REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 settembre 2004, n. 1755

PRUSST "Area del Distretto Ceramico". Disposizioni sugli adempimenti amministrativo-contabili relativo alla delibera 2791/03 "Individuazione degli interventi destinatari dei finanziamenti di cui al DM 1 luglio 2003 (G.U. n. 221 del 23/9/2003)"

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Visti:                                                                          
- il decreto del Ministero dei Lavori pubblici n. 1169 dell'8 ottobre           
1998 recante disciplina in materia di "Promozione di programmi                  
innovativi in ambito urbano denominati Programmi di Riqualificazione            
Urbana e Sviluppo Sostenibile del Territorio", e successive                     
modificazione ed integrazioni;                                                  
- la delibera della Giunta della Regione Emilia-Romagna n. 2572 del             
21/12/1998, con cui la stessa Regione partecipa in qualita' di                  
soggetto promotore, assumendo un ruolo di coordinamento                         
dell'attuazione del PRUSST del "Distretto Ceramico", anche attraverso           
l'integrazione con altre iniziative della Regione analoghe per                  
finalita'  gia' avviate, in particolare il programma d'area "Area del           
Distretto Ceramico" istituito ai sensi della Legge regionale 30/96, e           
candidando specificamente l'area del distretto ceramico;                        
- la deliberazione della Giunta della Regione Emilia-Romagna n. 925             
dell'8/6/1999, con la quale la Regione promuove e trasmette la                  
proposta di PRUSST  del "Distretto Ceramico" al Ministero dei Lavori            
pubblici;                                                                       
- la delibera della Giunta regionale n. 1601 del 26/9/2000                      
"Approvazione dell'adesione e avvio dell'attuazione del PRUSST "Area            
del Distretto Ceramico'" con la quale e' stato approvato il programma           
PRUSST Area del Distretto Ceramico ed e' stato dato mandato al                  
Presidente della Giunta regionale di firmare il protocollo d'intesa             
col Ministero dei Lavori pubblici, siglato a Roma il 23 ottobre 2000,           
nonche' con la quale e' stata approvata la ripartizione delle risorse           
per la progettazione delle opere pubbliche;                                     
- la delibera della Giunta regionale n. 907 del 27/5/2002                       
"Sottoscrizione Accordo Quadro del PRUSST 'Area del Distretto                   
Ceramico' e delega all'Assessore Guido Pasi a sottoscriverlo" che               
approva l'Accordo quadro firmato poi il 31 maggio 2002 a Roma;                  
- la delibera della Giunta regionale n. 2791 del 30/12/2003 recante             
"PRUSST 'Area del Distretto Ceramico'. Individuazione degli                     
interventi destinatari dei finanziamenti di cui al DM 1 luglio 2003             
(G. U. n. 221 del 23/9/2003)" con la quale sono state assegnate le              
risorse agli interventi proposti dalle Amministrazioni del                      
territorio;                                                                     
ritenuto opportuno, pertanto che gli adempimenti amministrativi e               
contabili degli interventi spettino alla  Direzione generale                    
Programmi e Intese, Relazioni Europee e Cooperazione Internazionale e           
in particolare al Servizio  Intese Istituzionali e Programmi Speciali           
d'Area, che predisporra' l'istruttoria di congruita' rispetto a                 
quanto approvato e disposto con la citata delibera n. 2791 del                  
30/12/2003 nonche' gli atti di concessione e di impegno di spesa e              
gli eventuali   ulteriori provvedimenti attuativi;                              
ritenuto opportuno disciplinare le procedure amministrative e                   
contabili in vista dell'erogazione delle risorse ad attuazione della            
suddetta delibera 2791/03;                                                      
richiamata la deliberazione della Giunta regionale n. 447 del 24                
marzo 2003, esecutiva ai sensi di legge, concernente indirizzi in               
ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e             
sull'esercizio delle funzioni dirigenziali;                                     
dato atto dei pareri espressi, relativamente al presente atto, ai               
sensi dell'art. 37, comma 4, della L.R. 26 novembre 2001, n. 43 e               
della propria deliberazione  447/03, in ordine alla regolarita'                 
amministrativa, per quanto di rispettiva competenza da Bruno                    
Molinari, Direttore generale a Programmi e Intese, Relazioni Europee            
e Cooperazione Internazionale e da Cristina Balboni, Direttore                  
generale a Cultura, Formazione e Lavoro;                                        
su proposta del Presidente della Giunta regionale e dell'Assessore a            
Scuola, Formazione Professionale, Universita', Lavoro, Pari                     
Opportunita',                                                                   
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
1) di disporre che gli adempimenti ammnistrativo-contabili relativi             
agli interventi spettino alla  Direzione generale Programmi e Intese,           
Relazioni Europee e Cooperazione Internazionale e in particolare al             
Servizio  Intese Istituzionali e Programmi Speciali d'Area  che                 
predisporra' l'istruttoria di congruita' rispetto a quanto approvato            
e disposto con la citata delibera n. 2791 del 30/12/2003 nonche' gli            
atti di concessione e di impegno di spesa e gli eventuali   ulteriori           
provvedimenti attuativi;                                                        
2) di approvare le procedure amministrative e contabili di cui                  
all'Allegato 1 parte integrante della presente delibera;                        
3) di pubblicare il presente atto deliberativo nel Bollettino                   
Ufficiale della Regione Emilia- Romagna.                                        
ALLEGATO 1                                                                      
Procedure amministrative e contabili                                            
Beneficiari delle risorse sono i soggetti attuatori cosi' come                  
individuati nell'Allegato 1 della delibera n. 2791 del 30/12/2003 e             
nell'Allegato A della deliberazione del Consiglio regionale n. 261              
del 23/10/2001 e qui di seguito riportati.                                      
Prusst "Area del Distretto Ceramico" - Ripartizione finanziamenti               
  Localizzazione  Intervento  Risorse PRUSST DM 10 luglio 3002                  
Risorse PRUSST DM 17/5/2001, n. 177                                             
Sassuolo  Riqualificazione area perifluviale    753.510,62                      
  di cui:                                                                       
  a. Pista ciclabile    82.116,65                                               
  b. Rinaturalizzazione ex                                                      
    discarica pista    273.387,91                                               
  c. Lago Amici    398.006,06                                                   
Sassuolo  Viabilita' di accesso al                                              
  nuovo ospedale unico di zona:                                                 
  rotatoria su circonvallazione  847.000,00                                     
Maranello  Rotatoria in localita' Pozza  300.000,00                             
Formigine  Interventi di manutenzione straordinaria                             
  del fabbricato viaggiatori                                                    
  della stazione di Formigine  200.000,00                                       
Formigine  Interventi di sistemazione dell'area                                 
  a parcheggio della stazione di Formigine  150.000,00                          
Fiorano  Ristrutturazione stazione ed area cortiliva  100.000,00                
Casalgrande/                                                                    
Scandiano  Opere di mitigazione e                                               
  opere di viabilita' accessoria,                                               
  rotatorie e sottopassi  880.000,00                                            
Baiso  Completamento strada interna                                             
  per ridurre gli accessi sulla ex SS 486  80.000,00                            
Castellarano  Recupero di Casa Maffei a Roteglia  130.000,00                    
Rubiera  Recupero urbano, urbanizzazioni e                                      
  realizzazione di attrezzature pubbliche  130.000,00                           
Viano  Demolizione dell'ex                                                      
  Ceramica S. Giovanni e recupero dell'area  80.000,00                          
Totale    2.897.000,00  753.510,62I soggetti attuatori individuati              
possono, mediante apposita convenzione affidare l'attuazione ad un              
soggetto terzo.                                                                 
La delibera di approvazione del progetto esecutivo viene trasmessa              
dal beneficiario alla Direzione generale Programmi, Intese e                    
Cooperazione Internazionale, Servizio Intese Istituzionali e                    
Programmi Speciali d'Area, che ne verifica la coerenza con la                   
deliberazione n. 2791 del 30/12/2003 e con la proposta di PRUSST di             
cui alla delibera n. 907 del 27/5/2002.                                         
Il contributo regionale e' attribuito per gli importi specificati               
nell'allegato alla delibera 2791/03 e sopra riportato e puo' arrivare           
ad una percentuale di contribuzione pari al 100% dell'importo delle             
opere, al fine di garantire la realizzazione dell'intervento.                   
Le spese tecniche e le eventuali spese impreviste sono ammissibili a            
contributo per un importo massimo pari al 10% dell'importo delle                
opere.                                                                          
Il contributo viene trasferito al beneficiario per intero anche in              
caso di variazioni in aumento e in diminuzione del costo dell'opera,            
al fine di garantire l'esecuzione dell'opera.                                   
Le opere ammesse a finanziamento devono essere iniziate entro 18 mesi           
dalla pubblicazione della presente nel Bollettino Ufficiale della               
Regione, e terminate entro 36 mesi dalla data di inizio lavori.                 
Eventuali proroghe possono essere concesse, con valide motivazioni,             
dal Dirigente del Servizio  Intese Istituzionali e Programmi Speciali           
d'Area.                                                                         
Sono ammesse al finanziamento opere iniziate successivamente la                 
sottoscrizione dell'Accordo quadro, di cui alla delibera della Giunta           
regionale n. 907 del 27/5/2002, siglato in Roma il 31 maggio 2002.              
Alla erogazione dei contributi provvede il Servizio  Intese                     
Istituzionali e Programmi Speciali d'Area con le modalita' di seguito           
indicate:                                                                       
a) erogazione di un primo acconto, pari al 40% del contributo                   
ammissibile, alla presentazione di copia del verbale di consegna dei            
lavori;                                                                         
b) erogazione di un ulteriore acconto pari al 50% alla                          
rendicontazione di uno stato di avanzamento per un importo                      
complessivo non inferiore al 60% dell'intervento, mediante                      
attestazione a firma del Dirigente responsabile dell'Ente e del                 
responsabile del procedimento;                                                  
c) erogazione del rimanente 10%, a saldo, alla presentazione del                
certificato di collaudo o certificato di regolare esecuzione dei                
lavori, comprensivo di rendicontazione;                                         
d) nel caso in cui il finanziamento riguardi opere ammesse a                    
finanziamento e gia' realizzate, la erogazione del contributo puo'              
essere disposta in una unica soluzione.                                         
In caso di risparmi ed economie si procede come segue:                          
- il soggetto attuatore puo' utilizzare direttamente risparmi ed                
economie per finanziare un ulteriore stralcio o un intervento di                
completamento o miglioramento dell'opera finanziata, previo invio               
della delibera di approvazione del progetto specifico al Servizio               
Intese Istituzionali e Programmi Speciali d'Area;                               
- nei rimanenti casi, su proposta dell'assemblea dei soggetti                   
proponenti pubblici, il risparmio puo' essere assegnato ad altro                
soggetto attuatore per completare una diversa opera inclusa                     
nell'Allegato 1 della citata deliberazione 2791/03 o per la                     
realizzazione di altra opera inclusa nella proposta di PRUSST.                  

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it