E-R | BUR

n. 67 del 04.05.2011 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Cod. Int. 2O2B002.003 - Opere di sistemazione idraulica, adeguamenti arginali e lavori di difesa spondale lungo il Po di Volano - Codice CIG 2134442541 - Codice CUP E18G10000240001

Bando di gara per l’appalto di lavori pubblici

1) Stazione appaltante

Regione Emilia-Romagna - Servizio Tecnico di Bacino Po di Volano e della Costa – Viale Cavour n. 77 – 44121 Ferarra – Italia tel. 0532/218811 – fax 0532/210127 e-mail: stbpvfe@regione.emilia-romagna.it;

1.1) Indirizzo presso il quale è possibile ottenere ulteriori informazioni: come al punto 1);

1.2) Indirizzo presso il quale è possibile ottenere la documentazione: come al punto 1);

1.3) Indirizzo al quale è possibile inviare le offerte/domande di partecipazione: come al punto 1);

2) Tipo di procedura

2.1) Procedura aperta di cui all’art. 55, DLgs 12 aprile 2006 n. 163 e s.m.i., come stabilito dalla determinazione a contrarre n. 605 del 24/1/2011;

3) Luogo, descrizione, importo complessivo dei lavori e oneri per la sicurezza

3.1) Luogo di esecuzione: Po di Volano nei tratti compresi nei comuni di Migliarino, Migliaro, Massafiscaglia, Codigoro (FE);

3.2) Descrizione: opere di sistemazione idraulica, adeguamenti arginali e lavori di difesa spondale lungo il Po di Volano – Cod. Int. 2O2B002.003 - CIG 2134442541 - CUP E18G10000240001;

3.3) Importo complessivo dell’appalto (compresi oneri per la sicurezza): Euro 1.074.561,38 (unmilionesettantaquattromilacinquecentosessantuno/38);

3.4) Categoria prevalente: OG8, classifica IV;

3.5) Oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso: Euro 31.800,00 (trentunmilaottocento/00);

3.6) Lavorazioni di cui si compone l’intervento:

- rinforzo di arginature con presidi di sponda costituiti da semplice o doppia fila di pali in legno, fascinotti, geotessuto e ricostruzione di argine in terra;

- demolizione del rivestimento in muratura di pietrame rachitico ed accatastamento del materiale di recupero fuori dall’area dei lavori a disposizione per una successiva riutilizzazione;

- ripristino delle fessurazioni con stuccatura a faccia a vista e stilatura;

- movimenti di terra da eseguire in riporto per la realizzazione di arginature;

- costruzione di diaframmatura continua da realizzarsi con la fornitura e l’infissione di palancole tipo “Larssen” o equivalenti;

- impermeabilizzazione dell’esistente rilevato arginale mediante la diaframmatura verticale con appostamento di geomembrana in PVC armata;

- taglio di vegetazione spontanea, cespugliosa ed arborea;

tutte le lavorazioni appartengono alla Categoria: OG8; importo complessivo Euro 1.074.561,38;

3.7) La categoria unica OG8 (classifica IV) è subappaltabile;

4) Termine di esecuzione

210 (Duecentodieci) giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori;

5) Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

5.1) Cauzioni e garanzie richieste:

fidejussione bancaria, oppure polizza assicurativa, oppure polizza rilasciata da un intermediario finanziario iscritto nell’elenco speciale di cui all’art. 107, DLgs 385/93, relativa alla cauzione provvisoria di cui all’art. 75, comma 1, DLgs 163/06 e s.m.i. e all’art. 100, DPR 554/99, pari al 2% (due per cento) dell’importo complessivo dell’appalto (salva la riduzione del 50% nei casi previsti all’art. 75, comma 7, DLgs 163/06 e s.m.i., valida almeno centottanta giorni dalla data di presentazione dell’offerta, redatta secondo lo schema-tipo 1.1, decreto del Ministero delle Attività Produttive 123/04 (le specifiche sono contenute nel disciplinare di gara, cui si rimanda);

5.2) Finanziamento:

Legge 61/98 – L.R. 24/98 e deliberazione Giunta regionale 2547/02;

5.3) Modalità di pagamento:

A misura come da determinazione a contrarre n. 605 del 24/1/2011 ai sensi dell’art. 53, comma 4, DLgs 163/06 e s.m.i.;

6) Soggetti ammessi alla gara

Operatori economici di cui all’art. 34, DLgs 163/06 e s.m.i. e precisamente: imprenditori individuali di cui alle lettere a); consorzi di cui alle lettere b) e c); raggruppamenti temporanei di cui alla lettera d); consorzi di cui alla lettera e); soggetti di cui alla lettera f). Ai concorrenti di cui alle lettere d), e) ed f) si applicano le disposizioni di cui all’art. 37, DLgs 163/06 e s.m.i. Sono ammessi inoltre gli operatori economici stabiliti in stati diversi dall’Italia di cui all’art. 47, comma 1, DLgs 163/06 e s.m.i.;

7) Requisiti di partecipazione

Gli operatori economici devono possedere i requisiti di ordine generale di cui dall’art. 38, DLgs 163/06 e s.m.i. (dettagliati al punto 1) del disciplinare di gara), nonché i requisiti di ordine speciale di cui agli artt. 40 e 253, comma 3, DLgs 163/06 e s.m.i. e precisamente l’attestazione di qualificazione per la categoria OG8, classifica IV rilasciata da società di attestazione (SOA) di cui al DPR 34/00, in corso di validità e il certificato di sistema di qualità di cui al DPR 34/00 in corso di validità.

Gli operatori economici possono ricorrere all’avvalimento nel rispetto delle disposizioni di cui all’art. 49, DLgs 163/06 e s.m.i. (dettagliate al punto g) del disciplinare di gara).

Sono altresì ammessi i soggetti di cui all’art. 51, DLgs 163/06 e s.m.i.

Non è ammessa la partecipazione alla gara di soggetti per i quali sussistono una o più delle condizioni previste dall’art. 38, DLgs 163/06 e s.m.i., ad eccezione delle aziende o società sottoposte a sequestro o confisca ai sensi dell’art. 12-sexies, D.L. 8 giugno 1992, n. 306, convertito, con modificazioni, dalla L.
7 agosto 1992, n. 356, o della L. 31 maggio 1965, n. 575 ed affidate ad un custode o amministratore giudiziario o finanziario, nonché per le ulteriori condizioni previste dalla normativa vigente e dal punto 1) del disciplinare di gara.

I concorrenti stabiliti in stati diversi dall’Italia devono possedere i requisiti di cui agli artt. 38, commi 4 e 5 e 47, comma 2, DLgs 163/06 e s.m.i.

Il possesso dei requisiti sopra elencati è dimostrato, a pena di esclusione dalla gara, con le modalità, le forme ed i contenuti stabiliti dagli artt. 38, commi 2 e ss., 39 e 40, DLgs 163/06 e s.m.i., dal DPR 34/00 e dal disciplinare di gara;

8) Informazioni di carattere amministrativo

8.1) Il presente bando di gara e il disciplinare di gara allegato, gli elaborati grafici, il piano di sicurezza, il capitolato speciale di appalto, lo schema di contratto e il modulo offerta prezzi unitari, sono in visione presso la sede della stazione appaltante dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13; è possibile acquistarne una copia, fino al termine di presentazione delle offerte, presso la copisteria “La Copia s.n.c.”, sita a Ferrara, in Viale Cavour, 214, nei giorni feriali dalle ore 9 alle ore 12.30 e dalle ore 15.30 alle ore 19, sabato escluso, telefono e fax 0532/207269. Il presente bando di gara e il disciplinare di gara sono, altresì, disponibili sul sito Internet.www.sitar-er.it.

N.B. Il modulo offerta prezzi unitari, vidimato dal responsabile del procedimento, indispensabile per presentare l’offerta, dovrà essere ritirato solo presso la stazione appaltante.

9) Termine e indirizzo di ricezione, modalità di presentazione, data di apertura e validità delle offerte

9.1) Termine ultimo per la ricezione delle offerte: entro le ore 12 del 6/6/2011;

9.2) Indirizzo: Regione Emilia-Romagna - Servizio Tecnico di Bacino Po di Volano e della Costa - Viale Cavour n. 77 - 44121 Ferrara - tel. 0532/218811 - Fax 0532/210127;

9.3) Modalità di presentazione delle offerte: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara;

9.4) Lingua in cui devono essere redatte le offerte: italiana o straniera corredata da traduzione giurata;

9.5) Apertura delle offerte: prima seduta pubblica presso la sede della stazione appaltante alle ore 9.30 del 7/6/2011; eventuali sedute pubblica successive presso la medesima sede alle ore 9.30 dei giorni immediatamente seguenti;

9.6) L’offerta è valida 180 giorni decorrenti dalla data di scadenza del termine per la presentazione delle offerte di cui al punto 9.1), fatto salvo quanto previsto all’art. 140, DLgs 163/06 e s.m.i.;

10) Soggetti ammessi all’apertura delle offerte

I legali rappresentanti degli operatori economici di cui al precedente punto 6) ovvero loro delegati muniti di relativa procura;

11) Criterio di selezione della migliore offerta

I lavori sono aggiudicati al prezzo più basso, inferiore a quello posto a base di gara, al netto degli oneri di sicurezza, determinato mediante offerta a prezzi unitari ai sensi dell’art. 82, comma 2, lett. a), DLgs 163/06 e s.m.i. e dell’art. 90, DPR 554/99; la migliore offerta per la stazione appaltante sarà individuata con le modalità descritte nel disciplinare di gara.

12) Altre informazioni

12.1) Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre che sia ritenuta congrua e conveniente;

12.2) In caso di offerte uguali si procederà per sorteggio;

12.3) Saranno escluse le offerte non corredate dalla dimostrazione dell’avvenuto versamento del contributo all’Autorità per la Vigilanza dei Contratti Pubblici effettuato con le modalità previste nel disciplinare di gara;

12.4) Al contratto si applica il D.M. 19 aprile 2000, n. 145 “Capitolato generale d’appalto dei lavori pubblici”;

12.5) In caso di subappalto, autorizzato ai sensi di legge, i pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o cottimista verranno effettuati dall’aggiudicatario che è obbligato a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato, copia delle fatture quietanzate con l’indicazione delle ritenute a garanzia effettuate; la mancata trasmissione sarà considerata inadempimento contrattuale;

12.6) Nel caso di concorrenti costituiti ai sensi dell’art. 34, comma 1, lettere d), e) ed f), DLgs 163/06 e s.m.i. i requisiti di partecipazione devono essere posseduti nella misura di cui all’art. 95, comma 2, DPR 554/99;

12.7) I pagamenti saranno effettuati dopo l’approvazione del contratto e nel rispetto della L. 136/10 e s.m. in materia di tracciabilità dei flussi finanziari;

12.8) La stazione appaltante si riserva la facoltà di ricorrere, se del caso, alle procedure di cui all’art. 140, DLgs 163/06 e s.m.i.;

12.9) Si informa che i dati personali raccolti, saranno trattati, ai sensi dell’art. 13, DLgs 196/03, anche con l’ausilio di mezzi elettronici, esclusivamente per le finalità connesse al procedimento di aggiudicazione in oggetto e per dare esecuzione agli obblighi normativi da essa derivanti e connesse all’espletamento di funzioni istituzionali. Tali dati verranno conservati presso la stazione appaltante. L’interessato può esercitare i diritti di cui all’art. 7, DLgs 196/03;

12.10) Restano salve le disposizioni sull’accesso ai documenti amministrativi di cui all’art. 13, DLgs 163/06 e s.m.i., alla L.R. 32/93 e alla L. 241/90 e s.m.i.;

12.11) Responsabile del procedimento: Ing. Andrea Peretti, Viale Cavour n. 77 - 44121 Ferrara - tel. 0532/218811 - fax 0532/210127;

12.12) Presentazione ricorso: 30 giorni avanti al Tribunale Amministrativo Regionale Emilia-Romagna; 120 giorni avanti il Presidente della Repubblica Italiana.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it