E-R | BUR

n.390 del 12.12.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento relativo alla procedura di verifica di assoggettabilità a VIA (screening) riguardante il progetto di campagna di attività di recupero di rifiuti inerti non pericolosi mediante impianto mobile da svolgere in comune di Mercato Saraceno (FC), in località Case Capucci presso Società Agricola Santamaria, presentato dalla Società Gorini Dario Srl

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

(omissis)

determina

a) di fare propria la Relazione Istruttoria redatta dalla Struttura Autorizzazioni e Concessioni dell’Arpae di Forlì-Cesena, inviata alla Regione Emilia-Romagna con prot.PGFC/17400/2018 del 9/10/2018 che costituisce l’ALLEGATO 1 della presente determina dirigenziale e ne è parte integrante e sostanziale, nella quale è stato dichiarato che sono stati applicati i criteri indicati nell’Allegato V alla Parte Seconda del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. per la decisione di non assoggettabilità a VIA;

b) di escludere, ai sensi dell’art. 11, comma 1 della Legge Regionale 20 aprile 2018, n. 4 e dell’art. 19, comma 8, del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., il progetto denominato Progetto relativo a campagna di attività di recupero di rifiuti inerti non pericolosi mediante impianto mobile da svolgere in comune di Mercato Saraceno in località Case Capucci presso Società Agricola Santamaria , proposto dalla Società Gorini Dario S.r.l., dalla ulteriore procedura di V.I.A., a condizione che vengano rispettate le prescrizioni di seguito indicate:

1. l'attività di progetto può essere esercita solo a seguito della messa in funzione, per i tempi indicati, dei sistemi di bagnatura sia interni all'impianto mobile che di nebulizzazione esterna previsti;

2. il nebulizzatore dovrà essere messo in funzione almeno 3 volte al giorno per la durata massima non inferiore alle 2 ore;

3. l'impianto mobile per la frantumazione potrà funzionare esclusivamente con tutti i sistemi di bagnatura interni in funzione;

c) di dare atto che la non ottemperanza alle prescrizioni sarà soggetta a sanzione come definito dall’art. 29 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.;

d) di stabilire, ai sensi dell’art. 25 della LR 4/2018, che la relazione di verifica di ottemperanza delle prescrizioni dovrà essere presentata ad Arpae SAC di Forlì-Cesena;

e) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 500,00 (cinquecento/00) ai sensi dell’articolo 31 della Legge Regionale 20/4/2018, n. 4; importo correttamente versato ad Arpae all’avvio del procedimento;

f) di trasmettere copia della presente determina al proponente, ad ARPAE SAC, al Comune di Mercato Saraceno, alla Provincia di Forlì-Cesena e all’Azienda USL della Romagna;

g) di pubblicare, per estratto, la presente determina dirigenziale nel BURERT e, integralmente, sul sito web della Regione Emilia-Romagna;

h) di dare atto, infine, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it