E-R | BUR

n.79 del 23.03.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di cui all'art. 2, comma 1, lettera b), del D.I. del 16/03/2015 - Concessione contributi ai Comuni in attuazione della D.G.R. n. 1297/2015

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

1) di approvare, sulla base delle motivazioni di cui in premessa, che qui si intendono integralmente riportate, l’Allegato 1 "Programma di recupero e razionalizzazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di cui all’art. 2, comma 1, lettera b), del D.I. Del 16/03/2015 - Annualità 2014-2015-2016”, parte integrante e sostanziale del presente atto;

2) di concedere ai Comuni proprietari degli edifici oggetto degli interventi di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto, i contributi ivi indicati per ciascun intervento, per l’importo totale pari a Euro 7.677.003,15;

3) di imputare la spesa complessiva di Euro 7.677.003,15  registrata al n. 1440 di impegno sul capitolo 32090 “Contributi in conto capitale ai comuni per interventi di ripristino e manutenzione straordinaria in alloggi ed immobili di edilizia residenziale pubblica (art. 4, legge 23 maggio 2014 n. 80; decreto 16 marzo 2015 n. 97; artt. 8 e 11 L.R. 8 agosto 2001, n. 24) - Mezzi Statali”, del bilancio finanziario gestionale 2016-2018, anno di previsione 2016, che presenta la necessaria disponibilità, approvata con propria deliberazione n. 2259/2015;

4) di dare atto che sulla base del percorso amministrativo contabile individuato per rendere operativa l'applicazione dei principi e postulati previsti dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm. in tema di attivazione del Fondo Pluriennale Vincolato per la quota di Euro 2.349.735,48 relativa all’esigibilità della spesa per l’anno 2016, per la quota di Euro 3.277.568,65 relativa all’esigibilità della spesa per l’anno 2017 e per la quota di Euro 2.049.699,02 relativa alla esigibilità della spesa per l’anno 2018, di procedere alla registrazione complessiva di Euro 7.677.003,15 con utilizzo delle risorse finanziarie allocate sul capitolo 32090 del bilancio finanziario gestionale 2016-2018, anno di previsione 2016, rinviando ad un proprio successivo provvedimento le procedure di registrazione e regolarizzazione contabile;

5) di dare atto che in attuazione del D.lgs n.118/2011 e s. m. i., la stringa concernente la codificazione della Transazione elementare, come definita dal suddetto decreto risulta essere la seguente: 

Missione

8

Programma

2

Codice Economico

U.2.03.01.02.003

COFOG

06.1

Transazioni U.E.

8

SIOPE

2234

C.U.P.

(Vedi Allegato 1 al presente atto)

C.I. Spesa

3

Gestione Ordinaria

3

6) di approvare l’Allegato 2 "Procedure amministrativo-contabili per la gestione del programma di interventi e relativa modulistica da utilizzare, per le richieste di erogazione dei contributi concessi agli interventi di cui all'art.2, comma 1, lettera b) del D.I del 16/03/2015. Monitoraggio dello stato di attuazione degli interventi”, parte integrante e sostanziale del presente atto;

7) di dare atto che alla liquidazione della spesa pari complessivamente a Euro 7.677.003,15 a favore dei Comuni di cui al punto 2) precedente, provvederà il Dirigente competente, sulla base della procedura prevista dall’Allegato 2 suddetto ed ai sensi della normativa contabile vigente e della propria deliberazione n. 2416/2008 e s.m.i., ad avvenuta pubblicazione di cui al punto 16) che segue fermo restando che il primo acconto del 30% dell’importo del contributo concesso sia liquidato su presentazione della documentazione di cui all’allegato 2 parte integrante al presente atto al fine di consentire ai Comuni beneficiari di provvedere al pagamento della eventuale richiesta di anticipazione dell’importo contrattuale dei lavori all’appaltatore, ex art. 140 del D.P.R. n. 207/2010 e ss.mm. ed al pagamento in tempo utile di ciascun SAL, ovvero nei 30 giorni previsti dalla normativa a decorrere dall’emissione del certificato di pagamento;

8) di precisare ai sensi dell’art. 9 del Decreto MIT n. 9908 del 12/10/2015 che gli interventi lettera a) e lettera b) ammessi a finanziamento nell’ambito del programma ex articolo 4 del DL 47/2014, convertito con modificazioni dalla legge 80/2014, sono soggetti agli adempimenti previsti dalla Decisione 2012/21/UE del 20 dicembre 2011 riguardante l’applicazione dell’art. 106, paragrafo 2, del trattato sul finanziamento dell’Unione europea sugli aiuti di Stato sotto forma di compensazione degli obblighi di servizio pubblico, concessi a determinate imprese incaricate della gestione di servizi di interesse economico generale (SIEG);

9) di stabilire, per quanto attiene al rispetto della precitata normativa europea in materia di aiuti di stato ed in particolare gli articoli 4 (Incarico), 5 (Compensazione), 6 (Controllo della sovracompensazione) e 7 (Trasparenza), che nelle more delle indicazioni delle amministrazioni centrali competenti in ordine agli adempimenti da porre in essere, per il rispetto della normativa sui SIEG, di prendere in via sperimentale, come riferimento, il documento disponibile al momento, che le Regioni hanno proposto alle autorità centrali ed approvato dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni in data 10 luglio 2014 recante “Linee guida per l’applicazione della decisione della commissione 2012/21/UE” con allegato un modello di PEF (piano economico finanziario);

10) di precisare che nel caso in cui le autorità centrali fornissero diversa interpretazione e modulistica, verranno adottati i necessari provvedimenti per gli adeguamenti conseguenti;

11) di dare atto che le modalità applicative di tale normativa saranno disciplinate e specificate con successiva circolare esplicativa;

12) di disporre che la normativa di cui sopra deve essere applicata anche agli interventi di cui all'art.2, comma 1, lettera a) ammessi a finanziamento con le citate delibere n. 2299/2015 e n. 68/2016;

13) di disporre che la presente delibera, la modulistica ed ogni altra ulteriore comunicazione, informazione, circolare, relativa al presente programma, sono rese note mediante pubblicazione nella pagina internet del sito istituzionale dedicate al “programma di recupero degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica” http://territorio.regione.emilia-romagna.it ed inoltre http://territorio.regione.emilia-romagna.it/politiche-abitative/piano-casa-nazionale, al fine di semplificare l’iter procedurale previsto per la gestione del programma. Le comunicazioni effettuate nel sito internet istituzionale hanno valore di comunicazione agli interessati;

14) di stabilire che gli interventi finanziati sono soggetti a verifiche disposte ed effettuate direttamente dal competente servizio regionale, che le verifiche regionali comprendono:

- verifiche amministrative documentali: controlli effettuati sulla documentazione relativa all’intero processo di attuazione dell’intervento;

- verifiche in loco: controlli effettuati su base campionaria, sia in itinere sia a conclusione degli interventi, finalizzati al controllo fisico e finanziario dell’operazione;

che le verifiche verranno attuate con le modalità previste dalla delibera della GR n. 426/2012 e che sulla base delle risultanze delle verifiche, il competente servizio regionale assume le opportune decisioni ed attiva le eventuali azioni conseguenti;

15) di stabilire che la constatazione di dichiarazioni non veritiere ed il mancato rispetto degli impegni assunti con la presentazione della domanda di ammissione al finanziamento, comporta la revoca del contributo concesso; alla revoca dei contributi concessi provvede il dirigente regionale competente, in conformità alle disposizioni definite all’art. 8 del Decreto n. 9908/2015;

16) di dare atto che secondo quanto previsto dal D.lgs. 14 marzo 2013, n.33, art.26, comma 2, nonché sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nella propria deliberazione n. 66/2016, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

17) di dare atto che, si provvederà agli adempimenti previsti dall’art.56, comma 7, del citato D.Lgs. n.118/2011 e s. m. i.;

18) di disporre, in attuazione della normativa vigente, che il Direttore Generale competente è autorizzato a redigere eventuali circolari esplicative;

19) di dare atto che, l’esecutività del presente atto decorre dalla sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna;

20) di provvedere alla pubblicazione, per estratto, della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it