E-R | BUR

n. 139 del 14.09.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione elenco interventi ammessi al contributo destinati a strutture socio-asistenziali e socio-sanitarie. Assegnazione contributi e contestuale approvazione del disciplinare relativo alle procedure di concessione, impegno e liquidazione di tali contributi, in attuazione della propria deliberazione 74/10. Variazione di bilancio

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamate le proprie deliberazioni:

- 845/08 “Contributi in conto capitale ai sensi degli artt. 29 e 48 della L.R. 12 marzo 2003 n. 2 e art. 10, comma 2 della L.R. 5/04” con la quale la Giunta regionale ha stabilito di finanziare interventi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie tramite contributi in conto capitale, ripartiti tra le Conferenze Territoriali Sociali e Sanitarie (CTSS) della Regione, complessivamente pari a Euro 37.433.031,46;

- 1355/09 “Art. 48, L.R. 2/03 e art. 10, comma 2, L.R. 5/04: approvazione elenco interventi ammessi al contributo e contestuale approvazione del disciplinare relativo alle procedure di concessione, impegno e liquidazione di tali contributi, in attuazione della propria delibera n. 845/08” e s.m.i., con la quale, in attuazione della sopra citata deliberazione 845/08, sono stati approvati in particolare:

a) all’Allegato 1, l’elenco degli interventi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie ammessi al contributo, individuati anche sulla base delle priorità di intervento espresse dalle CTSS di cui alla deliberazione 845/08;

b) all’Allegato 2, il Disciplinare relativo alle procedure per la concessione, l’impegno e la liquidazione dei contributi per gli interventi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie, in attuazione dell’art. 48 L.R. 2/03 e art. 10, comma 2, L.R. 5/04; 

Premesso che con propria deliberazione n. 74 del 25 gennaio 2010 “Approvazione delle modalità e procedure per l’ammissione ai contributi residui degli interventi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie, ai sensi dell’art. 48 L.R. 2/03 e art. 10, comma 2 L.R. 5/04”:

- questa Giunta regionale ha deciso di provvedere al finanziamento di ulteriori interventi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie, utilizzando le risorse derivanti dai contributi in conto capitale residui non completamente utilizzati dalle CTSS nella precedente ripartizione e resesi disponibili a seguito dell’approvazione della sopra richiamata deliberazione 1355/09 e s.m.i., che complessivamente ammontano a Euro 6.120.264,57, con esclusione delle somme di esigua entità (- Euro 11,21);

- sono state approvate le modalità e procedure per la presentazione delle proposte di intervento e la loro ammissione a detti contributi residui (Allegato A);

- si è provveduto all’assegnazione delle risorse residue nell’ammontare di Euro 6.120.264,57 a favore delle CTSS (Allegato B), nel rispetto delle somme residue attribuibili a ciascuna Conferenza, suddivise per Linee di Finanziamento come di seguito specificato:

  • Linea di Finanziamento 1 Risorse destinate a Enti locali e AUSL per complessivi Euro 2.619.448,89;
  • Linea di Finanziamento 2 - Risorse destinate a tutti i soggetti per complessivi Euro 736.305,02;
  • Linea di Finanziamento 3 - Risorse destinate a Enti locali per Area Immigrazione per complessivi Euro 2.764.510,66;

Considerato che questa Giunta regionale stabiliva altresì di provvedere, con proprio successivo atto, all’approvazione:

1) dell’elenco degli interventi ammessi al contributo e all’assegnazione dei contributi stessi, sulla base:

- delle indicazioni delle CTSS relative agli interventi prioritari da realizzare in considerazione dei bisogni socio-assistenziali e socio–sanitari rilevati sul territorio ed in ragione dei finanziamenti assegnati come sopra descritto;

- dell’istruttoria/valutazione tecnico-amministrativa sulle proposte di intervento effettuata dal Gruppo di Lavoro a tal fine costituito e nominato dal Direttore generale Sanità e Politiche Sociali;

 2) delle procedure per la concessione, l’impegno e la liquidazione di detti contributi;

Vista la determinazione del Direttore generale Sanità e Politiche Sociali 4956/10 ad oggetto “Costituzione Gruppo di Lavoro per la valutazione degli interventi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie, di cui all’art. 48 della L.R. 2/03 e all’art. 10, comma 2 della L.R. 5/04“;

Considerato che, sulla base di quanto indicato nella citata deliberazione 74/10 il contributo assegnabile a ciascun intervento non può essere superiore al 50% del suo costo, al netto delle spese per arredi ed attrezzature;

Preso atto degli elenchi trasmessi dalla CTSS di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Imola, Ferrara, Ravenna, Forlì e Rimini, conservati agli atti d’ufficio del Servizio Strutture Sanitarie e Socio-Sanitarie, nei quali:

  • sono riportati gli interventi prioritari da realizzare;
  • per ciascun intervento è stato quantificato il relativo contributo con l’indicazione della specifica Linea di Finanziamento, nel rispetto dei limiti delle risorse assegnate alle Conferenze stesse di cui al citato Allegato B della deliberazione 74/10;

Preso atto, altresì, che l’importo complessivo dei contributi previsti dalle CTSS per gli interventi ritenuti prioritari ammonta a Euro 4.928.898,85;

Dato atto dell’istruttoria/valutazione effettuata dal Gruppo di Lavoro sopra richiamato sulle proposte di intervento, presentate ai sensi della deliberazione n. 74/2010, al fine di verificarne la loro completa ammissibilità, come risulta dai verbali delle sedute del Gruppo di Lavoro, conservati agli atti d’ufficio del Servizio Strutture Sanitarie e Socio-Sanitarie;

Dato atto, altresì, che il Gruppo di Lavoro a seguito di tale istruttoria/valutazione:

- ha individuato le proposte di intervento non ammissibili al contributo, in quanto non rispondenti ai requisiti previsti dall’Allegato A della deliberazione 74/10;

- ha preso atto degli interventi per i quali le CTSS non hanno proposto alla Regione l’ammissione al finanziamento;

Considerato che la somma complessiva di Euro 4.928.898,85, relativa ai contributi per gli interventi ritenuti prioritari oggetto del presente provvedimento - tenuto conto di quanto disposto con la citata deliberazione 74/10 - risulta allocata ai seguenti Capitoli del Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2011:

  • 57200 “Fondo Sociale Regionale. Contributi agli Enti locali e loro forme associative e alle Aziende USL, per la costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n. 2)”, afferente all’U.P.B. 1.5.2.3.21000 per un totale di Euro 2.556.597,26 contributi relativi alla Linea di Finanziamento 1 - Risorse destinate a Enti locali e AUSL;
  • 57205 “Fondo Sociale Regionale. Contributi alle Ipab, alle Aziende Pubbliche di Servizi alla persona e ai Soggetti privati per la costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n. 2 e L. 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali”, afferente all’U.P.B. 1.5.2.3.21001, per un totale di Euro 698.766,97 contributi relativi alla Linea di Finanziamento 2 - Risorse destinate a tutti i Soggetti;
  • 68319 “Contributi in conto capitale per la realizzazione di centri di accoglienza e alloggi per cittadini stranieri immigrati – mezzi statali (art. 10, comma 2, L.R. 24 marzo 2004, n. 5 e L.R. 8 agosto 2001, n. 24)”, afferente all’U.P.B. 1.5.2.3.21061, per un totale di Euro 203.467,58, contributi relativi alla Linea di Finanziamento 3 - Risorse destinate a Enti Locali per Area Immigrazione;
  • 68321 “Contributi in conto capitale a EE.LL. per la realizzazione di centri di accoglienza e alloggi per cittadini stranieri immigrati (art. 10, comma 2, L.R. 24 marzo 2004, n. 5 e L.R. 8 agosto 2001, n. 24)”, afferente all’U.P.B. 1.5.2.3.21060, per un totale di Euro 1.470.067,04, contributi relativi alla Linea di Finanziamento 3 – Risorse destinate a Enti locali per Area Immigrazione;

Atteso che, come previsto nella deliberazione 74/10, le risorse disponibili per la Linea di Finanziamento 3, destinate a Enti locali per interventi relativi all’Area Immigrazione, sono di provenienza regionale e statale e sono allocate rispettivamente ai Capitoli 68321 e 68319, come sopra riportato;

Ritenuto opportuno, per ragioni di semplificazione della procedura di gestione amministrativo-contabile collegata alla registrazione delle obbligazioni giuridiche discendenti dall’utilizzo di specifici finanziamenti, destinare le risorse statali di Euro 203.467,58 - allocate al Capitolo 68319 - al finanziamento di un unico intervento;

Atteso che le risorse afferenti la Linea 2 risultano stanziate sul capitolo 57205 sopra descritto;

Considerato tuttavia che, sulla base degli elenchi predisposti dalle CTSS, risultano quali destinatari dei contributi afferenti la Linea 2, i seguenti Enti/Soggetti attuatori:

  • Aziende Pubbliche di Servizi alla persona, Cooperative,
  • Fondazioni e Associazioni,
  • Enti locali e loro forme associative;

Considerato che con propria deliberazione 74/10 si prevedeva la possibilità di rimodulare le risorse allocate al capitolo 57205 attraverso variazione compensativa al Bilancio regionale tra i Capitoli afferenti alla medesima U.P.B. 1.5.2.3.21001 “Potenziamento delle strutture socio-assistenziali – Risorse statali”, al fine di consentire l’assegnazione delle risorse statali ivi stanziate e afferenti la Linea di Finanziamento 2, a favore di tutti i soggetti destinatari di tali contributi indicati all’Allegato B della delibera medesima e previsti al comma 2, art. 48 della L.R. 2/03;

Visti:

- l’art. 31, comma 2, lett. e) L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4” che dispone che la legge di approvazione del Bilancio o eventuali provvedimenti legislativi di variazione autorizzano la Giunta regionale a provvedere, con proprio atto, alle variazioni compensative - al Bilancio di competenza e di cassa – fra i capitoli appartenenti alla medesima unità previsionale di base, finanziati da assegnazioni a destinazione vincolata nel limite dei vincoli di destinazione specifica stabiliti dallo Stato, dalla UE e da altri soggetti;

- l’art. 11, della L.R. 15/10 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2011 e Bilancio Pluriennale 2011-2013” che autorizza la Giunta regionale ad apportare, con proprio atto, le opportune variazioni compensative agli stanziamenti di competenza e di cassa, fra capitoli di spesa appartenenti alla medesima unità previsionale di base per le unità previsionale di base di cui all’elenco E allegato alla medesima legge;

Considerato che, fermo restando i vincoli operativi del bilancio ed al fine di soddisfare il complesso degli elementi contabili ascrivibili al percorso amministrativo-contabile sopra tracciato, i Capitoli 57205 “Fondo Sociale Regionale. Contributi alle IPAB, alle Aziende Pubbliche di Servizi alla persona e ai Soggetti privati per costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n. 2 e L. 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali” e 57201 “Fondo Sociale Regionale. Contributi a Enti locali, loro forme associative e AUSL per costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n. 2 e L. 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali”, appartenendo alla medesima Unità Previsionale di Base 1.5.2.3.21001 “Potenziamento delle strutture socio-assistenziali - Risorse statali”, possano formare oggetto di specifica variazione;

Ritenuto pertanto opportuno provvedere ad una rimodulazione delle risorse già allocate al Capitolo 57205, al fine di garantire l’assegnazione e successiva erogazione dei contributi a favore degli Enti Locali e loro forme associative afferenti la Linea 2, prevedendo per le risorse da destinare a Enti locali e loro forme associative, una variazione compensativa tra il Capitolo 57205 ed il Capitolo 57201, sopra richiamati, del Bilancio di Previsione per l’esercizio finanziario 2011, appartenenti alla medesima U.P.B. 1.5.2.3.21001, previa diminuzione del Capitolo 57205 dell’importo di € 197.816,82 e corrispondente aumento del Capitolo 57201;

Verificato tuttavia che nell’ambito degli “Interventi ammessi al contributo”, di cui all’Allegato 1 al presente provvedimento, risultano altresì i seguenti Enti/Soggetti attuatori afferenti la Linea 2:

  • la Fondazione Casa per Anziani Cav.Bruno Patrioli Onlus per un contributo di Euro 150.000,00;
  • l’Associazione Onlus Centro Sociale Papa Giovanni XXIII per un contributo di Euro 54.405,20;

per i quali si rende necessario, anche alla luce del meccanismo procedurale impiegato per definire e concordare con gli attori istituzionali coinvolti nel presente provvedimento, di rinviare ad un proprio successivo atto la rispettiva eventuale assegnazione sulla base di adeguata disponibilità finanziaria a valere sul pertinente capitolo di spesa;

Dato atto che, sulla base della documentazione conservata agli atti d’ufficio del Servizio Strutture Sanitarie e Socio-Sanitarie inerente le proposte degli interventi da finanziarsi con le risorse regionali stanziate sui Capitoli 57200 e 68321 di cui sopra, risulta rispettata la disposizione di cui all’art. 3, comma 18, lettera g) Legge 350/03;

Dato atto altresì che sotto il profilo del percorso procedurale impiegato ed in relazione alle attività amministrative realizzate per la strutturazione del presente provvedimento, alla richiesta di assegnazione del Codice Unico di Progetto (CUP) degli interventi ammessi al contributo, ai sensi dell’art. 11 della Legge n. 3/2003, per gli Enti/Soggetti attuatori privati ha già provveduto il Servizio Strutture Sanitarie e Socio-Sanitarie, come indicato all’Allegato 1 al presente provvedimento, mentre per tutti gli altri Enti/Soggetti attuatori pubblici e per le Aziende pubbliche di servizi alla persona (ASP) dovrà provvedere l’Ente/Soggetto stesso;

Valutato, in base alla metodologia di lavoro impiegata per la gestione e rilevazione dei Codici Unici di Progetto per gli Enti/Soggetti attuatori, che la concessione dei contributi a favore degli Enti/Soggetti attuatori degli interventi ammessi al contributo, con specifico riferimento a quelli realizzati da Enti/Soggetti attuatori pubblici ed ASP, è subordinata all’acquisizione di detti codici CUP; tali codici verranno espressamente riportati nei successivi provvedimenti amministrativi di concessione, impegno e liquidazione nonché nella causale di richiesta di emissione dei relativi ordinativi di pagamento per tutti gli Enti/Soggetti attuatori degli interventi ammessi al contributo;

Ritenuto perciò opportuno, per quanto sopra espresso, approvare con il presente provvedimento, previa variazione compensativa tra i cap. 57205 e 57201 appartenenti alla medesima UPB 1.5.2.3.21001 del Bilancio di previsione regionale per l’esercizio finanziario 2011, come sopra meglio specificato:

- l’elenco degli interventi ammessi ai contributi residui destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie per complessivi Euro 4.928.898,85, in attuazione della propria deliberazione 74/10, così come riportato nell’Allegato 1 che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto;

- il Disciplinare relativo alle procedure per la concessione, l’impegno e la liquidazione dei contributi assegnati, riportato all’Allegato 2 che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto;

- l’assegnazione di contributi a favore degli Enti/Soggetti attuatori di tali interventi per complessivi Euro 4.724.493,65 e la relativa ripartizione finanziaria sui Capitoli del Bilancio di previsione regionale, così come riportato nell’Allegato 3 che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto;

- l’elenco degli interventi non ammessi al contributo, in quanto, a seguito dell’istruttoria /valutazione del Gruppo di Lavoro sono risultati non rispondenti ai requisiti previsti dalla deliberazione 74/10, così come riportato nell’Allegato 4 che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto;

- l’elenco degli interventi per la cui realizzazione le CTSS non hanno previsto alcun contributo, così come riportato nell’Allegato 5 che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto;

Richiamate le proprie deliberazioni n. 1057 del 24 luglio 2006 e s.m., n. 1663 del 27 novembre 2006 e s.m., n. 2416 del 29 dicembre 2008 e ss.mm. e n. 1173 del 27 luglio 2009;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alla Promozione Politiche Sociali Educative per l’Infanzia e l’Adolescenza, Immigrazione, Volontariato, Associazionismo, Terzo Settore, e dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

delibera:

sulla base delle motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate:

(omissis)

2) di approvare l’elenco degli interventi ammessi al contributo destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie per complessivi Euro 4.928.898,85, in attuazione della deliberazione di Giunta regionale 74/10, riportato all’Allegato 1 che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

3) di approvare il Disciplinare relativo alle procedure per la concessione, l’impegno e la liquidazione dei contributi per gli interventi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie, in attuazione della deliberazione di Giunta regionale 74/10, riportato all’Allegato 2 che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

4) di assegnare i contributi, complessivamente quantificati in Euro 4.724.493,65 a favore degli Enti/Soggetti attuatori per la realizzazione degli interventi e per gli importi dettagliatamente indicati e riepilogati all’Allegato 1 sopra richiamato;

5) di rinviare a proprio successivo atto l’eventuale assegnazione dei contributi previsti a favore degli Enti/Soggetti attuatori, in calce ai rispettivi “elenchi interventi CTSS” del citato Allegato 1 e come riepilogato nell’Allegato 1 medesimo, sulla base di quanto indicato in premessa;

6) di approvare la ripartizione finanziaria dei contributi assegnati di cui al punto 4) che precede, complessivamente pari a Euro 4.724.493,65, sui seguenti Capitoli di Spesa del bilancio regionale, come riportato all’Allegato 3 che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione:

  • Cap. 57200 per Euro 2.556.597,26
  • Cap. 57201 per Euro 197.816,82
  • Cap. 57205 per Euro 296.544,95
  • Cap. 68319 per Euro 203.467,58
  • Cap. 68321 per Euro 1.470.067,04;

7) di approvare l’elenco degli interventi non ammessi al contributo in quanto risultati non rispondenti ai requisiti previsti dalla deliberazione 74/10, a seguito dell’istruttoria/valutazione del Gruppo di Lavoro, come riportato all’Allegato 4 che costituisce parte integrante e sostanziale della presentedeliberazione;

8) di approvare l’elenco degli interventi per la cui realizzazione le Conferenze Territoriali Sociali e Sanitarie non hanno previsto alcun contributo, riportati all’Allegato 5 che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

9) di disporre la pubblicazione della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it