio 1999, n. 9 e s. m. e i., l’Autorità competente è la Giunta Provinciale di Bologna che, con deliberazione n. 438 del 19/12/2013 ha assunto la seguente decisione:

1. escludere, ai sensi dell'art. 20 del D.Lgs. 152/06 e dell'art. 10 – comma 2, lettera b) della L.R. 9/99 e s. m. e i., dalla procedura di V.I.A., l'intervento di “Ampliamento di uno stabilimento con impianto di ossidazione anodica e alluminio”, sito in Comune di Sala Bolognese in Via Labriola 23, in base alle risultanze del Rapporto di verifica ambientale, Allegato sub A) al presente atto, quale parte integrante e sostanziale, fermo restando l'obbligo all'ottemperanza delle prescrizioni espresse al paragrafo “Esito della procedura”, del suddetto Rapporto;

2. disporre di trasmettere il presente atto al proponente e telematicamente al Comune di Sala Bolognese, ARPA - Bologna, ARPA - Distretto Territoriale di Pianura, AUSL di Bologna - Dipartimento di Sanità Pubblica, HERA S.p.A. e Regione Emilia-Romagna, Servizio Tecnico di Bacino del Reno;

3. pubblicare per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell'art. 20, comma 7 del D.Lgs. 152/2006 e dell'art. 10, comma 3 della L.R. n. 9/1999 e loro s.m. e i, nonché in forma integrale, sul sito web dell'Amministrazione Provinciale, il presente partito di deliberazione;

4. dare atto che le spese istruttorie, quantificate in euro 500,00 (cinquecento/00), ai sensi della normativa vigente in materia di impatto ambientale, sono state riscosse sull’accertamento n. 2013/921/2 del Cap. 7100 del CdC 27 del Bilancio 2013;

5. dare atto che, avverso il presente provvedimento, è esperibile ricorso al TAR di Bologna nel termine di 60 gg o in alternativa ricorso straordinario al Capo di Stato nel termine di 120 g.g., entrambi decorrenti dalla data di notifica o comunicazione dell’atto o dalla piena conoscenza di esso;

6. dichiarare la presente Deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art. 134, comma 4 del D.Lgs. 267/2000 per le motivazioni indicate in narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it