E-R | BUR

n.300 del 20.09.2018 (Parte Seconda)

XHTML preview

Definizione delle modalità di verifica e indicazioni in ordine alla modulistica per l'accreditamento dei soggetti erogatori dei Corsi Basic Life Support Defibrillation (BLSD) a favore di personale non sanitario (c.d. laico) non operante sui mezzi di soccorso o in generale in attività di assistenza sanitaria, ai sensi della DGR n. 590 del 23 aprile 2018. Disposizioni in ordine alla presentazione delle domande in fase di prima applicazione

IL DIRETTORE GENERALE

Vista e richiamata la delibera della Giunta regionale n 590 del 23 aprile 2018 recante “Approvazione di istruzioni operative per l’accreditamento dei soggetti erogatori dei corsi Basic Life Support Defibrillation (BLSD) a favore di personale non sanitario (c.d. laico) non operante sui mezzi di soccorso o in generale in attività di assistenza sanitaria, con la quale:

- è stato avviato il processo di accreditamento dei soggetti erogatori dei corsi basic life support defibrillation (BLSD) a favore di personale non sanitario (c.d. laico) non operante sui mezzi di soccorso o in generale in attività di assistenza sanitaria;

- è stato approvato il documento “Istruzioni per l’Accreditamento dei soggetti erogatori dei corsi BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION (BLSD) a personale non sanitario (c.d. laico) non operante sui mezzi di soccorso o in generale in attività di assistenza sanitaria”, recante i requisiti ed i termini di accreditamento dei centri di formazione abilitati a rilasciare l’autorizzazione all’utilizzo dei defibrillatori semiautomatici esterni in ambiente extraospedaliero e degli enti già accreditati in altre Regioni;

- è stato dato mandato alla Direzione generale Cura della persona, salute e welfare di individuare con propria determinazione le indicazioni per la definizione della modulistica per la presentazione delle domande di cui si tratta, le modalità di presentazione delle domande stesse in sede di prima applicazione, come dettagliato nell’allegato alla deliberazione medesima, e le modalità di verifica sulla sussistenza dei requisiti approvati con la stessa deliberazione;

- è stato stabilito il termine di 120 giorni per la durata del procedimento di accreditamento di cui si tratta;

Vista e richiamata la propria determinazione n. 10226 del 28/6/2016 con la quale è stato costituito presso questa Amministrazione il Comitato per la diffusione DAE, come disposto dalla propria deliberazione n. 1779/2011 sopra citata;

Ritenuto pertanto, in ottemperanza al mandato ricevuto dalla Giunta regionale, di procedere all’individuazione delle procedure per l’accreditamento dei soggetti di cui si tratta, come definite nel dispositivo del presente atto;

Considerato opportuno costituire allo scopo, senza oneri a carico del bilancio regionale, una Commissione regionale incaricata di espletare le verifiche documentali necessarie agli accreditamenti dei soggetti di cui si tratta, composta da collaboratori esperti designati da questa Direzione, in numero di 4, e dai Servizi di Emergenza Urgenza della Regione, in numero di uno per area vasta; la Direzione si avvarrà altresì di un Nucleo regionale incaricato di effettuare le verifiche sul campo in ordine agli accreditamenti concessi ai soggetti di cui si tratta, nella misura di almeno il 5% degli stessi (l’incremento della percentuale del 5% potrà essere disposto con propria successiva determinazione sulla base degli esiti delle verifiche già effettuate), individuando i soggetti destinatari della verifica tramite estrazione a sorte, composta da 2 rappresentanti designati dal Comitato DAE e 3 rappresentanti designati dall’Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale in possesso di idonea formazione;

Ricevute le designazioni dei componenti dei Servizi di Emergenza Urgenza della Regione da parte dei Coordinatori di Area Vasta, conservate agli atti del competente Servizio Assistenza Ospedaliera;

Ricevuta la designazione dei valutatori dell’Agenzia Sanitaria e Sociale, conservata agli atti del competente Servizio Assistenza Ospedaliera;

Preso atto che nella seduta del 12 settembre 2018 il Comitato DAE ha designato due dei propri componenti idonei all’attribuzione del compito di cui si tratta;

Dato atto che sono in corso di acquisizione le dichiarazioni di assenza di incompatibilità allo svolgimento del compito di cui si tratta sottoscritte a cura di tutti i soggetti coinvolti nel presente procedimento;

Considerato che presso il Servizio Assistenza Ospedaliera di questa Direzione è stata definita la modulistica necessaria allo svolgimento del presente procedimento;

Visti e richiamati:

- la L.R. 12 maggio 1994, n. 19 “Norme per il riordino del servizio sanitario regionale ai sensi del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, modificato dal decreto legislativo 7 dicembre 1993, n. 517“ e successive modifiche;

- la L.R. 23 dicembre 2004, n. 29 “Norme generali sull'organizzazione ed il funzionamento del servizio sanitario regionale“ e successive modifiche, e nello specifico l’art. 1 comma 2, lettera m) di tale norma che esprime il principio ispiratore di leale collaborazione con le altre Regioni e con lo Stato, attraverso la promozione delle opportune forme di coordinamento;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modificazioni;

- il D.Lgs. n. 33 del 14 marzo 2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

Vista e richiamata la deliberazione della Giunta regionale n. 2344 del 21/12/2016 recante “Completamento della riorganizzazione della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare”;

Vista la deliberazione della Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007”, e successive modifiche, per quanto applicabile;

Richiamate altresì le deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna” e le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della deliberazione n. 468/2017;

- n. 93 del 29 gennaio 2018 di “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, ed in particolare l’allegato B) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

- n. 1059 del 3 luglio 2018 “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell'ambito delle Direzioni generali, Agenzie e Istituti e nomina del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del Responsabile dell'anagrafe per la stazione appaltante (RASA) e del Responsabile della protezione dei dati (DPO)”;

Richiamate infine le deliberazioni della Giunta regionale n. 193/2015, n. 516/2015, n. 628/2015, n. 1026/2015, n. 2189/2015, n. 56/2016, n. 106/2016, n. 270/2016, n. 622/2016, n. 702/2016, n. 1107/2016, n. 2123/2016, n. 3/2017, n. 161/2017, n. 477/2017, n. 578/2017 relative alla riorganizzazione dell’Ente Regione e alle competenze dirigenziali;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestato che il sottoscritto dirigente non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Su proposta del Responsabile del Servizio Assistenza Ospedaliera;

determina

1. di costituire, ai sensi della DGR n. 590 del 23/4/2018, la Commissione regionale per l’Accreditamento dei soggetti erogatori dei corsi BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION (BLSD) a personale non sanitario (c.d. laico) non operante sui mezzi di soccorso o in generale in attività di assistenza sanitaria”, composta, come nelle premesse specificato, come segue:

per la Direzione generale Cura della persona, salute e welfare

Monica Cocchi – Servizio Assistenza Ospedaliera

Silvia Cremonini – Servizio Assistenza Ospedaliera

Viola Damen – Servizio Assistenza Ospedaliera

Antonio Pastori – Servizio Assistenza Ospedaliera

per i Servizi di Emergenza Territoriali

Walter Rossi – AOU PARMA (Area Vasta Emilia Nord)

Paolo Cinelli - AUSL Bologna (Area Vasta Emilia Centrale)

Claudio Begliardi – AUSL Romagna (Area Vasta Romagna)

2. di stabilire che la Commissione di cui al precedente punto 1., la quale opera come collegio perfetto, abbia il compito di effettuare l’esame documentale della domanda di accreditamento inviata dai soggetti interessati sulla base di quanto previsto dalla DGR 590/2018, a conclusione del quale debba formulare a questa Direzione parere motivato in ordine all’accreditamento dell’ente richiedente; la Direzione Generale provvederà entro il termine previsto dalla DGR 590/2018 citata all’emissione del provvedimento finale;

3. di stabilire inoltre che la Direzione si avvarrà di un Nucleo regionale incaricato di effettuare le verifiche sul campo in ordine agli accreditamenti concessi ai soggetti di cui si tratta, nella misura di almeno il 5% degli stessi (la percentuale potrà essere incrementata con propria successiva determinazione anche sulla base dell’esito delle verifiche già effettuate), ed individuando i soggetti destinatari della verifica utilizzando il generatore casuale di numeri disponibile sull’apposito sito regionale tramite estrazione a sorte, composta, come nelle premesse specificato, come segue:

Stefano Nani – Componente DAE - Ausl Piacenza

Marco Spada – Componente DAE - Ausl Romagna

Miriam Bisagni – Valutatore Agenzia Sanitaria - Ausl Piacenza

Luisa Iannotti - Valutatore Agenzia Sanitaria - Ausl Modena

Valeria Berti - Valutatore Agenzia Sanitaria – Bologna

Il Nucleo opera quale collegio perfetto. Le verifiche verranno effettuate nei trimestri maggio/luglio e novembre/gennaio sugli accreditamenti concessi nel semestre precedente;

4. di stabilire il termine di durata della Commissione regionale e del Nucleo regionale di cui si tratta in anni 3;

5. di stabilire che gli enti che intendono presentare domanda di accreditamento devono utilizzare la modulistica che si approva in allegato al presente atto, (allegati 1, 2 e 3); tale modulistica verrà resa disponibile nella specifica sezione del portale della Regione Emilia-Romagna e sarà necessaria per la presentazione della domanda di accreditamento e per la comunicazione di avvio dei corsi al soggetto competente, come elencata nella più volte citata DGR n. 590/2018, e potrà essere aggiornata tramite pubblicazione sul portale sopra indicato;

6. in sede di prima applicazione le domande di accreditamento da parte dei soggetti interessati potranno essere presentate, nel rispetto di quanto stabilito dalla DGR 590/2018 e dalla presente determinazione, nel periodo intercorrente tra la data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna della presente determinazione fino al 30 novembre 2018;

7. di dare atto che a seguito della costituzione dei sopra citati organismi nessun onere graverà sul bilancio regionale;

8. di dare atto che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

9. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Il Direttore generale 

Kyriakoula Petropulacos

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it